Coinbase annuncia l’aggiunta di Ethereum Classic

Coinbase, uno dei più grandi exchange di criptovalute al mondo, ha annunciato oggi l’integrazione di Ethereum Classic (ETC) in tutti i suoi servizi che dovrebbe avvenire nei “prossimi mesi”.

La società ha dichiarato che sta per cominciare il lavoro d’ingenieria per l’integrazione della criptovaluta e una volta raggiunta la fase finale di test, annuncerà una data di lancio concreta.

Coinbase ha probabilmente preferito rivelare il listing già adesso perché il codice durante il lavoro d’integrazione svelerebbe comunque la presenza dell’asset nella piattaforma. “Come parte di questo processo, i clienti possono aspettarsi di vedere le API rivolte al pubblico e altri segni che la risorsa viene aggiunta” scrive la società.

L’exchange americano lista attualmente 4 criptovalute come bitcoin, litecoin, ethereum, bitcoin cash e attua una politica molto stringente riguardo all’aggiunta dei nuovi cripto-asset.

Ripple è stato il più aggressivo nell’inseguire il listing sulla piattaforma offrendo anche alcuni milioni di dollari per il privilegio d’entrata.

Nonostante tanti si aspettassero di vedere proprio XRP come prossima new entry, Coinbase ha scelto ethereum classic e la notizia ha fatto salire il prezzo di ETC del 21%.

Quali sono i servizi che integreranno ETC?

Nel suo blog post, Coinbase scrive che ETC verrà integrato in 6 servizi disponibili sulla piattaforma.

Coinbase Custody che permetterà i versamenti e i prelievi, Coinbase Markets, Coinbase Pro e Coinbase Prime per il supporto di trading di ethereum classic, Coinbase Asset Management che aggiungerà ETC al Coinbase Index.

Coinbase specifica però che ETC verrà listato sulla loro piattaforma principale Coinbase soltanto sotto certe condizioni. Per vedere ethereum classic tra gli asset principali devono essere valutati certi fattori come la liquidità, la stabilità del prezzo e altri “marcatori di salute del mercato”.

La socitetà ha già annunciato che verranno aggiunti nuovi token ERC-20 e adesso ribadisce che “Coinbase Markets, Coinbase Pro e Coinbase Prime avranno probabilmente più asset quotati sulla piattaforma rispetto alla piattaforma Coinbase, cioè la quotazione su Coinbase Markets non garantisce la quotazione su Coinbase.”

eToro e Coinone aggiungono EOS e Bitfinex si candida al BP

A distanza di poche ore tre grandi notizie si spargono nella community di EOSIO. Coinone ed eToro aggiungono EOS alle loro liste di criptovalute mentre Bitfinex annuncia la sua candidatura al Produttore dei Blocchi. Le notizie si riflettono subito nel sentiment del mercato con l’aumento del prezzo di EOS nelle ultime 24 ore del 17,85%. 

La piattaforma di trading eToro aggiunge EOS

eToro, una piattaforma di social trading con oltre 9 milioni di utenti, ha aggiunto EOS alla sua lista di altre 9 criptovalute. Su eToro è possibile comprare i CFDs di Bitcoin, Ethereum, Bitcoin Cash, XRP, Litecoin, Ethereum Classic, Dash, Stellar e NEO e a queste si aggiunge anche EOS. 

eToro è nato come una piattaforma di trading dei titoli tradizionali come azioni, materie prime, valute e indici ed è soltanto da poco che la compagnia ha deciso di introdurre anche le criptovalute che hanno subito riscosso un grande successo trai traders della piattaforma.

Coinone, exchange di criptovalute, lista EOS

Coinone, con i suoi 643,000 utenti registrati e 23,4 miliardi di won di entrata mensile a dicembre del 2017,  è il terzo più grande exchange di criptovalute nella Corea del Sud. Coinone ha annunciato su Twitter l’aggiunta di EOS alla sua lista di altre 10 criptovalute: Bitcoin, Bitcoin Cash, Bitcoin Gold, Ethereum, Ethereum Classic, OmiseGo, Qtum, Ripple, Iota e Litecoin.

 

Bitfinex, candidato al Produttori dei Blocchi di EOSIO

Bitfinex, uno degli exchange di criptovalute con più liquidità e con circa 1,350,693,062$ di volume giornaliero, ha annunciato la sua candidatura al Produttore dei Blocchi (BP). Bitfinex si aggiunge così a una lunga lista dei candidati ai 21 BP trai quali c’è anche l’AntPool di Bitmain. 

 

 

Essendo un candidato al Produttore dei Blocchi, Bitfinex si impegna a “far crescere la natura open source dello spazio digitale decentralizzato dei titoli. Questo viene fatto attraverso intense ricerche, collaborazioni e sviluppo della comunità.” Mirano a “combinare il potenziale di EOSIO con i propri termini di ricerca, sviluppo e adozione a un livello molto più alto.”

La candidatura di un exchange di criptovalute ha però alzato tante questioni che riguardano la provenienza di EOS che verranno utilizzati sia per la votazione sia per il deposito a garanzia o staking. La community di EOSIO si chiede se Bitfinex utilizzerà le riserve dei token presenti sul proprio exchange e se, in tal caso, potrà utilizzarle anche per il deposito a garanzia. Sono questioni che non sono state vietate nella costituzione di EOSIO e che sono però molto controverse in quanto, oltre a far partire Bitfinex in netto vantaggio rispetto ad altri BP, pongono un punto interrogativo sul potere dell’exchange esercitato sui propri utenti. 

Daniel Larimer, il creatore di EOSIO ha già espresso nel passato la sua visione dei Produttori dei Blocchi e ha menzionando gli exchange di criptovalute come principali contender ai candidati. Il suo retweet di EOS New York potrebbe spiegare il motivo di questo pensiero.

 

Bitfinex sta stringende il legame sempre più forte con EOSIO. A febbraio, Bitfinex ha annunciato che creerà EOSfinex, un exchange decentralizzato ad alta prestazione che combinerà tutte le migliori caratteristiche degli exchange centralizzati e decentralizzati come la velocità, l’affidabilità, la capacità di sopportare i volumi alti e la trasparenza.

Acquistare EOS su degli exchange tipo LivecoinExmoBinance o HitBTC.

Qubit Hacker cerca scrittori capaci con una buona conoscenza delle criptovalute, della blockchain o del quantum computing. Contattaci: qubithacker@gmail.com

EOS rafforza la sua posizione nella lotta per superare Ethereum

Il progetto EOS si sta facendo strada attraverso il mercato delle criptovalute e comincia a rappresentare una seria minaccia ai suoi concorrenti come Ethereum, Neo o Lisk a nominarne solo alcuni. L’iniziativa di creare una blockchain ad alta prestazione che dia la possibilità di costruirvi sopra delle applicazioni decentralizzate è partita da Daniel Larimer, creatore di un exchange decentralizzato Bitshares e di Steem.

EOS è uno dei token che sta avendo maggior successo da circa un mese con un apprezzamento del 48%, ma è da circa due settimane che fa parlare molto di sé avendo subito un aumento del 79%. Nonostante questo, EOS è ancora al di sotto del 45% rispetto al suo massimo storico del 13 gennaio quando il prezzo del token ha raggiunto 18,79$. 

L’aumento del prezzo potrebbe essere dovuto al recupero generale del mercato delle criptovalute che nelle ultime due settimane ha visto salire il prezzo di Bitcoin del 31%.

Il prezzo di EOS suscetibile alle notizie

L’aumento del 79% del prezzo di EOS potrebbe anche essere collegato con l’uscita di alcune notizie positive. La AntPool operata da Bitmain ha annunciato la sua candidatura al Produttore dei Blocchi mentre eosDAC, un altro candidato, ha fatto l’airdrop dei token a tutti i possessori di token EOS.

 

Il 17 aprile WAX ha riferito che costruirà un suo marketplace virtuale utilizzando la tecnologia blockchain sviluppata da EOS. A questo si aggiunge un’ultima notizia che riguarda non solo EOS, ma anche Ethereum. Venture Capital Working Group ha chiesto alla Securities and Exchange Commission (SEC) di non classificare alcune criptovalute come titoli o securities e, mentre Ethereum potrebbe essere incluso in tale categoria perché è stato creato tramite una ICO, EOS sembra avere tutte le carte in regola per non essere catalogato come titolo.

EOS è il concorrente principale di Ethereum

EOS nasce con lo scopo di essere una minaccia per Ethereum. La blockchain EOS è stata designata per permettere ciò che, allo stato attuale, Ethereum non è capace di fare e cioè la scalabilità verticale e orrizontale delle applicazioni decentralizzate.

La struttura blockchain così fatta sarà capace di raggiungere un milione di transazioni al secondo, eliminare le commissioni lato utente e permetterà un’implementazione facile delle applicazioni decentralizzate (DApp).

“Il software fornisce account, autenticazione, database, comunicazione asincrona e pianificazione di applicazioni su molti core o cluster di CPU. La tecnologia risultante è un’architettura blockchain che può alla fine ridimensionarsi a milioni di transazioni al secondo, elimina le tasse dell’utente e consente un’implementazione rapida e facile e il mantenimento di applicazioni decentralizzate, nel contesto di una blockchain governata ” dice il WhitePaper di EOS.

