Il prezzo di bitcoin salirà a 250 mila dollari entro il 2022

Nonostante il bitcoin avesse rivoluzionato il mondo della finanza, la volatilità del suo prezzo rimane il maggior ostacolo per una maggiore adozione. È anche vero che è l’aumento del prezzo ad attirare l’attenzione del pubblico e scatenare l’interesse per le criptovalute in generale. Mentre tante figure del mondo della finanza parlano di una bolla scoppiata, gli altri prevedono un futuro brillante per bitcoin.

La sovra-volatilità del prezzo e le notizie inarrestabili di frodi e investimenti sostanziali hanno suscitato molto dibattito e previsioni; qualcosa che è diventato un argomento di conversazione popolare tra gli “hodlers” e gli appassionati di criptovalute. 

Leggi la nostra guida su dove comprare le criptovalute con EUR o USD senza dover verificare l’account

Dopo l’aumento esponenziale dei prezzi di bitcoin con un picco di quasi 20 mila dollari a dicembre del 2017, la forte tendenza ribassista da gennaio ha portato a post con più HODLS e meno MOONS nei social media. 

Le autorità finanziarie delle banche tradizionali erano impegnate a catalogare il bitcoin come una bolla con alcune previsioni scoraggianti che non aiutavano affatto a invertire la tendenza. Un maggiore focus da parte delle banche cetrali e dei regolatori sia nazionali che internazionali sulle criptovalute e le ICO ha ulteriormente contribuito a una vendita eccessiva di bitcoin e di altre criptovalute.

Il prezzo di bitcoin è rimbalzato

Sembra, però, che la tendenza sia rimbalzata dopo aver raggiunto il livello di supporto di 6000 $ grazie ad alcuni annunci che puntano a ingenti investimenti in criptovalute dei giganti come George Soros, i Rockefeller e Goldman-Sachs. Da quel momento in poi, i tori hanno cominciato a guadagnare forza nel gioco economico dei mercati delle valute digitali.

Uno dei primi a fare il grande passo con una previsione di valore è stato Tim Draper, investitore venture capital e fondatore di Draper Associates , una società VC con un portafoglio di investimenti di almeno 80 aziende di successo tra cui Tesla, Baidu, Coinbase, Bancor, Skype, Twitch e Robin Hood. Con un atto piuttosto sorprendente e con un mercato ancora ribassista a breve termine, ha osato prevedere un prezzo di 250.000 $ entro il 2022. Una figura che può sembrare esagerata dopo una caduta così netta.

Tuttavia, le previsioni di Mr. Draper non sembrano essere molto lontane dalla realtà poiché stanno guadagnando fiducia e seguaci che credono nella possibilità di realizzare questa profezia. Uno di quelli che ha recentemente supportato questa previsione è Brian Kelly, il fondatore e CEO di BKCM LLC. una società focalizzata sull’investimento nelle criptovalute.

Tante buone previsioni per i tori di bitcoin

 

In un’intervista per “Fast Money” della CNBC , Melissa Lee (ospite), ha chiesto al signor Kelly la sua opinione sulle predizioni di Draper:

“Sembra pazzesco, ma pensaci in questo modo: sono passati 4 anni, è un ritorno del 3000% da qui – che sembra ancora pazzesco – ma negli ultimi due anni il bitcoin ha avuto un rendimento del 4000%. Quindi, ora di nuovo, è parabolico, ma sarebbe solo una continuazione della tendenza che stiamo vedendo” ha risposto Kelly.

Perché questo tipo di tendenza avvenga è richiesto un aumento del volume delle transazioni: qualcosa che sarebbe possibile con l’entrata dei grandi capitali istituzionali. L’aumento dei volumi contribuirebbe a sua volta a una minore volatilità:

“Se il numero di transazioni […] sale un po ‘, allora penso che abbiamo toccato il fondo qui, e penso che abbiamo una corsa di tori sostenibile davanti a noi”.

Brian Kelly è stato poi chiesto di fare una sua “previsione personale”:

“Possiamo recuperare nuovamente i volumi delle transazioni. Quindi, non c’è motivo per cui questo non potrebbe essere nuovamente a 20-25 mila entro la fine dell’anno; possiamo fare un nuovo massimo.” ha risposto.

Tom Lee, capo della ricerca di Fundstrat Global Advisors e l’unico importante stratega di Wall Street a emettere obiettivi di prezzo di bitcoin, ha predetto che la criptovaluta raggiungerà 20.000 $ entro la metà dell’anno e 25.000 $ entro la fine del 2018.

Il fondatore e CEO di Pantera Capital, Dan Morehead ha detto in una lettera dell’investitore pubblicata la scorsa settimana che il bitcoin ha “molta probabilità di superare 20.000 $ all’interno di un anno.”

Mentre le istituzioni finanziarie e governative sono ancora scettiche verso bitcoin e altre criptovalute, i grandi investitori vi vedono un potenziale enorme e corrono il rischio, ma solo il tempo farà vedere dove realmente possa arrivare il prezzo di bitcoin.

Puoi acquistare Bitcoin su degli exchange tipo LivecoinExmoBinance o HitBTC.

Qubit Hacker cerca scrittori capaci con una buona conoscenza delle criptovalute, della blockchain o del quantum computing. Contattaci: qubithacker@gmail.com

Eclair, il Bitcoin wallet che supporta Lightning Network rimosso dal Google Play

Eclair, il primo portafoglio Bitcoin che sfrutta la potenza del Lightning Network è stato rimosso dal Google Play Store. Le transazioni fatte tramite il Lightning Network costano una frazione delle normali tariffe di rete Bitcoin e sono effettuate praticamente in tempo reale.

Eclair è il primo portafoglio mobile Bitcoin LN. È stato sviluppato da una società francese di tecnologia Bitcoin denominata Acinq. 

A marzo, Acinq ha affermato che Eclair Alpha Client è la prima implementazione per raggiungere la conformità con Basis of Lightning Technology (BOLT).

Vari sviluppatori di Lightning Network hanno concordato il set di standard già l’anno scorso, alla conferenza Scaling Bitcoin di Milano. I documenti risultanti descrivono un protocollo di livello 2 per il trasferimento di bitcoin off-chain attraverso la cooperazione reciproca e, se fosse necessario, facendo affidamento sulle transazioni sulla catena.

Su Livecoin puoi acquistare bitcoin con USD o EUR e senza la verifica dell’account

I BOLT assicurano che le varie implementazioni siano interoperabili, risultando in una rete senza problemi. L’incontro comprendeva sviluppatori di Acinq, Amiko Pay, Purse.io, Bitfury, Blockstream e Lightning Labs. Gli sviluppatori di Acinq affermano di essere stati entrambi coordinati e in concorrenza con almeno altri tre team per produrre il proprio cliente.

Nonostante il portafoglio bitcoin abbia ricevuto molti elogi da parte degli utenti, non era ancora un prodotto finito. L’app di Eclair conteneva degli errori e veniva aggiornata frequentemente sulla base dei reclami ricevuti dal pubblico.

Fulminea rimozione del portafoglio bitcoin

Tuttavia, il 7 aprile, Acinq ha deciso di rimuovere l’applicazione dal Google Play Store. Acinq ha dichiarato su Twitter che l’azienda “potrebbe aver perso la chiave di firma (signing key)” che consente loro di aggiornare l’app, aggiungendo che “la chiave non è stata compromessa, è stata cancellata per errore e non è recuperabile”“Quindi è meglio smettere di usare l’app, e pubblicheremo una nuova app separata a breve” diceva un altro tweet.

