Ethereum pubblica il codice di Casper: il nuovo meccanismo di consenso PoW/PoS

Casper, uno dei più importanti aggiornamenti della rete Ethereum che cambia il modo in cui viene raggiunto il consenso, è pronto per essere revisitato. Il 21 aprile sono state pubblicate su Ethereum Improvement Proposal (EIP) 1011 le specifiche per l’attuazione di Casper FFG (l’abbreviazione da Friendly Finality Gadget) che realizzerebbero il primo passo dal mining ad alta intensità energetica verso un metodo più “verde” a volte chiamato minting o “conio”.

Su Livecoin puoi acquistare ETH con USD o EUR e senza la verifica dell’account.

L’attuale meccanismo del raggiungimento del consenso sulla rete Ethereum viene denominato Proof of Work (PoW) e richiede tanta energia elettrica.

Casper come soluzione del problema della scalabilità

Il co-fondatore di Ethereum, Vitalik Buterin, aveva proposto la transizione dal PoW al Proof of Stake (PoS) in cui gli utenti bloccano ETH nei portafogli e rischiano di perdere questi depositi a garanzia o stake se non seguono le regole del consenso. Questa transizione alla Proof of Stake è nota come Casper e, oltre a risolvere il problema del consumo energetico permetterebbe una maggiore scalabilità e migliorerebbe la sicurezza della rete diminuendo il rischio dell’attacco 51% e dei cosidetti mining cartels.

L’implementazione delle specifiche proposte nell’EIP 1011 e quindi di un sistema ibrido PoW/PoS sarà anche il primo passo verso l’attuazione completa di Casper. Discusso nel Yellow Paper l’EIP 1011 non è però un qualcosa che la Fondazione o l’ecosistema prende alla leggera, poiché influenzerà in modo drammatico il modo in cui i dati vengono aggiunti alla blockchain. 

Casper FFG propone una soluzione a più livelli, ponendo FFG al di sopra del meccanismo PoW preesistente per le proposte dei blocchi come un “approccio graduale” alla transizione completa al PoS. Questa stratificazione del codice di Casper contribuirà a fornire garanzia e finalità alla blockchain sottostante.

Nonostante il progetto sia stato accolto con l’entusiasmo da una gran parte della community intorno a Ethereum, non mancano anche le controversie. Dahlia Malkhi, l’esperta di sistemi distribuiti e fondatrice di VMware ha detto in precedenza che Casper è “fondamentalmente vulnerabile” e “non sicuro” perché non abbastanza rigore accademico tradizionale è stato applicato all’idea.

 

Ethereum dovrà essere sottoposto a un hard fork

Danny Ryan, uno degli autori di EIP 1011, insieme a Chih-Cheng Liang, ha detto ai colleghi sviluppatori durante un incontro di venerdì, che il codice proposto è “pronto per la revisione, la discussione in comune, ecc.” 

Ryan ha aggiunto che il lavoro di sviluppo per i clienti di Ethereum potrebbe iniziare presto.

“Dato che questi pezzi del puzzle si stanno avvicinando al completamento, segnalerò che è ora di iniziare a parlare dei numeri dei blocchi di fork” ha detto Ryan.

Come suggerisce Ryan, il cambiamento non sarà compatibile con il software Ethereum esistente, il che significa che la rete dovrà essere sottoposta a un hard fork. 

“In termini di test … non so esattamente quando ciò accadrà”, ha continuato Ryan, aggiungendo che avrebbe “lasciato l’EIP in discussione un po’ più a lungo prima di iniziare a fare test su quel lato”.

Puoi acquistare ETH su degli exchange tipo LivecoinBitPandaExmoBinance o HitBTC.

Qubit Hacker cerca scrittori capaci con una buona conoscenza delle criptovalute, della blockchain o del quantum computing. Contattaci: qubithacker@gmail.com