Il token EOS è essenziale per i candidati ai 21 Produttori dei Blocchi e, mentre alcuni di loro avranno già comprato EOS, molti vorranno rafforzare le loro posizioni per avere la sicurezza di essere eletti. Con poco più di cinque settimane mancanti alla fine della distribuzione dei token e al lancio del mainnet di EOS, si presume che anche il prezzo andrà a salire, ma nonostante il rilascio del testnet Dawn 3.0 non bisogna dimenticare che la blockchain EOS rimane ancora nient’altro che un progetto in fase di sviluppo.

Acquistare EOS su degli exchange tipo LivecoinExmoBinance o HitBTC.

Qubit Hacker cerca scrittori capaci con una buona conoscenza delle criptovalute, della blockchain o del quantum computing. Contattaci: qubithacker@gmail.com

Ethereum potrebbe essere classificato come security token

Un gruppo composto da venture capitalists, avvocati e imprenditori ha esercitato pressioni sulla Securities and Exchange Commission (SEC) per non permettere che Ethereum e alcune altre valute virtuali vengano categorizzati come titoli o security tokens, una designazione che comporterebbe una supervisione significativamente maggiore.

Andreessen Horowitz è la mente dietro al Venture Capital Working Group che a marzo si era recato all’incontro con gli ufficiali della SEC. Secondo il report di New York Times, il gruppo ha proposto “un porto sicuro” per alcune criptovalute.

Leggi la nostra guida su dove comprare le criptovalute con EUR o USD senza dover verificare l’account

Secondo le persone presenti al meeting, i regolatori americani stavano valutando se le criptovalute dovessero essere categorizzate come titoli o securities. Classificare le criptovalute come securities significherebbe un importante calo del prezzo di Ethereum oltre che delistarlo dagli exchange di criptovalute esistenti. 

Ethereum potrebbe diventare un titolo

Ethereum è la seconda criptovaluta per la capitalizzazione di mercato ed è stato creato tramite una Initial Coin Offering (ICO), ma nei mesi precedenti, Jay Clayton, presidente della SEC, ha affermato di ritenere che quasi tutti i token emessi tramite una ICO debbano essere registrati come securities mentre al giorno d’oggi quasi nessuno di questi token è stato registrato come tale.

Il gruppo guidato da Horowitz si è opposto a classificare Ethereum come un security token soltanto perché i fondi sono stati raccolti tramite una ICO. Sostiene che ci siano altri aspetti di Ethereum che possano pregiudicare la sua non apparteneza alla categoria dei titoli. 

“[Ethereum] È diventato così decentralizzato che non dovrebbe essere considerato una security.”

La proposta designata da Venture Capital Working Group dice che i token non dovrebbero essere considerati delle securities se raggiungono “piena funzionalità” o “pieno decentramento”, che si verifica “quando il creatore di token non ha più il controllo della rete in base alla sua capacità di apportare modifiche unilaterali alla funzionalità dei token”.

Un token è perfettamente funzionante quando può essere utilizzato per lo scopo previsto su una rete di computer e non è solo utile come investimento speculativo, come nel caso di molti token.

Scambio titoli sulle borse valori regolamentate

Al giorno d’oggi, nessuna borsa valori regolamentata offre scambi di valute virtuali. Catalogare le criptovalute come titoli significherebbe l’accesso a queste borse, ma anche una supervisione maggiore. Mentre da una parte ciò significa una vera e propria regolamentazione del mercato, dall’altra limita lo sviluppo veloce delle startup.

Mentre alcune startup hanno cercato di evitare dei problemi nel futuro designando e registrando i loro token come titoli, rimane irrisolta la questione delle criptovalute e dei token che sono stati emmessi nel passato tramite una ICO.

Acquistare le criptovalute su degli exchange tipo LivecoinExmoBinance o HitBTC.

Qubit Hacker cerca scrittori capaci con una buona conoscenza delle criptovalute, della blockchain o del quantum computing. Contattaci: qubithacker@gmail.com

 

 

Le criptovalute sono come i token di Candy Crush Saga

Richard Bernstein, capo di ricerca di Advisors LLC, una delle compagnie di ricerca di Wall Street, ha comparato le criptovalute ai token che si guadagnano giocando l’applicazione Candy Crush Saga.

“La differenza tra guadagnare monete giocando a Candy Crush e guadagnare criptovalute dalla soluzione di sofisticate formule matematiche è che le criptovalute sono negoziabili,” ha detto Bernstein secondo quanto riportato da Bloomberg.

Nonostante bitcoin sia spesso comparato all’oro digitale ed ethereum sia descritto dal suo co-fondatore Joseph Lubin come una materia prima come il petrolio, Bernstein ritiene che l’abilità di negoziare le criptovalute le rende comparabili a una bolla. 

Il mercato delle criptovalute è una bolla

Bernstein nomina tutti gli aspetti che gli fanno pensare al mercato delle criptovalute come una bolla: aumento della liquidità, leva crescente, aumento delle nuove monete, alto turnover, “democratizzazione del mercato”.

Bernstein, che è anche l’ex capo degli investimenti di Merrill Lynch si distanzia però dal biasimare completamente le criptovalute. Aggiunge che nonostante il mercato sia in una bolla, questo non pregiudica che l’economia e il business collegato con le criptovalute non possa funzionare, ma “suggerisce che il ritorno sull’investimento potrebbe essere notevolmente inferiore a quello che gli investitori si aspettano attualmente.”

Leggi la nostra guida su dove comprare le criptovalute con EUR o USD senza dover verificare l’account

Uno dei maggiori ostacoli a una più vasta adozione delle criptovalute è una grande volatilità dei prezzi. A dicembre del 2017 il prezzo del bitcoin ha raggiunto quasi 20.000 $ mentre alcune settimane dopo era già sceso a un minimo di 5.900 $. Nonostante la capitalizzazione del mercato sia attualmente a 365 miliardi di dollari, questo è molto poco rispeto al mercato azionario globale. La capitalizzazione bassa insieme alla giovane età del mercato fa sì che i cambiamenti del prezzo sono bruschi. L’entrata dei grandi capitali e sopratutto di quelli istituzionali aiuterebbe a ridurre la volatilità.

Bernstein crede che gli speculatori dovrebbero volere la regolamentazione e la supervisione dei mercati delle criptovalute per assicurare una protezione adeguata della controparte ed eliminare le frodi poiché la tecnologia blockchain da sola non sarà in grado di eliminare questi rischi.

“Ora ci sono oltre 1.300 criptovalute e sembra ragionevole presumere che tutti e 1.300 non siano di uguale qualità”, si legge nella nota rilasciata da Bernstein.

 

Puoi acquistare le criptovalute su degli exchange tipo LivecoinExmoBinance o HitBTC.

 

Qubit Hacker cerca scrittori capaci con una buona conoscenza delle criptovalute, della blockchain o del quantum computing. Contattaci: qubithacker@gmail.com

 

VeChain Thor e iTaotaoke proteggeranno l’identità intellettuale digitale degli utenti

 

In collaborazione con iTaotaoke, VeChain ha completato la produzione dei servizi di proprietà intellettuale digitale. Sebbene VeChain Thor ha tante applicazioni, il suo valore principale risiede nel fatto che rende il mondo autosufficiente – “La tecnologia blockchain dovrebbe aiutare il mondo in modo che non può migliorare se stessa”.

Leggi la nostra guida su dove comprare le criptovalute con EUR o USD senza dover verificare l’account

iTaotaoke è una piattaforma aperta per auto-editori e fornitori di contenuti in cui possono “costruire i loro workshop di condivisione delle conoscenze e monetizzare i loro contenuti”. In primo luogo, VeChainThor garantirà transazioni smart contracts e trasferimenti di valore proteggendo il contenuto, il monitoraggio dei contenuti e il caricamento.

VeChain Thor proteggerà i contenuti degli utenti

I creatori di contenuti non solo avranno strumenti migliori per produrre il loro lavoro, ma offriranno anche spazio a “servizi di segnalazione, protezione e monitoraggio senza attendibilità”. In questo servizio, la tecnologia blockchain viene utilizzata anche per l’autenticazione del copyright del contenuto.

Secondo iTaotaoke, questi servizi offrono un vantaggio competitivo in quanto hanno visto risultati positivi con la loro integrazione con WeChat. L’hosting decentralizzato protegge i contenuti creati e i creatori che utilizzano piattaforme di hosting video. Aumenterà anche la base di utenti di iTaotaoke in quanto consente risultati di marketing accurati che a loro volta facilitano il tracciamento che non può essere alterato.

Gli utenti hanno la possibilità di decidere se vogliono o meno che il loro contenuto sia registrato come “Proprietà intellettuale dell’autenticazione di prova dell’autenticazione del copyright”, prima di caricare un contenuto. iTaotaoke e VeChain hanno anche rilasciato una “Certificazione di autenticità”, che gli utenti possono scaricare.

 

Puoi acquistare VeChain su degli exchange tipo LivecoinBinance o HitBTC.

 

Qubit Hacker cerca scrittori capaci con una buona conoscenza delle criptovalute, della blockchain o del quantum computing. Contattaci: qubithacker@gmail.com

Ontology (ONT) sta scalando il ranking delle criptovalute di Coinmarketcap

Ontology (ONT) è una criptovaluta molto recente che ha condotto un airdrop di successo nei primi mesi del 2018. NEO Council ha distribuito circa 20 milioni di ONT e ha anche regalato 1000 ONT a ciascun utente che si era iscritto alla newsletter di Ontology.