 

 

Questo sviluppo ha suscitato una serie di risposte dai social media. L’incidente è stato descritto da molti come “imbarazzante” per una startup che si ritiene sia esperta in cripto e che “cancellare accidentalmente” la propria chiave e non avere un suo backup è inaccettabile in questo ambiente.

Alcuni credono invece che le dichiarazioni di Acinq non siano vere e che la chiave è stata compromessa o che è stato scoperto un bug irreparabile nell’app. 

L’applicazione Eclair è stata pubblicata sul Google Play Store il 4 aprile ed è stata rimossa soltanto dopo 3 giorni dalla sua esistenza.

Compra le criptovalute su uno dei seguenti exchange LivecoinBitPandaExmoBinance o HitBTC.

Qubit Hacker cerca scrittori capaci con una buona conoscenza delle criptovalute, della blockchain o del quantum computing. Contattaci: qubithacker@gmail.com

Bitcoin farà scoppiare la bolla creata dalle banche centrali

Jon Matonis, il co-fondatore della Bitcoin Foundation ha detto che bitcoin non è una bolla e che sarà quello che farà scoppiare la bolla creata dai mercati obbligazionari e dai mercati azionari falsi sostenuti dalle banche centrali.

“Alle persone che dicono che il bitcoin è una bolla, direi che il bitcoin è uno spillo che farà scoppiare la bolla: la bolla è il folle mercato delle obbligazioni e il falso mercato azionario sostenuto dalle banche centrali. Quelle sono le bolle.”

Matonis, nella sua intervista per the Business Insider ha dismesso le paure che bitcoin fosse in una bolla speculativa e crede che il mondo sta entrando in “un’età post-legale” che “non è guidata dalle banche centrali” ma dalle criptovalute decentralizzate come bitcoin che andranno ad alimentare questo cambiamento.

Entrata delle banche nel mercato delle criptovalute

Nonostante Matonis si mostrasse scettico verso i sistemi finanziari tradizionali, si è pronunciato in modo molto positivo sulla possibilità d’entrata di una delle più importanti banche nel mercato delle criptovalute e cioè della Goldman Sachs.

“Penso che sia favoloso che stanno prendendo in considerazione di entrare perché porta nuova liquidità” ha dichiarato Matonis aggiungendo che l’entrata delle istituzioni finanziarie permetterebbe a far “maturare il mercato” e ridurre la volatilità.

“Svilupperanno il mercato dei futures, i mercati delle opzioni – penso addirittura che inizierete a vedere i mercati dei tassi di interesse attorno a bitcoin”, ha detto. “Siamo abituati a sentire cose su Libor, l’indice per i tassi di interesse dei bitcoin è Bibor.”

Su Livecoin puoi acquistare bitcoin con USD o EUR e senza la verifica dell’account

Nel passato, il co-fondatore della Bitcoin Foundation aveva sostenuto che l’ecosistema bitcoin avrebbe bisogno di un tasso di interesse di riferimento simile al Libor e Matonis aveva promosso il concetto di Bibor (Bitcoin Inter Broker Offered Rate).

Questo tasso di riferimento è importante nei contratti striking, nei prestiti e per i broker che forniscono bitcoin ai potenziali venditori short.

Il mercato delle criptovalute non dovrebbe essere regolamentato

Parlando della regolamentazione del mercato delle criptovalute, Matonis ha detto che secondo lui, non ci dovrebbero essere nessune regolamentazioni perché i regulatori sono molto confusi e che il nuovo modello della raccolta dei fondi che utilizza i cosidetti utility tokens non rientra in nessuna categoria e perciò non può essere limitato da nessuna delle leggi esistenti.

“Penso che dovremmo operare in un ambiente di caveat emptor: lascia che l’acquirente faccia la sua ricerca”, ha dichiarato Matonis. “Si spera che questo abbia costretto molti investitori a fare più ricerche, nessuno li costringe a investire nelle ICO. Se sei preoccupato per il rischio, vai via.”

La raccolta dei fondi da parte delle start up tramite Initial Coin Offering è stata comparata da Matonis come un “terzo modello”:

“In realtà emettono degli utility token nel mercato che non rappresentano l’equity, non rappresentano il debito. Rappresentano una rivendicazione negoziabile sul successo del token, che è in effetti, si spera, è legato al successo dell’azienda.

“Questo è un modello completamente nuovo, e non si adatta a nessuna delle categorie del regolatore.”

Compra bitcoin su uno dei seguenti exchange LivecoinBitPandaExmoBinance o HitBTC.

Qubit Hacker cerca scrittori capaci con una buona conoscenza delle criptovalute, della blockchain o del quantum computing. Contattaci: qubithacker@gmail.com

 

Come funziona Binance e come comprare bitcoin e token ICO

Binance è uno dei maggiori e più sicuri exchange di criptovalute, utilizzato da milioni di investitori in tutto il mondo e anche dalla maggior parte della crypto community italiana.

L’exchange è stato creato a luglio del 2017 dal developer Changpeng Zhao. La società di Zhao, la Beijie Technology, ha creato la piattaforma di trading di criptovalute dopo un successo della loro Initial Coin Offering (ICO) che ha raccolto 15 milioni di dollari e adesso, anche se tanto giovane, è proprio Binance a ospitare un impressionante numero di token ICO e ad essere la destinazione preferenziale dei traders internazionali.

Su Binance non puoi comprare le criptovalute con le valute tipo fiat e cioè con euro, dollari o un’altra valuta nazionale. Binance è un exchange esclusivamente cripto per cripto che vuol dire che puoi comprare i token o le criptovalute soltanto se ne possiedi già qualcuna.

Questa guida ti mostrerà come comprare bitcoin con dollari, come metterli su Binance, come comprare dei token con questi bitcoin e come prelevarli.

Perché scegliere Binance?

Binance è uno degli exchange più utilizzati al mondo e questo vuol dire che è il migliore per il trading di criptovalute. Le commissioni del 0.1% (che ulimamente sono state dimezzate al 0.05%) sono nettamente più basse rispetto ad altri exchange (Livecoin 0.18%, Coinbase 0.25%) e se si utilizza il token di Binance BNB per fare il trading, le commissioni vengono tagliate del 50%. Questo è molto importante per chi fa il trading intensivo perché permette di tagliare sul costo totale del trading. Le commissioni sul deposito sono pari allo zero mentre quelle sul prelievo delle criptovalute vengono aggiornate in accordo con le condizioni della blockchain. Su Binance puoi comprare non solo bitcoin e altre criptovalute principali, ma anche centinaia di token ICO.

Binance è considerato uno dei migliori exchange anche perché risponde tempestivamente alle preoccupazioni da parte dei clienti. Il CEO di Binance è molto attivo su Twitter e fornisce sempre gli aggiornamenti sugli sviluppi della piattaforma come anche sulle problematiche.

Binance è un exchange centralizzato e come tale rischia di essere soppiazzato dagli exchange decentralizzati (DEX) che sono sempre più popolari nella comunità dei criptotraders. Per ovviare a questo problema, Binance ha deciso di creare un proprio DEX sulla propria blockchain Binance Chain.

Come si usa Binance exchange?

Adesso ti mostreremo passo per passo come si usa Binance, come si deposita bitcoin, come si comprano le criptovalute con bitcoin e come si prelevano.

Vai su binance.com assicurandoti che è sempre questo l’indirizzo inserito. Dovresti vedere una schermata come questa. Per aprire l’account su questo exchange di criptovalute vai su “Create Account” o su “Register”

La pagina principale di Binance exchange di criptovalute

 

Vedrai la pagina della registrazione dove devi inserire l’indirizzo email, la password e poi devi confermare la password. Seleziona la casella “I agree to Binance’s Term of Use” e premi “Register”.