Per una criptovaluta che è stata introdotta soltanto qualche mese fa, l’acquisizione di una capitalizzazione di mercato decente così come il prezzo del token è un compito titanico. Ontology sembra fare questo lavoro abbastanza facilmente in quanto detiene attualmente la 21ma posizione nel ranking di Coinmarketcap nel quale sono elencate quasi 1600 criptovalute differenti. 

Inoltre, il team di sviluppo di Ontology sta facendo importanti aggiornamenti nel suo sistema blockchain per rendere questa coin ancora più conveniente per i traders di tutto il mondo. 

Che cos’è Ontology (ONT)

Ontology è una rete pubblica che ha come scopo quello di rimuovere le barriere tra la blockchain e le aziende. Allo stato attuale, integrare una blockchain nell’infrastruttura di un’azienda è difficile e richiede il personale specializzato. 

Attraverso gli strumenti creati da Ontology, le aziende possono implementare dei meccanismi di fiducia e adattarli alle loro esigenze aziendali. In sostanza, il protocollo blockchain di Ontology apre le porte all’adozione globale della tecnologia blockchain nelle aziende. Elimina la curva di apprendimento e offre la personalizzazione di massa.

Su Livecoin puoi acquistare bitcoin con USD o EUR e senza la verifica dell’account

Il sistema blockchain ONT consiste in una serie di libri maestri distribuiti insieme ai contratti intelligenti. La piattaforma è in grado di personalizzare diverse blockchain pubbliche per varie applicazioni. La tecnologia di questa valuta digitale è basata principalmente sulla collaborazione tra le reti di catene con i rispettivi gruppi di protocolli. Per vari tipi di scenari distribuiti, Ontology offre moduli comuni sull’infrastruttura sottostante.

Questo efficiente sistema di blockchain è uno dei tanti motivi per cui questa valuta ha guadagnato tale popolarità in un così breve periodo di tempo.

Grazie alle sue possibili applicazioni, Ontology ha avuto un grande successo nell’attrarre l’interesse di venture capital e di altri investitori.

Le partnership di Ontology con le aziende venture capital

Il 4 aprile 2018, il team dietro Ontology ha annunciato la sua collaborazione con quattro imprese venture capital principali: Sequoia China, Matrix Partners China, Danhua Capital (DHVC) e ZhenFund. 

Lo scopo principale di questa cooperazione è di avviare un piano Co-Builder e cioé di costruire, servire e governare insieme l’intero ecosistema blockchain. Attraverso queste partnership, Ontology sarebbe in grado di sviluppare, sensibilizzare e incubare un ecosistema di fiducia distribuito per supportare le applicazioni aziendali reali e per creare una nuova generazione di infrastrutture pubbliche di blockchain. 

Ciascuna di queste quattro società di venture capital è probabile che aggiunga qualcosa di nuovo ed efficace all’ecosistema blockchain esistente di Ontology.

L’11 aprile, Ontology ha annunciato altre partnership importanti. Tembusu Partners, Accomplice, Hashed e Onchain parteciperanno nell’ecosistema del settore.

“Le partnership mirano a esplorare lo sviluppo delle applicazioni, la sensibilizzazione e l’incubazione e, insieme, costruiscono una nuova generazione di infrastrutture pubbliche di blockchain e un ecosistema di fiducia distribuito per supportare applicazioni e scenari aziendali reali” ha dichiarato Ontology.

Al momento della stesura di questo articolo il prezzo di ONT è di 4.47 $ e la sua capitalizzazione del mercato è di circa 1,081 miliardi di dollari. Fin dalla sua tokenizzazione, ONT ha mostrato una tendenza al rialzo costante senza drastiche riduzioni. Sembrava rimanere inalterato anche durante i recenti sconvolgimenti del mercato dovuti alla fluttuazione dei prezzi di Bitcoin. 

Se queste nuove partnership sono considerate la punta dell’iceberg, si può certamente concludere che Ontology potrebbe causare delle gravi perturbazioni nel ranking delle criptovalute entro la fine di quest’anno.

Compra le criptovalute su uno dei seguenti exchange LivecoinBitPandaExmoBinance o HitBTC.

Qubit Hacker cerca scrittori capaci con una buona conoscenza delle criptovalute, della blockchain o del quantum computing. Contattaci: qubithacker@gmail.com

Un investitore in Nano presenta la denuncia contro il team e chiede l’hard fork

Negli Stati Uniti è stata presentata una denuncia contro il core team di Nano. L’accusatore si chiama Alex Brola ed è rappresentato dallo studio legale Steven Miller.

Il team di Nano è stato accusato di violare le leggi sulla sicurezza degli Stati Uniti vendendo dei titoli non registrati e di fare affidamento sulla piattaforma di scambio di criptovalute BitGrail per la compravendita di Nano.

“Nano e i membri chiave del suo team principale hanno violato le leggi federali sui titoli e, nella loro spinta a introdurre XRB in un ampio mercato di investitori, hanno incautamente indirizzato gli investitori ad aprire conti e collocare le proprie attività con uno scambio di criptovalute poco conosciuto e gravemente turbato chiamato BitGrail, dove 170 milioni di dollari in XRB degli investitori sarebbero “scomparsi” nel febbraio 2018″

 

GRO ICO

 

L’exchange di criptovalute italiano è stato bandito nel mese di febbraio dopo che sono stati rubati 170 milioni di dollari in XRB (Nano era conosciuto come Raiblocks [XRB] prima). Alcuni accusano Francesco “Bomber” Firano, il fondatore di BitGrail di avere rubato il 13% di Nano circolanti dalla piattaforma che era l’unica per il trading di XRB.

Su Livecoin puoi acquistare bitcoin con USD o EUR e senza la verifica dell’account

La denuncia richiede dal team Nano di eseguire un hard fork per recuperare l’intero importo perso nel mese di febbraio. Più di un centinaio di investitori sono stati colpiti dall’incidente. Alex Brola è uno di loro con 50.000 $ investiti in Nano nel mese di dicembre 2017. Lo studio legale Silver Miller contatterà tutti gli investitori durante l’indagine.

La denuncia contro Nano o contro BitGrail?

Silver Miller è già un nome affermato nelle cause riguardanti le criptovalute. Se le prove risultassero contro BitGrail, verranno intraprese delle azioni legali nei confronti dell’azienda.

Sebbene il software Nano fosse open source, gli sviluppatori Nano fornivano i titoli senza licenza negli Stati Uniti a tutti gli utenti. È ancora da stabilire se la colpa per il furto è da parte di BitGrail o degli sviluppatori Nano dal momento che entrambe le parti si sono accusate a vicenda quando si è verificata la truffa. È stato trovato, però, che la piattaforma di scambio non installava correttamente il software Nano il che l’ha reso vulnerabile al furto.

Secondo la denuncia, la maggior parte dei detentori di criptovaluta è contro il team di BitGrail anziché contro gli sviluppatori Nano.

Compra le criptovalute su uno dei seguenti exchange LivecoinBitPandaExmoBinance o HitBTC.

Qubit Hacker cerca scrittori capaci con una buona conoscenza delle criptovalute, della blockchain o del quantum computing. Contattaci: qubithacker@gmail.com

 

Stellar Lumens (XLM): l’acquisto immediato con VISA o Mastercard confermato

Un recente tweet del team di Stellar Lumens conferma che la criptovaluta è disponibile sulla piattaforma di scambio di criptovalute denominata CEX.IO. La piattaforma di trading basata a Londra rende possibile agli utenti di scegliere la valuta desiderata (USD, EUR o BTC) per l’acquisto di Stellar Lumens.

Stellar Lumens ha recentemente twittato:

 

 

CEX.IO lista Stellar Lumens

CEX ha reso l’acquisto e la vendita estremamente facile e veloce, le transazioni sono fatte in base agli ordini Fill or Kill [FOK], il che significa che tutti gli ordini vengono eseguiti immediatamente.

I tassi di scambio vengono calcolati sul sito web CEX entro 120 secondi e quindi vengono congelati. Al fine di ridurre il rischio legato alla variazione dei prezzi, i tassi sono adeguati. Inoltre, l’exchange si assicura che gli utenti ricevano l’importo esatto concordato.

Se, mentre un utente sta eseguendo un ordine, c’è un cambiamento inaspettato nel tasso di cambio, l’utente viene informato sulla trasmissione dell’ordine in base alle condizioni concordate.

Il costo del servizio pari al 7% dell’importo della valuta fiat viene addebitato a tutti gli utenti.

Secondo CEX.IO, una volta confermato il trade, l’ordine è abbinato ad altri ordini sull’exchange e ci sono possibilità che un utente riceva una quantità maggiore rispetto all’importo concordato. Il team assicura che l’importo non sarà mai inferiore a quanto specificato.

Stellar Lumens è in ottava posizione su Coinmarketcap con 3,821 miliardi di dollari di capitalizzazione e al momento della scrittura di questa notizia il prezzo di Stellar è pari a 0.206469 $.

Compra le criptovalute su uno dei seguenti exchange LivecoinBitPandaExmoBinance o HitBTC.