Registrazione account su Binance exchange di criptovalute

 

Vedrai che apparirà una finestra come questa qui sotto. È un puzzle che serve da sicurezza dell’account. Binance deve sapere che non sei un bot e invece del solito Captcha ti fa fare il puzzle.

Registrando l’account su Binance bisogna risolvere un puzzle

 

Bisogna trascinare il cerchio e mettere il puzzle nella posizione giusta.

Trascina il puzzle per entrare su Binance

 

Dopo che il puzzle viene piazzato al suo posto, appare un messaggio dove c’è scritto che bisogna confermare l’email che è stata inviata all’indirizzo email precedentemente fornito.

L’email di conferma dell’apertura dell’account su Binance exchange di criptovalute

 

Nell’email ci sono delle indicazioni su come evitare che qualcuno entri nel tuo account.

  • non bisogna dare la tua password a nessuno
  • non bisogna chiamare nessuno che dice di essere del Supporto Clienti di Binance
  • non bisogna inviare dei soldi a nessuno che dice di essere un membro di Binance
  • bisogna abilitare l’autenticazione 2FA per una maggiore sicurezza dell’account
  • bisogna fare l’attenzione se si visita www.binance.com e non un altro sito con un nome simile

Di seguito ti faremo vedere come si abilita l’autenticazione 2FA tramite l’applicazione Google Authenticator

Una volta che premi il bottone “Verify Email” potrai fare il “Login” nel tuo account Binance.

Fai il login al tuo trading account su Binance

 

Una volta che fai il “Login” dovrai di nuovo rifare il puzzle e sarà così ogni volta che vorrai accedere al tuo acount. Se fai il login dal cellulare ricordati di premere velocemente due volte il bottone giallo del login altrimenti il puzzle non apparirà.

Dopo il login vedrai di nuovo una schermata con delle avvertenze riguardanti la sicurezza del tuo account. Purtroppo gli exchange di criptovalute cadono spesso vittime degli attacchi hacker e gli investitori vengono continuamente sottoposti ai tentativi di phishing quindi Binance ti avverte di non installare dei plug-in che dicono di essere associati con Binance, di non dire a nessuno la tua password, il codice dell’autenticazione SMS o la chiave del Google Authenticator e di non fidarti di nessuno che dice di far parte di Binance.

L’avvertimento dei tentativi di phishing

 

Per depositare i fondi devi andare nella pagina dei “Funds” che si trova nella parte superiore della schermata.

Deposito fondi su Binance

 

Per fare il trading su Binance devi essere già in possesso delle criptovalute o dei token perché sono gli unici che puoi depositare. Binance non accetta le valute nazionali. Se non hai mai acquistato una criptovaluta, ti consigliamo di leggere questa guida agli exchange di criptovalute dove è possibile comprare bitcoin senza la verifica dell’account. Abbiamo anche una guida dedicata al funzionamento di uno di questi exchange – Livecoin.net.

Parliamo sempre dell’acquisto di bitcoin perché tutte le criptovalute e tutti i token ICO sono sempre in coppia con bitcoin quindi bitcoin ti servirà per comprare altre criptovalute e token ICO.

Una volta che hai acquistato bitcoin su un’altro exchange, dal menù a tendina devi scegliere bitcoin come valuta da depositare. Vedrai l’indirizzo alfanumerico al quale devi inviare bitcoin da un’altro exchange a Binance.

Deposito bitcoin su Binance exchange

 

Una volta che avrai fatto il deposito, puoi verificare se hai recevuto i tuoi fondi andando nei “Funds” e poi “Deposit/Withdrawal History”. La transazione in bitcoin non è istantanea e qualche volta ci vorrà qualche ora prima che appaia sul tuo account.

Lo storico dei depositi su Binance

 

Una volta che hai ricevuto bitcoin puoi cominciare a comprare altre criptovalute o token ICO. Devi andare su “Exchange” che si trova vicino al logo Binance e poi “Basic”.

La schermata principale del trading view

 

Adesso devi scegliere la criptovaluta o token ICO che vuoi comprare. Sulla tua destra vedrai quattro possibili coppie di criptovalute. Le coppie con BTC, ETH, BNB e con USDT. Non tutti i token esistono in tutte e quattro coppie. Ad esempio litecoin è in coppia sia con bitcoin che con ethereum, bread e con il dollaro. (LTC/BTC, LTC/ETH, LTC/BNB, LTC/USDT).

Noi scegliamo di comprare il token EOS quindi andiamo su EOS/BTC perché lo compreremo con bitcoin. Se avevamo ethereum dovevamo scegliere la coppia EOS/ETH. Una volta scelta la coppia, apparirà anche il grafico e il libro degli ordini alla sinistra dello schermo.

Acquistare un token con bitcoin su Binance

 

Esistono due metodi d’acquisto sull’exchange di criptovalute Binance:

  1. L’acquisto “Limit” – è un ordine che stabilisce il massimo o il minimo al quale si è disposti ad acquistare o vendere una determinata valuta.
  2. L’acquisto “Market” – il tuo ordine d’acquisto verrà eseguito contro l’ordine di prezzo di vendita più basso disponibile sul mercato in quel punto per quella determinata quantità. Consente di comprare una criptovaluta istantaneamente.

Come piazzare un ordine Limit Buy o Sell su Binance

Comprare EOS su Binance con l’ordine Limit Buy

 

In questo specifico caso presentato sull’immagine qui sopra, l’ultimo prezzo di scambio di 1 EOS è pari a 0.00080230 BTC. Se sei convinto che il prezzo di EOS sta per andare su, allora devi effettuare un ordine d’acquisto “Limit” al prezzo  0.00080336 BTC che è superiore dell’ultimo prezzo negoziato e del prezzo di mercato. L’ordine verrà eseguito quando incontrerà un ordine di corrispondenza o migliore (vendita) per la quantità specificata.

Allo stesso modo, possiamo porre un ordine di vendita limitato “Limit Sell” a 0,00080336 BTC che è superiore dell’ultimo prezzo negoziato e del prezzo di mercato. L’ordine verrà eseguito quando incontrerà un ordine di abbinamento o migliore (acquisto) per la quantità specificata.

L’ordine potrebbe non essere eseguito immediatamente e fino a quando non verrà eseguito è mostrato nella scheda “Open Orders” nella quale può essere annullato in qualsiasi momento.

Diversamente dall’ordine di mercato in cui non abbiamo alcun controllo sul prezzo al quale l’ordine verrà eseguito, l’ordine Limit garantisce che noi paghiamo/riceviamo esattamente lo stesso importo o migliore di quello che abbiamo dichiarato e che l’ordine non verrà eseguito finché non trova un abbinamento/ordine migliore.

 

Come piazzare un ordine Market Buy su Binance

Acquisto dei token EOS con l’opzione Market Buy

 

Nella situazione di cui sopra, se piazzi un ordine d’acquisto di 100 EOS al prezzo di mercato vuol dire che andrai a comprare:

24 EOS al prezzo 0.00080122 BTC

46 EOS al prezzo 0.00080127 BTC

30 EOS al prezzo 0.00080133 BTC

Il prezzo medio dell’acquisto di 100 EOS sarà 0.00080127 BTC.

 

Come piazzare un ordine Market Sell su Binance

Vendita di EOS con l’opzione Market Sell su Binance exchange

 

Nell’opzione Marker Order, il tuo ordine “Sell” verrà eseguito rispetto all’ordine di prezzo di offerta più alto disponibile sul mercato in quel punto per quella determinata quantità.

Nella situazione vista sull immagine di sopra, per vendere 100 EOS dovrai venderli nel modo seguente:

9 EOS al prezzo 0.00079982 BTC

7 EOS al prezzo 0.00079961 BTC

84 EOS al prezzo 0.00079902 BTC

Il prezzo medio della vendita dei tuoi 100 EOS sarà 0.0007996 BTC.

Inviare un ordine di mercato è il metodo più veloce per l’esecuzione di una transazione. È vantaggioso per i traders che prevedono di tenere i token per i periodi lunghi perché in tal caso pochi punti di differenza nel prezzo non hanno un grande impatto sul prezzo.

Questo è lo strumento meno preferito per i traders giornalieri in quanto fornisce un controllo minimo o inesistente sul prezzo a cui verranno eseguite le transazioni e pochi punti nel prezzo possono avere un effetto enorme.

 

Come impostare un ordine Stop-Limit

 

L’impostazione dei limiti Sell su Binance

 

La volatilità nel mercato delle criptovalute è talmente alta che un cambio brusco nel prezzo potrebbe portare a una grossa perdita del capitale iniziale che hai inserito.

Per garantire la sicurezza del capitale iniziale o per impostare un importo minimo di un profitto c’è l’opzione Stop limit.

Uno Stop limit order o meglio conosciuto come lo Stop-Loss nel mercato azionario è uno strumento inestimabile per sfuggire alle incertezze del mercato.

Se prendiamo in considerazione la situazione visibile sull’immagine, vedremo che l’ultimo prezzo scambiato è 0.0007999 EOS/BTC. Se tu in precedenza hai acquistato EOS e vuoi assicurare il tuo capitale contro il calo del prezzo eccessivo, dovrai impostare un prezzo minimo al quale i tuoi token dovranno essere venduti. Per fare questo devi impostare lo “Stop” al di sotto del prezzo al quale hai acquistato EOS.

Possiamo fissare il prezzo limite sopra o sotto il prezzo ‘Stop’ come dalla tua comprensione e l’analisi del mercato. Ciò garantirà certezza di profitti e capitale in un mercato ribassista.

 

Come si prelevano i fondi da Binance

Se sei un nuovo utente su Binance e vuoi fare il prelievo dei tuoi fondi, devi impostare prima un’autenticazione a due fattori la cosidetta 2FA. Questo serve per la sicurezza del tuo account e siccome Binance ci tiene alla sua reputazione, ogni utente è forzato a impostare un secondo livello di sicurezza oltre alla password. Puoi scegliere se vuoi fare la 2FA tramite un’applicazione di Google Authenticator o tramite un SMS. Noi riteniamo che l’autenticazione tramite l’app di Google è più sicura e per questo ti guideremo alla sua impostazione.

Binance ti ricorda che bisogna mettere al sicuro i tuoi fondi

 

Una volta che avrai premuto Google Authenticator, vedrai una finestra che ti invita a fare il download dell’applicaziano sul tuo telefono.

 

Scarica l’applicazione Google Authenticator per impostare l’autenticazione 2FA

 

L’applicazione è molto semplice in uso. Basta che fai + per aggiungere un nuovo codice e poi piazzi la tua videocamera di fronte al codice QR visualizzato su Binance. Google Authenticator farà lo scan del codice QR e aggiungerà un nome “Binance”. Vedrai 6 numeri che si cambieranno ogni minuto. Per adesso non devi fare nulla con quei numeri.

Scannerizza il codice QR visualizzato su Binance utilizzando l’app Google Authenticator

 

Devi scrivere la chiave di Google Authenticator in un blocco note o in un altro posto sicuro. Questo codice ti servirà nel caso perdessi il telefono o l’accesso all’applicazione. Questo codice è molto importante quindi bada bene ad averlo salvato in un posto sicuro.

Scrivi in un blocco note la chiave di Google Authenticator

 

Nell’ultima schermata dovrai scrivere la chiave che hai appena visto, la password del tuo account e il codice a 6 cifre che vedi nell’applicazione Google Authenticator. Ogni volta che accederai al tuo account dovrai inserire 6 nuove cifre che ti verranno date da Google Autheticator.

Imposta il Google Authenticator per il tuo account su Binance

 

Adesso puoi prelevare i tuoi fondi. Devi scegliere il token o la criptovaluta che vuoi prelevare, inserire l’indirizzo di destinazione che può essere un wallet o un altro exchange e la quantità dei token da prelevare. Fai “Submit” e la tua transazione verrà eseguita.

Prelievo dei token EOS da Binance

 

Tutto ciò che è stato descritto in questa guida serve come base per comprare e vendere i token ICO e le criptovalute sull’exchange Binance. Se vuoi, puoi anche utilizzare il grafico avanzato con degli strumenti di analisi tecnica che serve sempre per vedere la direzione del trend e per avere dei segnali su un possibile punto d’entrata o d’uscita.

Binance è intuitivo e una volta che ci prenderai la mano tutto diventerà facile e anche l’utilizzo di altri exchange non sarà più un problema.

Binance è l’exchange di scambio di criptovalute con criptovalute più consigliato in tutto il mondo e ultimamente ha anche annunciato che vuole trasferire la sua sede a Malta per poter accettare i pagamenti nelle valute fiat.

 

Leggi la nostra guida su dove comprare le criptovalute con EUR o USD senza dover verificare l’account

Puoi acquistare EOS, bitcoin e altre criptovalute e token su degli exchange tipo LivecoinExmoBinance o HitBTC.

 

Qubit Hacker cerca scrittori capaci con una buona conoscenza delle criptovalute, della blockchain o del quantum computing. Contattaci: qubithacker@gmail.com

Immagini di abusi su minori trovate nella blockchain di bitcoin

I ricercatori della RWTH Aachen University in Germania sostengono di aver scoperto 274 link ai siti sulla pornografia infantile mentre investigavano i dati non finanziari che sono stati archiviati nella blockchain di Bitcoin.

Ricercatori tedeschi hanno scoperto che persone sconosciute usano la blockchain di Bitcoin per archiviare e collegare le immagini di abusi sui minori, mettendo potenzialmente in pericolo la criptovaluta. I risultati della ricerca sono stati pubblicati in un articolo.

La blockchain è il libro mastro distribuito open source che registra ogni transazione bitcoin, ma può anche memorizzare piccoli bit di dati non finanziari. Questi dati sono in genere note sul commercio di bitcoin, registrando a cosa servivano o altri metadati. Ma può anche essere usato per memorizzare collegamenti e file.

I ricercatori della RWTH Aachen University, in Germania, hanno scoperto che circa 1.600 file erano attualmente archiviati nella blockchain di Bitcoin. Di questi almeno otto erano di contenuto sessuale, tra cui una che potrebbe essere un’immagine di abuso sui minori e due che contengono 274 link a contenuti di abuso dei minori, 142 dei quali sono dei link ai servizi di dark web.

“La nostra analisi mostra che determinati contenuti, ad esempio la pornografia illegale, possono rendere illegale il semplice possesso di una blockchain”.

“Sebbene le sentenze dei tribunali non esistano ancora, i testi legislativi di paesi come la Germania, il Regno Unito o gli Stati Uniti suggeriscono che contenuti illegali come le immagini di abusi sui minori possono rendere illegale la blockchain per tutti gli utenti.”

“Questo mette in pericolo in particolare i mercati multimiliardari che alimentano criptovalute come bitcoin”.

Su Livecoin puoi acquistare bitcoin con USD o EUR e senza la verifica dell’account

Sebbene l’utilizzo di bitcoin non richieda necessariamente una copia della blockchain, alcuni processi, come il mining richiedono il download dell’intera blockchain.

“Dal momento che tutti i dati della blockchain vengono scaricati e memorizzati in modo persistente dagli utenti, essi sono responsabili per gli eventuali contenuti discutibili aggiunti alla blockchain da altri. Di conseguenza, sarebbe illegale partecipare a un sistema basato sulla blockchain non appena contenga contenuti illegali “, hanno scritto i ricercatori.