Qubit Hacker cerca scrittori capaci con una buona conoscenza delle criptovalute, della blockchain o del quantum computing. Contattaci: qubithacker@gmail.com

 

Criptovalute: Ecco quanto hanno guadagnato gli exchange coreani nel 2017

Gli operatori degli exchange di criptovalute della Corea del Sud hanno raccolto enormi profitti nel 2017 a seguito della frenesia nazionale del denaro digitale.

Il fatturato annuale di BTC Korea.com, che è responsabile della borsa di criptovalute locale Bithumb, si è attestato a 333,4 miliardi di won (315,6 milioni di dollari) nel 2017, in aumento di 77 volte rispetto ai 4,3 miliardi di won guadagnati nel 2016. Il suo utile netto è salito da 2,5 miliardi di won a 427,2 miliardi di won nell’ultimo anno, secondo il rapporto di Vidente Co.

La principale fonte del reddito per BTC Korea è costituita dalle commissioni guadagnate dalle criptovalute.

Dunamu, che gestisce l’exchange di criptovalute Upbit, ha registrato l’anno scorso 211,4 miliardi di won dalle vendite e 198,3 miliardi di won di profitto che è considerato un profitto enorme dato che Upbit ha iniziato le sue operazioni soltanto nell’ottobre 2017.

Gli exchange di criptovalute della Corea del Sud sono trai più grandi al mondo

Upbit è l’operatore numero 1 in Corea del Sud, con una quota di mercato di oltre il 50%, seguita da Bithumb, Korbit e Coinone.

Le criptovalute sono diventate uno strumento di investimento molto popolare a partire dalla seconda metà dell’anno scorso, con circa 3 milioni di persone nella Corea del Sud che, si stima, abbiano acquistato e scambiato le criptovalute.

Ma la prospettiva per quest’anno potrebbe non essere così rosea a causa di una serie di regolamentazioni governative sul mercato e il crescente timore dello scoppio di una bolla speculativa e da un uso improprio delle criptovalute.

Su Livecoin puoi acquistare bitcoin con USD o EUR e senza la verifica dell’account

Come l’ultima misura, nel gennaio scorso il paese ha avviato un vero e proprio sistema commerciale per le criptovalute, vietando l’uso dei conti bancari anonimi nelle transazioni per impedire l’uso delle criptovalute per il riciclaggio di denaro sporco e altre attività illegali.

“Il volume degli scambi giornalieri ha raggiunto circa 4 trilioni di won a gennaio, ma è crollato nelle ultime settimane a un decimo”, ha detto Lee Jeong-ah, il vicepresidente di Bithumb, in un forum economico mercoledì, parlando sulle “troppo strette” regole del governo, che mancano “degli standard chiari e una comprensione della valuta virtuale”.

Per garantire una stabile fonte di reddito, la società intende mettere “una piattaforma finanziaria completa in cui le persone possono scambiare il denaro fisico da tutto il mondo in quello virtuale per il pagamento e la rimessa”, ha detto Lee.

Puntando a “chiari limiti nel ricorrere interamente alle commissioni di trading”, un altro operatore ha anche detto che la società “ha cercato di espandere la base del mercato ricercando nuovi canali per le opportunità di business”.

Compra bitcoin su uno dei seguenti exchange LivecoinBitPandaExmoBinance o HitBTC.

Qubit Hacker cerca scrittori capaci con una buona conoscenza delle criptovalute, della blockchain o del quantum computing. Contattaci: qubithacker@gmail.com

Criptovalute – L’ESMA impone il limite di leva finanziaria sul trading di CFDs

L’ESMA (Autorità europea sulla sicurezza mercati finanziari) ha annunciato il 27 marzo che imporrà delle restrizioni sulla leva dei prodotti finanziari derivati come i Contract for difference (CFD) e le opzioni binarie legati alle criptovalute.

L’ESMA ha dichiarato che le misure intraprese saranno temporanee e che entreranno in vigore tra un mese nel caso delle opzioni binarie e tra due mesi nel caso dei contratti CFD.

L’ESMA impone delle restrizioni sui CFD sulle criptovalute

Le misure restrittive sui CFD offerti agli investitori europei sono:

  • il limite di leva finanziaria 2:1 sull’apertura di ogni posizione
  • i traders devono fornire un margine iniziale del 50% del valore nozionale del CFD quando il sottostante è una criptovaluta – più del doppio del margine iniziale richiesto per qualsiasi altro CFD.
  • la protezione dal saldo negativo in base al conto in modo da fornire un limite globale garantito sulle perdite dei clienti
  • una restrizione agli incentivi offerti per negoziare i CFD
  • l’avviso di rischio specifico compresa la percentuale di perdite sui conti degli investitori di CFD, fornito in modo standardizzato

Su Livecoin puoi acquistare bitcoin con USD o EUR e senza la verifica dell’account

L’autorità europea sulla sicurezza mercati finanziari ha rilasciato un documento nel quale scrive:

“Le criptovalute sono una classe degli asset relativamente immatura che rappresenta un grosso rischio per gli investitori. L’ESMA e le NCA hanno delle preoccupazioni significative sull’integrità del processo di formazione dei prezzi nei mercati sottostanti alle criptovalute, il che rende intrinsecamente difficile per i clienti al dettaglio valutare questi prodotti.”

In passato, sia l’ESMA che altri regolatori e le istituzioni finanziarie hanno avvertito gli investitori sui rischi legati al trading delle criptovalute. Il mercato delle criptovalute presenta una volatilità molto elevata e l’introduzione del limite 2:1 sulla leva sul trading dei CFD “fornirebbe agli investitori una protezione sufficiente“.

Le misure concordate imporranno una restrizione di tre mesi per la commercializzazione, la distribuzione o la vendita di CFD agli investitori.

L’ESMA ha espresso la sua preoccupazione per il modo in cui i CFD sulle criptovalute e le opzioni binarie vengono commercializzati e proposti ai clienti. Le tecniche di pubblicizzazione aggressiva, l’offerta dei bonus o dei regali sotto forma di una vacanza, della macchina o dei prodotti elettronici creano negli investitori l’impressione del trading di questi asset come una caratteristica centrale del prodotto al punto che potrebbero non riuscire a valutare correttamente il livello del rischio associato al prodotto.

L’ESMA ha concluso che “A causa delle caratteristiche specifiche delle criptovalute come classe degli asset, il mercato degli strumenti finanziari che forniscono esposizione a criptovalute, come i CFD, sarà strettamente monitorato.” Sulla base delle sue conclusioni, l’ESMA “valuterà se sono necessarie delle misure più rigorose”.

Compra bitcoin su uno dei seguenti exchange LivecoinBitPandaExmoBinance o HitBTC.

Qubit Hacker cerca scrittori capaci con una buona conoscenza delle criptovalute, della blockchain o del quantum computing. Contattaci: qubithacker@gmail.com

Scoperti dei difetti in Monero che potrebbero rivelare l’identità degli utenti

Un gruppo di ricercatori provenienti da alcune istituzioni statunitensi ha scoperto una serie di difetti in Monero – una delle criptovalute cosidette “private” – che potrebbero rivelare l’identità non solo di chi utilizza Monero adesso, ma anche di quelli che l’hanno utilizzato nel passato.

I ricercatori dell’Università di Princeton, Carnegie Mellon, l’Università di Boston, MIT e l’Università di Illinois at Urbana-Champaign hanno condotto delle ricerche sul meccanismo che consente agli utenti di Monero di oscurare le loro transazioni.

Monero è progettato per mescolare ogni “moneta” Monero con altri pagamenti, in modo che chiunque, perlustrando la blockchain di Monero non possa collegarlo a una particolare identità o a una transazione precedente dalla stessa fonte. I ricercatori hanno indicato nel loro lavoro pubblicato a marzo del 2018 i difetti di quel mixaggio che consentono di estrarre comunque le singole transazioni.

Anche se nessuna di queste debolezze è del tutto nuova, essendo stata discussa dagli sviluppatori sin dal 2015, i ricercatori ritengono che gli utenti che effetuavano le transazioni prima di febbraio 2017 sono esposti ad un rischio significativo di deanonimizzazione. Potrebbero essere interessate più di 200.000 transazioni tra luglio 2016 e febbraio 2017.

Su Livecoin puoi acquistare Monero con USD o EUR e senza la verifica dell’account

I ricercatori hanno indicato due distinte incrinature nella non rintracciabilità di Monero, una delle quali è stata fissata in un update all’inizio del 2017, e una che persiste ancora oggi nonostante gli sviluppatori di Monero avessero preso dei provvedimenti per risolverlo.

Un difetto di Monero, risolto nel 2017, erano le mixin deducibili che potevano essere tracciate alle transazioni precedenti tramite l’analisi accurata. L’altro difetto è stato individuato nelle mixin che vengono campionate da una distribuzione che non assomiglia a una spesa reale e quindi gli input reali possono essere identificati.

Attualmente, dopo l’ultimo update di Monero, è possibile individuare la moneta reale il 45% delle volte, ma chi sceglie una “privacy coin” proprio per la sua caratteristica di garantire l’anonimato, avere una possibilitità su pressoché due di avere la transazione rintracciata, non è abbastanza rassicurante.

Bisogna notare che queste incrinature non identificano il destinatario della criptovaluta soltanto il mittente. Questo perché Monero nasconde gli indirizzi dei destinatari con una tecnica chiamata “indirizzi stealth”. Nonostante ciò, se un utente fa un pagamento a un exchange dove la sua identità e nota e poi esegue una transazione che dovrebbe rimanere anonima, rischia di essere identificato.

Una solozione al problema potrebbe essere il miglioramento del campionamento delle mixin. Avere un più grande set di “monete da esca” (decoy coins) in ogni transazione assicurerebbe un maggiore anonimato, ma influenzerebbe negativamente il livello di archiviazione che Monero richiede sui computer degli utenti e il tempo dell’esecuzione delle transazioni. Non vi sembra essere una soluzione ottimale.

Questo è un fatto preoccupante per chi spende Monero oggi contando sull’anonimato della criptovaluta e significa anche che la prova dei pagamenti precedenti non del tutto irrintracciabili rimane memorizzata per sempre nella blockchain di Monero.

Compra Monero su uno dei seguenti exchange LivecoinExmoBinance o HitBTC.

Qubit Hacker cerca scrittori capaci con una buona conoscenza delle criptovalute, della blockchain o del quantum computing. Contattaci: qubithacker@gmail.com

Le partnership finte – un modo per pompare le criptovalute e i token ICO

Quando a novembre del 2017 Reuters ha scritto che IOTA è in partnership con Microsoft, Samsung, Cisco, Volkswagen e Fujitsu e la CNBC ha confermato la notizia, il prezzo di IOTA ha subito una crescita del 90% in soltanto due giorni, partendo da 2.78$ e raggiungendo il massimo di 5.55$. Questo rialzo era sufficiente per soppiazzare XRP di Ripple e posizionarsi al quarto posto nel ranking di Coin Market Cap.

Pochi giorni dopo, è arrivata la smentita di alcune di queste partnership, con la CNBC che ha eliminato Cisco dal suo articolo e Dominik Schiener, il co-fondatore di IOTA, che ha ammesso di non essere partner di Microsoft:

“Non abbiamo mai menzionato che nessuna delle aziende che partecipano al mercato sono i nostri “partner “.  Li chiamiamo partecipanti “.

Il rappresentate di Microsoft ha confermato la notizia:

“IOTA è un cliente di Microsoft Azure e prevede di utilizzare Azure per testare e distribuire il suo Data Marketplace.”

Gli anunci delle partnership finte o esagerate si sono fatte strada nel mondo delle criptovalute e ICO dove l’utilizzo di un dato programma o di una data tecnologia può essere facilmente elevato allo status del partner officiale. La mancanza di regolamentazioni e la corsa ai finanziamenti dei progetti ha fatto del mercato delle criptovalute uno strumento perfetto guidato dai rumours e dalle notizie.

Il 10 gennaio, Tron ha annunciato una partnership con Baofeng descritto come “Netflix cinese“. La partnership era vera con tanto di un annuncio ufficiale del CEO di Bfc.Baofeng.com, Tianlong Cui. Una notizia così non poteva passare inosservata e lo stesso Justin Sun, il creatore di Tron, l’ha descritta come “spaziale”, ma mentre sul sito web tron.network notiamo altre partnership, non vi è segno della più grossa e importante di tutte e cioé quella con Baofeng.

Il caso di CarVertical e BMW è stato un altro tentativo di spacciare per una collaborazione ciò che non era altro che l’utilizzo dei dati forniti da BMW, che tra l’altro, sono disponibili all’utilizzo da qualsiasi terza parte. In un tweet ufficiale CarVertical ha scritto:

“La grande notizia di cui parlava la comunità è finalmente qui. carVertical annuncia con orgoglio la partnership con BMW Group. Entrambe le aziende collaborano per creare i primi report sempre connessi per le auto.”

 

Su Livecoin puoi acquistare bitcoin con USD o EUR e senza la verifica dell’account

 

La BMW ha poi smentito la notizia su Twitter dicendo che “non è entrata in cooperazione/partnership con carVertical”.

 

Ironicamente, CerVertical, invece di chiedere scusa per avere esagerato il significato della connessione con BMW, ha ringraziato il produttore di macchine tedesco per la conferma della partnership linkando al post dove ha scritto che la start up è stata vittima di un ricatto:

“Prima che questo FUD venisse alla luce, siamo stati ricattati e abbiamo chiesto di pagare 5 milioni di token cV a qualcuno … Quando ci siamo rifiutati, lui ei suoi partner hanno iniziato un attacco coordinato … diffondendo false informazioni”.

 

Lo stesso giorno, BMW ha risposto a un altro tweet di un utente che chiedeva conferme riguardo alla partnership con VeChain annunciata all’evento di rebranding. La compagnia tedesca ha risposto:

“BMW non ha stipulato una cooperazione / partnership con la Fondazione VeChain. La compagnia sta utilizzando la nostra interfaccia BMW CarData disponibile a qualsiasi terza parte.”

Evidentemente, la compagnia stessa ha fatto la confusione in quanto, pochi minuti più tardi, si è corretta scrivendo che VeChain sta partecipando nel programma BMW Startup Garage e che BMW Group è un venture client.

 

Il mondo delle criptovalute e sopratutto quello delle ICO è pieno di casi delle partnership finte o esagerate e, spesso, le compagnie coinvolte lo vengono a sapere per ultime. Le start up vogliono scalare i ranking raccogliendo più capitale possibile; sfruttare i nomi delle grandi marche è la strada più facile per farlo. Purtroppo, ciò che si rivela come un pump veloce ed efficace nutrito dai rumours e dalle dichiarazioni false, viene subito fuori, facendo scendere il prezzo del token o della criptovaluta in questione e portando via gli investimenti degli utenti innocenti.

Compra bitcoin su uno dei seguenti exchange LivecoinBitPandaExmoBinance o HitBTC.

Qubit Hacker cerca scrittori capaci con una buona conoscenza delle criptovalute, della blockchain o del quantum computing. Contattaci: qubithacker@gmail.com

La Litecoin Foundation ha annuciato che LitePay ha cessato l’attività

La Litecoin Foundation ha annunciato il 26 marzo che LitePay, l’azienda che doveva processare i pagamenti con litecoin, ha cessato la sua attività. Anche Charlie Lee, il creatore di litecoin, ha scritto un tweet pronunciandosi “dispiaciuto per aver fatto pubblicità a questa società”.

Il piano di LitePay di offrire un portafoglio e una carta di debito LitePay attraverso la quale gli utenti potevano convertire litecoin in dollari americani è stato accolto con grande entusiasmo.  Le operazioni di lancio del processore di pagamenti in 41 paesi del mondo sono state avviate a febbraio, ma quando il lancio non è avvenuto, sia la Litecoin Foundation sia Charlie Lee, sono stati accusati dagli utenti di avere gestito male la situazione e di rovinare la reputazione di litecoin.

 

Su Livecoin puoi acquistare Litecoin con BTC, USD o ETH e senza la verifica dell’account.

 

La Litecoin Foundation ha scritto sul proprio sito che Kenneth Asare, il CEO di LitePay, ha contattato la fondazione dicendo che “ha cessato tutte le operazioni e si sta preparando a vendere la compagnia”.

La fondazione aveva già contattato Asare qualche settimana prima esprimendo preoccupazioni per la “natura non trasparente” di LitePay.

“Fu in quel momento che Kenneth chiese alla fondazione ulteriori fondi per continuare le operazioni. La fondazione ha rifiutato qualsiasi ulteriore finanziamento in quanto non è stato in grado di fornire un quadro soddisfacente di dove erano stati spesi i soldi e ha rifiutato di entrare nei dettagli esatti della società e di mostrare prove oggettive per sostenere le sue dichiarazioni.”

La fondazione ha espresso le sue scuse e ha promesso di fare più ricerche in futuro riguardo ai progetti.

“Litecoin stava facendo perfettamente bene prima della promessa di LitePay e continuerà a farlo. L’ecosistema è molto più grande di una società ed è in continua crescita con il sostegno di molti altri con prodotti pronti per il mercato che si uniscono allo spazio e rispettano le loro promesse per rendere più facile per il mondo utilizzare Litecoin.”

 

Compra Litecoin su LivecoinBitPandaExmoBinance o HitBTC.

 

Qubit Hacker cerca scrittori capaci con una buona conoscenza delle criptovalute, della blockchain o del quantum computing. Contattaci: qubithacker@gmail.com

Dash integrato in Payza come l’alternativa al bitcoin

Payza, una compagnia di trasferimento del denaro online, ha annunciato il 15 marzo l’integrazione di dash nei suoi servizi.

Payza è stata il primo e-wallet a consentire ai suoi membri di utilizzare bitcoin per i trasferimenti, pagamenti o per gli acquisti e da ieri, da la possibilità di utilizzare dash allo stesso modo.

Dash è attualmente al decimo posto per capitalizzazione del mercato mentre nel corso del 2017 il suo valore è cresciuto del 5000%.

Payza supporta non solo dash e bitcoin, ma anche 25 criptovalute differenti che significa che non c’è più bisogno di tenere un wallet dedicato alle criptovalute.

Con questo ultimo aggiornamento, i membri di Payza possono detenere dash nei propri account, inviarlo istantaneamente ad altri membri e scambiare dash per altre valute (incluso bitcoin) interamente nel proprio account Payza.