Poiché il mining è essenziale per la funzione di bitcoin, avere dei contenuti illegali come le immagini degli abusi sui minori all’interno della blockchain potrebbe causare dei problemi significativi per la valuta.

“Prevediamo un alto potenziale per il contenuto illegale sulla blockchain per mettere a repentaglio sistemi basati sulla blockchain come bitcoin in futuro”, hanno scritto i ricercatori.

Non è la prima volta che vengono emessi avvisi sulla possibilità di memorizzare dati non finanziari all’interno della blockchain. Interpol ha lanciato un avviso nel 2015 affermando che “il design della blockchain significa che esiste la possibilità che il malware venga iniettato e permanentemente ospitato senza metodi attualmente disponibili per cancellare questi dati”.

L’agenzia ha avvertito che la tecnologia potrebbe essere utilizzata nella “condivisione di immagini di abusi sessuali su minori in cui la blockchain potrebbe diventare un rifugio sicuro per ospitare tali dati”.

Ma questa è la prima volta che tale contenuto è stato effettivamente dimostrato, creando un dilemma morale e legale attorno al possesso e alla blockchain.

Compra bitcoin su uno dei seguenti exchange LivecoinBitPandaExmoBinance o HitBTC.

Qubit Hacker cerca scrittori capaci con una buona conoscenza delle criptovalute, della blockchain o del quantum computing. Contattaci: qubithacker@gmail.com

Documenti segreti rivelano che gli utenti di bitcoin erano tracciati dalla NSA americana

È già da tempo che girano le voci su chi veramente ha creato bitcoin. L’identità di Satoshi Nakamoto, il creatore anonimo di bitcoin, è stata attribuita a diverse persone e organizzazioni trai quali anche alla National Security Agency (NSA) americana. Nonostante tante di queste teorie spesso complottiste non sono mai state confermate, dagli ultimi risvolti risulta che la NSA ha un collegamento con bitcoin.

Il 20 marzo, Edward Snowden, l’ex dipendente della CIA, ha fornito dei documenti che mostrano che la National Security Agency ha lavorato per identificare gli utenti di bitcoin in tutto il mondo e ha maneggiato almeno una misteriosa fonte di informazioni per “aiutare a rintracciare i mittenti e i destinatari di bitcoin”.  Secondo un rapporto segreto della NSA risalente al marzo del 2013, risulta che l’agenzia ha sfruttato un programma che probabilmente fungeva da un VPN con la caratteristica di offrire l’anonimato agli utenti per raccogliere e analizzare il traffico Internet grezzo e globale.

La priorità numero uno dell’agenzia era tracciare bitcoin anche se pure le altre criptovalute sono state sottoposte al monitoraggio.

I documenti segreti pubblicati da The Intercept indicano che il rintracciamento degli utenti di bitcoin è andato ben oltre l’esame approfondito del libro mastro delle transazioni pubbliche di bitcoin, noto come la blockchain.

Sulla blockchain chiunque può vedere il flusso di bitcoin da indirizzo a indirizzo. Questa informazione non può identificare nessuno perché gli indirizzi sono solo dei numeri casuali. Tuttavia, se un qualsiasi indirizzo delle transazioni del passato o del futuro può essere associato a un’identità reale, potrebbe essere possibile lavorare da quel punto e indovinare chi può possedere tutti gli altri indirizzi.

L’evidenza fornita dai documenti mostra che il tracciamento potrebbe anche avere comportato la raccolta dei dettagli privati dai computer degli utenti sottoposti a monitoraggio. La NSA ha raccolto le informazioni sulla password di alcuni indirizzi bitcoin, l’attività su Internet e il numero identificativo univoco del dispositivo noto come l’indirizzo MAC, come suggerito in un memo della NSA del 29 marzo 2013. Oltre a questo, gli analisti hanno anche discusso il rilevamento degli indirizzi Internet degli utenti, delle porte di rete e dei timestamp per identificare gli “Obiettivi Bitcoin”. ” Avendo dei dati a disposizione come “le informazioni di fatturazione e gli indirizzi IP” è stato possibile mettere un nome a un determinato utente di bitcoin.

Su Livecoin puoi acquistare bitcoin con USD o EUR e senza la verifica dell’account

Le operazioni di spionaggio degli utenti di bitcoin sono state realizzate tramite un programma denominato con un nome in codice Oakstar che è una rete di aziendali con le partership segrete. Oakstar consentiva alla NSA di monitorare le comunicazioni e raccogliere i dati via Internet mentre viaggiavano lungo i cavi in ​​fibra ottica.

Apparentemente, nel 2012 è stato creato e promosso online un software Monkeyrocket che offriva la protezione della privacy durante la navigazione su Internet. La NSA ha utilizzato questo presunto software VPN per ricevere i dati sui movimenti in rete degli utenti di bitcoin.

Nei documenti viene notato che parte della “strategia a lungo termine” per Monkeyrocket era “attirare gli obiettivi del terrorismo, [incluso] Al Qaida” sull’uso di questo “prodotto di navigazione”, che “la NSA può poi sfruttare”. Il programma aveva una vasta base dei clienti in Iran e in Cina, ma raccoglieva i dati anche dai clienti situati nel Medio Oriente, in Europa, nel Sud America e in Asia.

La diffusione di quest notizia potrebbe creare la diffidenza nei confronti dei software per la privacy. Questo “alimenta una narrativa che gli Stati Uniti sono inaffidabili”, ha affermato Johns Hopkins dell’University Information Security Institute. “Questo mi preoccupa”.

La NSA ha anche spiato sui gruppi di persone che utilizzavano il livello di anonimato consentito dalle transazioni bitcoin per scopi clandestini, come le attività di riciclaggio di denaro. La sorveglianza della blockchain di bitcoin ha permesso alle spie americane di rompere un sito di riciclaggio del denaro sporco, la Liberty Reserve, e presumibilimente, anche del mercato nero della droga, la Silk Road.

 

Compra bitcoin su uno dei seguenti exchange LivecoinBitPandaExmoBinance o HitBTC.

Qubit Hacker cerca scrittori capaci con una buona conoscenza delle criptovalute, della blockchain o del quantum computing. Contattaci: qubithacker@gmail.com

Un grande giorno per Bitcoin, il Lighting Network lancia il mainnet

“Una grande giornata per bitcoin, il Lightning va in diretta su mainnet! ⚡Annunciata la prima versione beta Lightning per la rete live bitcoin, lnd 0.4.” scrive Lightining Labs. su Twitter.

 


Lighting Labs ha annunciato in un blog post il rilascio della versione beta del Lighting Network Daemon (LND) che è una versione per gli sviluppatori di future applicazioni Lightning (Lapps) e per gli utenti tecnici e potenziali operatori dei nodi di routing.

La notizia arriva poco dopo che il LN ha raggiunto 1000 nodi sul mainnet e 1893 canali di pagamento aperti. Il Lightning Network è una soluzione per la scalabilità “off-chain” della blockchain di Bitcoin che permette i pagamenti istantanei con le commissioni quasi zero.

Lightning Labs ha anche annunciato i nomi dei suoi sostenitori trai quali c’è Jack Dorsey, il CEO di Square e Twitter, l’ex co-fondatore di PayPal David Sacks e il co-fondatore di Robinhood Vlad Tenev, Bill Lee, l’angel investor in Tesla e SpaceX, Jacqueline Reses di Square Capital e Charlie Lee, il creatore di litecoin. Il progetto ha raccolto finora 2.5 milioni di dollari dagli investitori.

“Crediamo che lnd 0.4-beta sia un grande passo nello sviluppo della rete Lightning e contribuirà a rendere Bitcoin e altre criptovalute più semplici, veloci, sicure e più diffuse.”

Il lnd-0.4 beta è soltanto una parte di tutto uno sviluppo intorno alla blockchain di Bitcoin. Lightning Labs sta lavorando anche sugli cross chain atomic swaps, sulle applicazioni sia per il mobile che per il desktop, sugli Atomic Multipath Payments (AMP) e sulla sicurezza attraverso i backup e i Watchovers.

 

Puoi acquistare bitcoin su degli exchange tipo LivecoinBitPandaExmoBinance o HitBTC.

Su Livecoin puoi acquistare bitcoin con USD o EUR e senza la verifica dell’account.

 

Qubit Hacker cerca scrittori capaci con una buona conoscenza delle criptovalute, della blockchain o del quantum computing. Contattaci: qubithacker@gmail.com

Coinfloor lancia i contratti futures sul bitcoin

Un exchange di criptovalute con la sede nel Regno Unito, ha annunciato mercoledì 14 marzo che lancerà presto i primi contratti futures sul bitcoin.

Coinfloor, fondato  nel 2013 è rivolto agli hedge fund, alle società di trading proprietarie e agli investitori al dettaglio sofisticati, così come ai minatori di criptovalute ha dichiarato Mark Lamb, il co-fondatore di Coinfloor, in un’intervista a Reuters.

“Quando parli con i fornitori di liquidità, tutti dicono la stessa cosa, che vogliono un contratto futures fisicamente consegnato in modo che possano coprire la loro esposizione attraverso gli scambi”, ha detto a margine della conferenza annuale della Futures Industry Association a Boca Raton in Florida.

I contratti futures sul bitcoin  di Coinfloor, che verranno lanciati il mese prossimo, vengono offerti anche dalle CBOE e CME americane oltre che da CryptoFacilities e Bitmex. I futures consentono ai trader di scommettere sul prezzo del bitcoin senza detenere direttamente la valuta digitale, il tutto su un mercato regolamentato. I primi contratti lanciati a dicembre del 2017 hanno goduto di un grande interesse, ma Coinfloor vuole cambiare l’attuale sistema della liquidazione in contanti. L’exchange britannico vuole lanciare i primi contratti futures sul bitcoin consegnati fisicamente.

Il sistema della liquidazione dei contratti in contanti è stato criticato sia dai grossi investitori sia da alcune piattaforme di trading perché può essere manipolato troppo facilmente. Il prezzo degli indici o delle aste su delle borse spot può essere fissato a favore dei manipolatori.

La Commodity Futures Trading Commission (CFTC) è stata sollecitata nel passato dai senatori della Agriculture, Nutrition and Forestry degli Stati Uniti per proteggere i contribuenti dalle “frodi, manipolazioni e pratiche abusive nei mercati dei futures e delle opzioni”.

 

Acquista bitcoin su degli exchange tipo LivecoinBitPandaExmoBinance o HitBTC.

Su Livecoin puoi acquistare bitcoin con USD o EUR e senza la verifica dell’account.

 

Qubit Hacker cerca scrittori capaci con una buona conoscenza delle criptovalute, della blockchain o del quantum computing. Contattaci: qubithacker@gmail.com

Le criptovalute potrebbero avere un ente di autoregolamentazione a breve

I fratelli Winklevoss hanno lanciato una proposta di creare la Virtual Commodity Association, un’organizzazione di autoregolamentazione dell’industria delle criptovalute negli Stati Uniti.

In vista delle regolamentazioni sempre più stringenti intorno al settore delle criptovalute, Cameron e Tyler Winklevoss, i fondatori  dell’exchange delle criptovalute, Gemini, hanno proposto un quadro per l’autoregolamentazione del settore. In un blog post hanno descritto la classificazione legale del bitcoin come una commodities virtuale e poi hanno espresso il motivo per la crazione della VCA:

“Riteniamo che l’aggiunta di un ulteriore livello di supervisione sui mercati commodities delle monete virtuali, sotto forma di autoregolamentazione, sia importante per la protezione dei consumatori e per garantire l’integrità di questi mercati.”

L’associazione sarà una non-profit e provvederà il programma di regolamentazione soltanto per le commodities virtuali piuttosto che per i security tokens ai quali appartiene la maggior parte dei token in circolazione. Lo scopo della VCA sarà:

  • Promuovere mercati finanziari sicuri, responsabili e innovativi delle commodities attraverso un sistema degli standard sponsorizzati dal settore, le pratiche corrette e la supervisione che promuove la scoperta dei prezzi, l’efficienza e la trasparenza.
  • Incentivare l’individuazione e la deterrenza degli atti e delle pratiche manipolativi e fraudolenti, compresa la collaborazione con i regolatori e in particolare con la CFTC per condividere o riferire informazioni, a seconda dei casi.
  • Richiedere alle aziende associate di impegnarsi per iscritto, entrando in VCA, a gestire i loro mercati delle commodities virtuali in conformità con le Pratiche Sicure e fornire un programma di responsabilità basato sulle sanzioni per costringere la conformità dei membri.
  • Facilitare l’esame periodico dei membri e pubblicare una relazione che indichi se il membro aderisce ai suoi obblighi principali e si conforma alle Pratiche Sicure.
  • Imporre sanzioni concordate laddove i membri non rispettano le Pratiche Sicure
  • Interazione con i regolatori (come la CFTC o la SEC) e i legislatori e la loro educazione.

Le Pratiche Sicure saranno alla base dell’associazione e i suoi membri dovranno certificare annualmente la conformita con queste pratiche. I fratelli Winklevoss hanno delineate le seguenti Pratiche Sicure:

  • Gestione finanziaria responsabile
  • Trasparenza; Conflitti di interesse
  • Mercati basati sulle regole
  • Sicurezza cybernetica e informatica; Conservazione dei registri
  • Sorveglianza
  • Condivisione delle informazioni
  • Cooperazione con le autorità di regolamentazione
  • Analisi legale

La proposta arriva dopo che la Securities and Exchange Commission ha avvertito che sta esaminando con l’attenzione gli exchange e i wallet di criptovalute, minacciando di reprimere quelle piattaforme che non sono registrate presso la SEC:

“Se una piattaforma offre la negoziazione degli asset digitali che sono securities e opera come “un exchange “, come definito dalle leggi federali sui securities, la piattaforma deve registrarsi presso la SEC come un exchange dei securities nazionale o essere esentata dalla registrazione.” 

Puoi acquistare bitcoin su degli exchange tipo LivecoinBitPandaExmoBinance o HitBTC.

Su Livecoin puoi acquistare bitcoin con USD o EUR e senza la verifica dell’account.

 

Qubit Hacker cerca scrittori capaci con una buona conoscenza delle criptovalute, della blockchain o del quantum computing. Contattaci: qubithacker@gmail.com

Il Lighting Network di Bitcoin sorpassa 1000 nodi sul mainnet

Il 12 marzo, il Lightining Network di Bitcoin ha sorpassato 1000 nodi attivi sul mainnet. I dati provengono da un sito di monitoraggio che al momento della scrittura di questa notizia, ha contato 1003 nodi e 1893 canali di pagamento aperti.

Il più atteso dei cosiddetti miglioramenti “Layer 2” della rete Bitcoin, il Lightning promette le commissioni sulle transazioni e i tempi di conferma quasi allo zero. Il mainnet di Lightning Network non è ancora stato ufficialmente lanciato, ma gode già di un’ampia rete di entusiasti e di developers di Bitcoin sempre pronti ad adottare le nuove tecnologie.