Il supporto di dash prevede anche le commissioni molto basse: non ci sono commissioni per il deposito di dash sull’account Payza, la quota di prelievo è di 0,000005 dash (la commissione del miner), e la commissione per ricevere dash è dell’1,2% per transazione, che è inferiore alla tariffa di ricezione standard di Payza del 2,9% + $ 0,30.

“Ci sono diversi motivi per cui abbiamo scelto dash come seconda criptovaluta integrata nella nostra piattaforma, dopo bitcoin. Dash vanta le tariffe di rete basse e transazioni veloci, due caratteristiche che gli utenti cercano in una criptovaluta “, ha affermato Firoz Patel, il CEO di Payza. “Dash ha anche una comunità vivace e attiva, specialmente nei paesi in via di sviluppo, che ci attrae come una società che si concentra anche sul potenziamento delle popolazioni che non hanno l’accesso ai conti bancari. Infine, dash è user-friendly e ha una roadmap per migliorare ulteriormente l’usabilità.”

Insiema alla notizia dell’aggiunta di dash, Payza ha annunciato anche la sua partnership con BlockCypher che si specializza nelle soluzioni blockchain e offre prodotti agnostici blockchain. Grazie a questa collaborazione il servizio di e-wallet di Payza si espandera ad altre criptovalute.

“Ci stiamo già preparando a lanciare il pieno supporto per ethereum e litecoin nelle prossime settimane e stiamo esplorando anche altre integrazioni di criptovalute.”

Acquista bitcoin e dash su LivecoinBitPandaExmoBinance o HitBTC.

Su Livecoin puoi acquistare bitcoin o dash con USD o EUR e senza la verifica dell’account.

 

Qubit Hacker cerca scrittori capaci con una buona conoscenza delle criptovalute, della blockchain o del quantum computing. Contattaci: qubithacker@gmail.com

La Barclays raggiunge l’accordo con Coinbase e abbraccia le criptovalute

Coinbase, uno dei più grandi exchange di criptovalute, ha raggiunto un accordo molto raro con una banca britannica, Barclays che gli permetterà di aprire un conto in banca.

Grazie a questo accordo i clienti britannici dell’exchange potranno facilmente acquistare e vendere le criptovalute, ha detto mercoledì il capo dell’exchange britannico. Nonostante il Regno Unito fosse il più grande mercato europeo per Coinbase,  i clienti dovevano, in precedenza, trasferire sterline in euro e passare attraverso una banca estone, cosa che rendeva tutto il processo molto lento e costoso.

“Avere dei pagamenti domestici in GBP con Barclays riduce i costi, migliora l’esperienza del cliente … e velocizza la transazione”, ha dichiarato Zeeshan Feroz, il CEO di Coinbase UK.

Anche se il crescente interesse sia per le criptovalute sia per la tecnologia blockchain sottostante fosse in aumento, alcune banche hanno deciso di limitare la possibilità dei suoi clienti di acquistare le valute virtuali per paura che un brusco calo dei prezzi potrebbe lasciare i clienti senza la capacità di rimborsare i debiti. La paura del lavaggio del denaro sporco ha anche giocato la sua parte nella reticenza delle banche di aprire i conti agli exchange di criptovalute.

Feroz ha dichiarato che l’Unione Europea, guidata dal Regno Unito, è stata nel 2017  il mercato di Coinbase in più rapida crescita. La startup con la sede a San Francisco e con circa 12 milioni di utenti è una delle più importanti aziende focalizzate sul bitcoin e prevede di avere centinaia di persone che lavorano nella sua sede londinese entro la fine dell’anno.

La notizia dell’accordo arriva poco dopo che le autorità finanziarie e i regolatori statunitensi hanno avvertito sulle criptovalute. In Europa, il governatore della Bank of England, Mark Carney, ha recentemente chiesto una maggiore regolamentazione delle criptovalute, definendo la sua enorme volatilità “una mania speculativa”.

A febbraio è stata anche lanciata un’inchiesta sulle valute virtuali per esaminare i rischi posti ai consumatori, alle imprese e al governo.

Nonostante questo, Feroz ha detto che Coinbase ha ricevuto una licenza dal regolatore finanziario britannico per emettere la moneta elettronica e fornire dei servizi di pagamento nel Regno Unito e in tutta l’UE, aggiungendo un altro livello di legittimità alla sua attività.

Ha detto che Coinbase ha già seguito le regole normative riguardanti la verifica dei clienti e le procedure antiriciclaggio e che l’autorizzazione rilasciata dalla Financial Conduct Authority mostra la conformità dell’azienda e che gli standard operativi sono “alla pari con le attività di servizi finanziari tradizionali”.

Puoi acquistare bitcoin su degli exchange tipo LivecoinBitPandaExmoBinance o HitBTC.

Su Livecoin puoi acquistare bitcoin con USD o EUR e senza la verifica dell’account.

 

Qubit Hacker cerca scrittori capaci con una buona conoscenza delle criptovalute, della blockchain o del quantum computing. Contattaci: qubithacker@gmail.com

Playboy si fionda sulla blockchain, pianifica un cripto wallet

L’editore della popolare rivista Playboy e la compagnia multimediale, la Playboy Enterprises, Inc. ha annunciato che sta sviluppando un portafoglio dei pagamenti online che supporterà le criptovalue attraverso tutti i suoi canali multimediali.

Playboy.TV sarà la prima delle piattaforme multimediali della società a presentare il nuovo portafoglio digitale che consentirà alla piattaforma online di accettare  VIT ( Vice Industry Token ) e altre criptovalute principali, per accedere ai contenuti esclusivi del marchio, ha dichiarato la società. Integrandosi con VIT, i visitatori saranno in grado di pagare e guadagnare i token per visualizzare i contenuti originali di Playboy.TV, oltre a commentare e votare.

“Visto che la popolarità dei metodi di pagamento alternativi continua a crescere in tutto il mondo, insieme alla portata delle piattaforme digitali di Playboy, abbiamo ritenuto importante dare ai nostri 100 milioni di consumatori mensili una maggiore flessibilità di pagamento”, ha dichiarato Reena Patel, il CEO di Licensing e Media per Playboy Enterprises, Inc.

“Questa innovazione dà ai milioni di persone che amano i nostri contenuti, così come quelli che in futuro parteciperanno alle nostre piattaforme di gioco casual, AR e VR, più scelte per quanto riguarda il pagamento e, nel caso di VIT, un’opportunità per essere premiati per interagire con le offerte di Playboy. “

Vice Industry Token, una piattaforma blockchain decentralizzata e token crittografico che premia gli spettatori solo per guardare i contenuti, è stata lanciata all’inizio di quest’anno ed è attualmente nel bel mezzo di una vendita di massa che termina il 20 marzo. A febbraio, la società ha annunciato di aver raccolto USD 22 milioni in sole 24 ore.

Il nuovo portafoglio digitale dovrebbe essere disponibile prima della fine dell’anno. Playboy Enterprises, Inc. ha anche in programma di integrare la criptovaluta nelle sue iniziative dei giochi casuali, AR e VR in futuro.

Puoi acquistare bitcoin su degli exchange tipo LivecoinBitPandaExmoBinance o HitBTC.

Su Livecoin puoi acquistare bitcoin con USD o EUR e senza la verifica dell’account.

 

Qubit Hacker cerca scrittori capaci con una buona conoscenza delle criptovalute, della blockchain o del quantum computing. Contattaci: qubithacker@gmail.com

MoneroV sposta la data del hard fork e si rende più credibile

Il team dietro a MoneroV sposta la data del hard fork di sei settimane circa, dando come giustificazione “una domanda crescente e le aspettative più alte da parte degli utenti, degli exchange e delle grandi mining pools.” MoneroV ha dichiarato che la data dell’istantanea della blockchain verrà posticipata al 30 aprile o al blocco 1564965.

MoneroV è stato labellato da tanti come uno scam-fork di Monero per una serie di motivi più o meno validi.

Quali sono i motivi per cui MoneroV è considerato uno scam?

  1. La data del hard fork è stata inizialmente programmata per il 14 marzo mentre proprio a marzo capitava l’update della blockchain originale di Monero. Gli utenti e i developers di Monero hanno quindi accusato gli scissionisti di approfittare della possibile confusione delle date.
  2. MoneroV non ha finora previsto nessun supporto da parte di un exchange di criptovalute alzando la bandierina rossa degli utenti che, senza nessun exchange a supporto di MoneroV e della sua coin XMV, non potrebbero vendere le sue coin. Bitfinex ha recentemente twittato che, MoneroV non ha finora inviato i documenti necessari per la revisione dell’inclusione di XMV nella lista delle coin supportate.
  3. MoneroV ha dichiarato che si riserva il diritto di possedere il 10% delle XMV preminate
  4. Il team dietro a MoneroV è completamente sconosciuto
  5. MoneroV ha chiesto ai possessori di Monero di fornire le proprie chiavi private ai loro wallet e, mentre gli esperti del settore sanno ormai come fare per non perdere i fondi con gli hard fork, gli utenti inesperti si sono insospettiti

MoneroV non è un hard fork officiale di Monero, ma promette 10 XMV per ogni XMR posseduto nel wallet nel momento della presa dell’istantanea della blockchain Monero.