Il testnet di Lightning Network ha lanciato a dicembre dell’anno scorso e ha avuto una crescita esponenziale in pochi mesi nonostante le figure importanti come ad esempio Elisabeth Stark, il CEO di Lightning Labs, hanno avvertito più volte che utilizzare il network non è sicuro e che esiste un alto rischio della perdita dei fondi.

Poche settimane fa, Peter Todd, lo sviluppatore di Bitcoin Core ha espresso su Twitter il suo giudizio piuttosto negativo sullo stato del progresso del lavoro:

“Impressioni iniziali sul Lightning sul testnet: c-lightning segfaults molto, e quando non va in crash i pagamenti falliscono il più delle volte. Scrivendolo in C – un linguaggio notoriamente pericoloso – non mi sembra una buona idea “

 

 

Malgrado le critiche e i tentativi di mantenre i toni bassi, sia l’entusiasmo che l’appetito per lo sviluppo di Bitcoin continuano a crescere senza sosta, con un sondaggio che suggerisce che gli sviluppatori hanno l’intenzione di dedicare “circa 1321 ore alla settimana” all’avanzamento del Lightning Network.

 

 

Anche Microsoft ha elogiato il Lightning Network come soluzione per la scalabilità “off-chain”, ammettendo che favorisce tali soluzioni piuttosto che quelle “on-chain” come ad esempio i blocchi più grandi proposti da Bitcoin Cash.

Puoi acquistare bitcoin su degli exchange tipo LivecoinBitPandaExmoBinance o HitBTC.

Su Livecoin puoi acquistare bitcoin con USD o EUR e senza la verifica dell’account.

 

Qubit Hacker cerca scrittori capaci con una buona conoscenza delle criptovalute, della blockchain o del quantum computing. Contattaci: qubithacker@gmail.com

Per Bitcoin Misery Index questo è un BUY signal

Questo è il momento giusto per comprare bitcoin o almeno così viene indicato da un nuovo indice Bitcoin Misery. L’indice è stato creato da un analista di Wall Street e il co-fondatore di Fundstrat Global Advisors, Thomas Lee.

“Quando il Bitcoin Misery Index è una ‘miseria’ (sotto 27), bitcoin vede le migliori prestazioni nei 12 mesi. Ogni anno viene generato un segnale “, ha spiegato Lee alla CNBC in un rapporto del venerdì. “Quando il BMI è a un livello di” miseria “, i rendimenti futuri sono molto buoni.”

Come funziona il Bitcoin Misery Index?

“Pensa a questo indice come a un modo per misurare quanto sei felice o triste a possedere bitcoin”

Il BMI tiene conto dei fattori quali il numero di scambi vincenti sul totale e la volatilità di bitcoin. Funziona come tanti altri indicatori che misurano il sentimento del mercato. Quando l’indice è basso, è un segnale Buy per l’investitore e vice versa.

 

Il Bitcoin Misery Index indica quattro punti di Buy nel passato e il quinto segnale Buy è stato il venerdì 9 marzo 2018

 

L’indice è costruito su una scala da 0 a 100. Per avere un segnale Buy forte l’indice del Bitcoin Misery deve essere il più basso possibile. La ‘miseria’ sotto i 27 punti indica un buon punto d’entrata con la posizione long. Al venerdì 9 marzo, il BMI era a 18.8 punti inviando un chiaro l’invito all’acquisto di bitcoin. Nonostante il ribasso del prezzo di bitcoin che ha avuto il suo minimo intorno a 6.000$, il minimo di venerdì è il segnale Buy più forte fin dall’agosto del 2011.

Secondo il Coinmarcetcap il prezzo del bitcoin è calato da un massimo di 11.681$ il 6 marzo, raggiungendo ieri il minimo di 8.600$. Un calo di circa 24% è avvenuto in coincidenza con alcune notizie negative che riguardano bitcoin e le criptovalute in generale.

Il 7 marzo, la Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti ha rilasciato una dichiarazione nella quale afferma che le piattaforme che possono essere qualificate come degli exchange di “security tokens” sono tenute a registrarsi presso l’agenzia come un exchange e lo stesso vale anche per i servizi wallet.

L’8 marzo, in Giappone sono state interrotte per un mese le attività di due borse di criptovalute e, nel contempo, le autorità giapponesi hanno emesso degli “avvisi di punizioni” per altre sette exchange.

Un colpo al sentimento degli investitori è stata una notizia di mercoledì che riguardava il defunto exchange di bitcoin Mt. Gox.  Il report rilasciato dal fiduciario fallimentare diceva che sono stati venduti circa 400 milioni di dollari in bitcoin e che ne rimangono altri da vendere.

Il Bitcoin Misery Index indica che, nel passato ci sono stati quattro segnali Buy forti: agosto 2011, novembre 2012, gennaio 2015, settembre 2016.

“E bitcoin era più alto un mese dopo”, ha detto Lee. “[L’indice] ci sta dicendo, che è davvero difficile possederlo [il bitcoin] per la prossima settimana o anche due settimane, tre settimane, ma stiamo superando questo.”

Mentre il BMI indica un segnale Buy nell’agosto del 2011 è possibile notare che il prezzo di bitcoin ha continuato a scendere nonostante non ci fosse più un segnale della ‘miseria’.

Puoi acquistare bitcoin su degli exchange tipo LivecoinBitPandaExmoBinance o HitBTC.

Su Livecoin puoi acquistare bitcoin con USD o EUR e senza la verifica dell’account.

 

Qubit Hacker cerca scrittori capaci con una buona conoscenza delle criptovalute, della blockchain o del quantum computing. Contattaci: qubithacker@gmail.com

Bitcoin: le carte di debito per i pagamenti in criptovaluta disponibili in Europa

La banca di criptovalute Wirex ha lanciato le prime carto di debito per i pagamenti con bitcoin. Le carte sono state lanciate inizialmente nel Regno Unito, ma alla fine di marzo dovrebbero essere disponibili nel resto della Comunità Europea.

Esiste un piano di lancio in Italia, Francia e Germania con la data fissata al 20 marzo e il 27 marzo Wirex espanderà l’attività anche al resto dell’Europa tranne l’Ukraina e la Russia.

Gli account saranno disponibili nelle tre valute principali: euro, dollaro e sterlina e in bitcoin.

Le carte di debito verranno presentate in due forme: nella forma plastica e in quella virtuale. Ci sarà anche una carta prepagata con le stesse funzioni delle prima. Le carte di debito supporteranno inizialmente la sterlina e in un secondo momento l’euro, mentre con le carte prepagate si potrà pagare anche in altre valute.

Chi vuole avere una carta di debito Wirex, può entrare sul sito della compagnia, registrarsi e accedere istantaneamente alla propria carta virtuale. Le carte vituali sono gratuite. Ordinare una carta di plastica richiede attualmente l’adesione a una lista di attesa. Secondo Wirex Community Manager, le persone su quella lista avranno la priorità.

Nonostante le carte offrano i pagamenti di criptovalute, vengono supportate da Visa e Wirex sostiene che è attualmente l’unico fornitore che offre agli europei l’opportunità di pagare dei beni e i servizi convertendo la criptovaluta.  Le carte supporteranno le transazioni 3D sicure “Verified by Visa”.

“La nostra azienda è l’unico fornitore in Europa che offre carte di debito che fanno delle criptovalute parte della tua vita quotidiana. Le spese nei negozi, l’acquisto di beni su Internet o il prelievo di denaro dagli sportelli automatici sono diventati molto più semplici. Siamo i primi al mondo a introdurre tali carte e ora siamo i primi ad integrare i conti in criptovaluta con carte di debito VISA senza contatto”

I titolari degli account Wirex potranno trasferire bitcoin tra di loro a costo zero. La società dice che la crittografia è stata migliorata e i commercianti possono godere di una maggiore libertà d’azione con un rischio di frode ridotto.