Dal suo ultimo blog post sul sito officiale risulta che il team ha preso in considerazione le accuse della comunità intorno a Monero e ha deciso di reagire prontamente per essere più credibile. MoneroV scrive nel post che il tempo che si prende spostando la data del hard fork dovrebbe servire a:

  • aiutare i cinque migliori exchange di Monero a listare XMV
  • aiutare le mining pools ad avere il tempo necessario per implementare MoneroV in modo che “MoneroV sia più stabile e robusto”
  • permettere agli utenti di avere il tempo per spostare XMR nel wallet Monero e sincronizzarlo
  • non creare confusione tra l’update di Monero e il hard fork
  • testare le procedure che serviranno a mitigare un problema che è stato sollevato riguardo alle ring-signatures e la diminuizione della privacy

 

Acquista Monero su degli exchange tipo LivecoinExmoBinance o HitBTC.

 

Uno dei motivi della diffidenza degli investitori era il problema della doppia spesa, ma MoneroV ha dichiarato che ha la replay protection che significa che le transazioni sulla blockchain Monero non potranno essere rifatte sulla blockchain MoneroV.

MoneroV cerca di proteggersi dagli scam avvertendo i potenziali utenti dei siti scam che promettono gli airdrop di ETH e di XMV. Il team anonimo dietro la coin giustifica anche la sua scelta di non rendere pubblico il codice sorgente del GUI MoneroV wallet per impedire i tentativi di phishing utilizzando un wallet GUI MoneroV clonato. “Questa è una pratica comune simile ai precedenti eventi degli hard fork importanti”, scrive MoneroV. Il codice sorgente di MoneroV, incluso il portafoglio della GUI MoneroV, il daemon MoneroV e tutte le altre dipendenze dall’account Github verranno pubblicati su Github dopo il hard fork e in un secondo momento verranno rilasciati in forma scaricabile.

I possessori di XMR saranno in grado di estrarre i loro XMV in qualsiasi momento in futuro utilizzando le credenziali di un portafoglio Monero vuoto basta che al momento della presa dell’istantanea vi erano presenti XMR.

 

 

Su Livecoin puoi acquistare Monero con USD o EUR e senza la verifica dell’account.

 

Qubit Hacker cerca scrittori capaci con una buona conoscenza delle criptovalute, della blockchain o del quantum computing. Contattaci: qubithacker@gmail.com

 

La Cina sta sviluppando la propria valuta digitale

Oggi, alla fine della sessione annuale del parlamento, Zhou Xiaochuan, il governatore della Banca Popolare Cinese (PBOC) ha parlato delle valute digitali.

Il 27 febbraio la Banca Centrale della Cinese ha affermato che sta studiando la questione della moneta digitale. Ci sono orari e tabelle di marcia per il lancio ufficiale della moneta digitale. Zhou ha risposto a una serie di domande e qui c’è la trascrizione (traduzione del cinese della versione orginale del comunicato stampa) della conferenza stampa.

Alla domanda posta da un giornalista: “Come vede il futuro dell’applicazione della moneta digitale?” il governatore Zhou ha risposto:

“Bisogna notare che la Banca Popolare della Cina ha iniziato a organizzare i seminari sulle valute digitali più di tre anni fa, poi è stato istituito l’Istituto di Ricerca sulla moneta digitale della Banca Centrale. L’ultima azione è quella di organizzare congiuntamente le attività di ricerca e lo sviluppo distribuito e fare l’affidamento sul mercato: un modo cooperativo per sviluppare la moneta digitale. Concettualmente, il concetto di valuta digitale nelle nostre menti non è lo stesso: il nome di R & S utilizzato dalle banche centrali è “DC / EP”. DC, valuta digitale, che è la valuta digitale, EP, pagamento elettronico, è pagamento elettronico. Che cos’è il pagamento elettronico? La cosa di pagamento è in realtà la cosa digitale trasmessa attraverso la comunicazione mobile o altro sistema di rete: non è una valuta cartacea, quindi il pagamento elettronico è anch’esso una proprietà della valuta digitale.

Perché connettere questi due? Dobbiamo prima chiarire uno scopo: studiare la valuta digitale non significa che il denaro sia utilizzato per ottenere l’applicazione di una determinata soluzione tecnica, ma essenzialmente il perseguimento della convenienza, della rapidità e del basso costo di un sistema di pagamento al dettaglio. Bisogna anche considerare la sicurezza e proteggere la privacy. Questi articoli possono essere basati sulla blockchain o sulla tecnologia di contabilità distribuita, valuta digitale basata su DLT [distributed ledger tochnology] o tecnologie che si sono evolute dai pagamenti elettronici esistenti. Allo stato attuale, esistono classificazioni preliminari del percorso tecnico per la valuta digitale nel mondo, indicando che potrebbe anche avere una varietà dei possibili sistemi. Va detto che lo sviluppo della moneta digitale non è solo un’inevitabilità dello sviluppo tecnologico: in futuro, potrebbe essere che le forme tradizionali della moneta cartacea e delle monete si ridurranno gradualmente, e potrebbero persino esistere un giorno, anche questa possibilità esiste.

Durante tutto il processo, dovremmo prestare attenzione alla stabilità finanziaria globale, la prevenzione dei rischi, mentre la moneta digitale come moneta è interessante, al fine di garantire che il meccanismo di trasmissione della politica monetaria delle politiche di stabilità finanziaria, e per proteggere i consumatori. Esistono alcune soluzioni tecniche che possono comportare rischi eccessivi e causare perdite per i consumatori in caso di problemi. In particolare, per le economie dei grandi paesi, dobbiamo evitare perdite così sostanziali e irreparabili, quindi dobbiamo stare attenti. In questo processo, dobbiamo passare attraverso test approfonditi e test locali. Dopo che sarà affidabile, lo promuoveremo. Nel 2017, la Banca Popolare ha organizzato un progetto di ricerca di denaro digitale e pagamenti elettronici, dopo l’approvazione formale da parte del Consiglio dello Stato, attualmente tutti i membri dell’organizzazione vanno avanti.

Tutti possono anche vedere sul mercato che la valuta digitale ha causato molte discussioni in certi aspetti e che ci sono anche molti rischi: i prezzi hanno visto molte fluttuazioni. Il motivo principale è che ci sono alcune applicazioni tecniche che non si concentrano sull’applicazione della moneta digitale nel pagamento al dettaglio, ma sono passate a transazioni di beni virtuali. Crediamo che bisogna stare più attenti nella virtuale attività di negoziazione, di scambio di asset virtuale dal punto di vista della Cina, non è in linea con i nostri prodotti finanziari e servizi finanziari al servizio della direzione dell’economia reale. Così, durante tutto il processo, non essere troppo ansiosi, costante sviluppo, e ordinato svolgimento del test, cogliere la direzione, per sottolineare i servizi finanziari per l’economia reale, migliorare l’efficienza, ridurre i costi, evitare che un prodotto diventi un’eccessiva speculazione. Proprio ora abbiamo presentato a tutti l’attuale piano di ricerca e sviluppo, che entrerà nella fase dei test quando sarà sviluppato in una certa misura. Questo è quello che posso dire ora. Grazie”

 

Agenzia Stampa Xinhua:

“Negli ultimi due anni, le piattaforme delle criptovalute come il finanziamento del Bitcoin ICO sono state un tema molto caldo. Abbiamo visto che la Banca Centrale e varie autorità di regolamentazione hanno preso una forte supervisione e raggiunto alcuni risultati iniziali. Quali sono le considerazioni a riguardo? Quale tipo di politica normativa introdurrà successivamente? Grazie”

Zhou Xiaochuan:

“Le misure che hai menzionato potrebbero essere state osservate da te, stai dicendo come pensare dietro le quinte. Prima di tutto, abbiamo appena risposto alle domande relative a questo, il che significa che la Banca Centrale ha iniziato a prestare l’attenzione alle nuove tecnologie nel campo della scienza e della tecnologia finanziaria, organizzato dei seminari e istituito istituti di ricerca. A questo proposito ha fatto molto lavoro e ha fatto molto allo stesso tempo. Lo studio del programma, che mostra per primo il nostro atteggiamento generale nei confronti della tecnologia. Allo stesso tempo, siamo anche molto preoccupati per l’applicazione della blockchain e della tecnologia di pagamento distribuito. Allo stesso tempo, pensiamo che questi R & D dovrebbero essere più prudenti: alcune cose come Bitcoin e alcuni altri prodotti di biforcazione sono troppo veloci e non prudenti: se vengono espanse o diffuse rapidamente, possono portare molto ai consumatori. Impatto negativo Allo stesso tempo, potrebbe anche avere effetti imprevedibili sulla stabilità finanziaria e sulla trasmissione della politica monetaria. Pertanto, riteniamo positivo studiare alcune cose nuove, ma oltre alla motivazione del mercato, dobbiamo anche considerare la situazione generale e la situazione generale, non dobbiamo scavare alcune lacune politiche e inventare eventi esplosivi.

Inoltre, prima di investire nell’operazione reale, è necessario considerare il rapporto con il consumatore e il rapporto con l’investitore. Pertanto, se il test non è sufficiente o se i risultati del test non sono ampiamente riconosciuti, una rapida espansione potrebbe causare alcuni problemi. Pertanto, dal punto di vista della Banca Centrale, il primo è l’arresto involontario dei prodotti, e alcuni prodotti promettenti devono anche essere testati, certificati e, in effetti, più affidabili da promuovere in seguito. Pertanto, abbiamo notato che la prassi della nostra banca centrale era quella di fermare l’ICO alla fine di agosto dello scorso anno, quindi abbiamo seguito da vicino le transazioni dirette tra Bitcoin e RMB. Inoltre, l’attuale valuta virtuale come Bitcoin viene utilizzata come strumento di pagamento al dettaglio come banconote, monete e carte di credito, al momento non la riconosciamo, il sistema bancario non accetta o fornisce servizi correlati.

La supervisione del futuro, prima di tutto, è molto dinamica, dipende dalla maturità della tecnologia, ma dipende anche dal test finale, dalla situazione di valutazione. Pertanto, questo dovrebbe essere considerato come ancora da osservare, né è necessario dire che tipo di misure normative saranno adottate a breve. Inoltre, come ho appena detto, considerando queste nuove tecnologie, dobbiamo essere chiari sulla direzione dei servizi: non ci piace l’idea di creare un prodotto speculativo e lasciare che le persone abbiano una fantasia notturna. Che cosa positiva, ma ha sottolineato la necessità di servire l’economia reale. Poiché si dice che si desidera utilizzare la valuta digitale, è necessario considerare la protezione che dà davvero ai consumatori, porta efficienza al mercato al dettaglio, porta a costi bassi e porta sicurezza e privacy. Inoltre, è necessario considerare la situazione generale, che non dovrebbe essere utilizzata per affermare che è in conflitto con l’attuale stabilità finanziaria e che è direttamente in conflitto con l’attuale ordine finanziario. Naturalmente, se si dice che lo sviluppo tecnologico porterà cambiamenti all’ordine finanziario originario, richiederà anche un’attenta ricerca e argomentazione prima che venga introdotta. Pertanto, in generale, lo sviluppo tecnologico è un processo dinamico: durante questo processo, le persone stanno gradualmente esplorando: nel processo di esplorazione, non si può dire che in futuro ci sarà qualche tipo di politica normativa. Per studiare questi problemi, la banca centrale collabora strettamente con i partecipanti al mercato e ascolta le opinioni del grande pubblico, in particolare dei media. Grazie”

 

Il corrispondente della Central People’s Radio:

“Dalla pratica degli ultimi anni, le innovazioni finanziarie come P2P e Bitcoin tendono ad essere piccole, ma lo sviluppo si è diffuso rapidamente. La mia domanda è: quale tipo di sistema o meccanismo per la supervisione dell’innovazione considereremo in futuro per garantire l’individuazione tempestiva di tali attività finanziarie e la prevenzione tempestiva dei possibili rischi? Grazie”

Zhou Xiaochuan:

“Va detto che questo è un nuovo argomento che è emerso di recente: in passato, il sistema finanziario è sempre stato molto ben bilanciato con l’innovazione tecnologica, e il sistema finanziario è sempre stato un fedele sostenitore e utente dell’innovazione tecnologica. Possiamo immaginare che dall’inizio dei primi anni dei computer, dall’inizio della cosiddetta ricostruzione del sistema di comunicazione precoce, dall’emergere delle telecomunicazioni, l’emergere delle reti di computer, si vede nel settore finanziario della comunità, banche, mercati dei titoli, sono il più grande computer Gli acquirenti sono anche utenti molto grandi di Internet. Il sistema finanziario era anche un utente di cloud storage in anticipo. Il primo sistema di archiviazione su larga scala dei dati dei clienti si è verificato nel sistema bancario. I nostri scambi finanziari, comprese le borse, sono tutte comunicazioni in rete, elaborazione ad alta velocità e data mining. Sono i più fedeli operatori di cloud computing.

Recentemente c’è stato un caso, ci sono un certo sviluppo tecnico del più veloce, con meno convenzionali come diretta conseguenza della applicazione della tecnologia, oltre che creano nuovi prodotti finanziari e di creare nuovi segmenti di mercato finanziario, questo approccio non è molto in passato. Dopo che la nuova tecnologia è uscita, l’hanno usata e in pratica hanno afferrato la direzione e l’ambito dell’applicazione. Ora ci sono alcuni nuovi, questa nuova cosa è che abbiamo prima impegnati a seguire da vicino insieme, e poi se v’è una nuova tecnologia messa immediatamente in uso, per diventare il nuovo prodotti finanziari o nuovo segmento di mercato di scambio finanziario, abbiamo Pensa attentamente. Secondo le regole attuali, devi presentare domanda per la domanda, la valutazione deve anche essere valutata e verrà condotta successivamente. Allo stesso tempo, sottolineiamo in particolare una delle cosiddette protezioni del consumatore e protezione degli investitori: dovresti prestare attenzione a queste cose e avrà una vasta gamma di effetti nella società.

Allo stesso tempo, dobbiamo anche rafforzare la formazione degli investitori o l’educazione dei consumatori. Dobbiamo sapere che per alcuni prodotti particolarmente nuovi, le persone non hanno toccato nulla, in passato non ne sapevano molto, devono imparare a pensarci e poi usarli, se si vuole usarli, si assumono i rischi a proprio rischio. Né è del tutto possibile per i regolatori gestire. Da un lato, la supervisione deve pensare a modi per imparare a stare al passo con la nuova situazione, d’altra parte, ci sono alcune regole che devono essere rispettate. Infine, è necessario aumentare la pubblicità e l’educazione per i consumatori e gli investitori e stabilire un atteggiamento responsabile. Grazie”

 

Leggi la nostra guida su dove comprare le criptovalute con EUR o USD senza dover verificare l’account

Puoi acquistare EOS su degli exchange tipo LivecoinExmoBinance o HitBTC.

 

Qubit Hacker cerca scrittori capaci con una buona conoscenza delle criptovalute, della blockchain o del quantum computing. Contattaci: qubithacker@gmail.com

Gli exchange che listano le ICO sono “potenzialmente illegali”

Il principale ente di regolamentazione dei titoli statunitense,  la Securieties and Exchange Commission (SEC), ha segnalato la sua intenzione di reprimere gli scambi di criptovalute per presunte violazioni delle leggi federali che regolano il commercio dei titoli.

In una dichiarazione pubblica rilasciata il 7 marzo e intitolata “Dichiarazione sulle piattaforme online potenzialmente illegali per la negoziazione dei beni digitali” la SEC scrive che gli exchange di criptovalute sono diventati popolari per comprare e vendere i titoli digitali inclusi i token offerti nelle  Initial Coin Offerings (ICO) e che questi exchange che vendono i titoli considerati “securities” devono registrarsi presso la SEC come exchanage di securities nazionali o essere esentati dalla registrazione:

“Alcune di queste piattaforme forniscono un meccanismo per la negoziazione dei beni che soddisfano la definizione di “sicurities” ai sensi delle leggi federali sui titoli. Se una piattaforma offre la negoziazione delle risorse digitali che sono securities e opera come un “exchange”, come definito dalle leggi federali sui titoli, la piattaforma deve registrarsi presso la SEC come exchange di securities nazionale o essere esentata dalla registrazione.”

Mentre tante emittenti di token hanno cercato di eludere la SEC categorizzando i loro token come utilitari (“utility token”), il presidente della SEC, Jay Clayton, ha detto in precedenza che la maggior parte delle ICO che ha osservato costituiscono le offerte delle securities.

Negli Stati Uniti, il test per determinare se una transazione è un “contratto di investimento” e quindi un titolo come definito nello Securities Act del 1933 e nel Securities Exchange Act del 1934, è stato formulato in Securities and Exchange Commission v. WJ Howey Co. , 328 US 293 (1946).

Come afferma Micha Benoleil, il test di Howey è il seguente:

  • È un investimento di denaro o di beni?
  • È un’investimento di denaro o di beni in un’impresa comune?
  • C’è un’aspettativa dei profitti dall’investimento?
  • Qualche profitto deriva dagli sforzi di un promotore o di una terza parte?

Se la risposta a queste domande sono state affermative, allora il token viene categorizzato come un “securities token” e non può essere scambiato sulle piattaforme non regolamentate.

Nella regolamentazione rientrano non soltanto gli exchange che facilitano il trading di questi token, ma anche i servizi che offrono direttamente o indirettamente servizi di trading o altri servizi relativi alle attività digitali che sono securities. I servizi wallet possono essere classificati come tali nonostante essi non soddisfino la definizione di uno scambio ai sensi delle leggi federali sui titoli.

“Ad esempio, alcune piattaforme offrono dei servizi di portafoglio digitale (per conservare o archiviare delle risorse digitali) o effettuare le transazioni in risorse digitali che sono securities. Questi e altri servizi offerti dalle piattaforme possono innescare altri requisiti di registrazione ai sensi delle leggi federali sui titoli, tra cui broker-dealer, agente di trasferimento o registrazione di un’agenzia di compensazione, tra le altre cose.”

Quest’ultimo sviluppo della repressione delle ICO non conforme alla legge fa seguito alla recente relazione secondo la quale la SEC aveva emesso le subpoena a circa 80 operatori ICO, chiedendo loro di consegnare i documenti relativi alla struttura delle loro vendite di token.

 

Puoi acquistare bitcoin su degli exchange tipo LivecoinBitPandaExmoBinance o HitBTC.

Su Livecoin puoi acquistare bitcoin con USD o EUR e senza la verifica dell’account.

 

Qubit Hacker cerca scrittori capaci con una buona conoscenza delle criptovalute, della blockchain o del quantum computing. Contattaci: qubithacker@gmail.com