Successivamente, Wirex vuole espandere la propria attività anche all’Asia.

Wirex ha ricevuto un investimento di 3 milioni di dollari dall’investitore istituzionale giapponese – SBI Group che è anche l’investitore in Ripple.

 

Leggi la nostra guida su dove comprare le criptovalute con EUR o USD senza dover verificare l’account

Puoi acquistare EOS su degli exchange tipo LivecoinExmoBinance o HitBTC.

 

Qubit Hacker cerca scrittori capaci con una buona conoscenza delle criptovalute, della blockchain o del quantum computing. Contattaci: qubithacker@gmail.com

Dietro al grande calo del prezzo di bitcoin c’è Mt. Gox

Il crollo del prezzo di bitcoin, cominciato a partire dal 17 dicembre 2017 potrebbe essere causato da Nobuaki Kobayashi, il fiduciario fallimentare di Mt.Gox che ha venduto una grande quantità di bitcoin in cambio delle valute nazionali per rendere i soldi ai creditori di Mt.Gox.

Kobayashi ha rivelato che ha iniziato a vendere bitcoin alla fine di settembre, il che significa che è possibile che abbia venduto almeno alcune delle monete ai massimi raggiunti a dicembre.

Quasi il 90% del denaro dei 406.6 milioni di dollari (JPY 42,988,044,343) proviene dalla vendita di bitcoin (BTC), mentre il resto è in bitcoin cash (BCH). In totale sono stati venduti 35,841 BTC per 362 milioni di dollari e 34,008 BCH per 45 million di dollari.

Kobayashi ha affermato nel rapporto che era “necessario e ragionevole” vendere una parte di bitcoin e bitcoin cash al fine di “assicurare una certa quantità di denaro per le risorse di distribuzione”.

Ha aggiunto:

“Mi sono sforzato di vendere bitcoin e bitcoin cash al prezzo più alto possibile alla luce del prezzo del mercato di BTC e BCC al momento della vendita.”

Max Karpeles, l’ex CEO di Mt. Gox ha detto su Reddit che le criptovalute sono state “vendute tra dicembre 2017 e febbraio 2018 con l’assistenza di un exchange di bitcoin” aggiungendo:

“Ho detto al fiduciario fin dal primo giorno che qualsiasi vendita più ampia di BTC dovrebbe essere un’asta privata proprio come l’FBI ha gestito le monete del Silk Road e altri fondi confiscati. Il fiduciario ha fatto ciò che ha fatto, non ho il controllo sulle sue azioni se non per suggerire modi per fare le cose. La decisione finale è presa dal fiduciario fallimentare e dal tribunale.”

 

Gli spostamenti di bitcoin dal cold storage di Mt. Gox a un exchange di criptovalute

 

I movimenti di cui parla Karpeles sono visibili sulla blockchain di bitcoin. Vi è l’elenco completo dei trasferimenti dal cold storage con le date e gli orari delle transazioni. Il primo e il secondo trasferimento di 8000 BTC complessivi, coincide con il primo grande calo del prezzo di bitcoin che, da quasi 20 mila dollari ha fatto scendere il prezzo a un minimo di 11 mila dollari. Il 5 febbraio 2018 18.000 bitcoin sono stati trasferiti su un exchange e il giorno dopo abbiamo assistito al calo del prezzo di bitcoin fino a quasi 6 mila dollari.

 

Il grafico rappresenta il calo del prezzo di bitcoin dovuto alla vendita di bitcoin provenienti da Mt. Gox

 

Mt. Gox era il più grande exchange di bitcoin al mondo, ma nel 2014 ha rivelato di aver perso 850.000 bitcoin, per un valore di circa 500 milioni di dollari. L’azienda, che in seguito ha dichiarato di aver recuperato circa 200.000 bitcoin, ha accusato gli hacker della perdita.

Bloomberg riporta che le riserve di bitcoin della banca fallimentare ammontano attualmente a 166.344,35 BTC, circa 1,9 miliardi di dollari.

Kobayashi insiste che cercherà di raccogliere ulteriore liquidità dalle future vendite di BTC e BCC per rimborsare quasi 25.000 richieste di rimborso accettate dai creditori.

Kobayashi ha dichiarato:

“Ho l’intenzione di consultarmi con il tribunale e determinare ulteriori vendite di BTC e BCC.”

 

Puoi acquistare bitcoin su degli exchange tipo LivecoinBitPandaExmoBinance o HitBTC.

Su Livecoin puoi acquistare bitcoin con USD o EUR e senza la verifica dell’account.

 

Qubit Hacker cerca scrittori capaci con una buona conoscenza delle criptovalute, della blockchain o del quantum computing. Contattaci: qubithacker@gmail.com

Rubati 600 potenti computer per minare bitcoin

A Reykjavik in Islanda sono stati rubati 600 potenti computer utilizzati per minare bitcoin e altre criptovalute in quella che è stata la più grande serie di furti sull’isola. I computer del valore di quasi 2 milioni di dollari sono stati rubati dai centri dati e non sono stati ancora ritrovati nonostante 11 persone sono state fermate dalle forze dell’ordine. Un giudice del tribunale distrettuale di Reykjanes ha ordinato a due persone di rimanere in custodia cautelare.

I computer piuttosto di essere venduti, verranno probabilmente utilizzati per il loro scopo originale – il mining dei bitcoin. Un furto del genere potrebbe quindi essere molto proficuo. Rimane da stabilire se i computer sono ancora sull’isola o se sono già stati portati via. Per scoprirlo, la polizia ha chiesto ai fornitori di servizi Internet, elettricisti e unità di archiviazione di segnalare eventuali richieste insolite di energia. Questo perché il consumo energetico è uno dei principali costi del mining di bitcoin.

I miners hanno scelto l’Islanda come il posto ideale per svolgere il lavoro del mining perché è ricca di energia rinnovabile a basso costo proveniente dalle sue centrali geotermiche e idroelettriche.

La polizia sta monitorando il consumo elettrico in tutto il paese nella speranza che i ladri mostrino la loro posizione. L’uso insolitamente elevato di energia potrebbe rivelare la posizione dei mining illegale di bitcoin.

“Questo è un grande furto su una scala mai vista prima”, ha detto Olafur Helgi Kjartansson, il commissario di polizia nella penisola di Reykjanes sudoccidentale, dove hanno avuto luogo due furti. “Tutto indica che si tratta di un crimine altamente organizzato”.

I furti si sono verificati già l’anno scorso, ma le autorità non hanno reso pubbliche le notizie nella speranza di rintracciare i ladri. Tre dei quattro furti si sono verificati a dicembre e il quarto si è svolto a gennaio.

 

Puoi acquistare bitcoin su degli exchange tipo LivecoinBitPandaExmoBinance o HitBTC.

Su Livecoin puoi acquistare bitcoin con USD o EUR e senza la verifica dell’account.

 

Qubit Hacker cerca scrittori capaci con una buona conoscenza delle criptovalute, della blockchain o del quantum computing. Contattaci: qubithacker@gmail.com

Il regolatore di Bitcoin futures da ai dipendenti il permesso di fare il trading di criptovalute

La Commodity Futures Trading Commission (CFTC) degli Stati Uniti ha dato ai suoi dipendenti il ​​via libera per poter negoziare le criptovalute, una decisione che è arrivata in risposta a “numerose” richieste da parte del personale.

La polizza annunciata in un memo il 5 febbraio e stata scritta dal consigliere generale della CFTC, Daniel Davis. Davis ha detto che, poiché già nel 2014 l’agenzia ha stabilito che le criptovalute sono materie prime, i dipendenti possono scambiarle come se avessero dei metalli preziosi, barili di petrolio o altri materie prime.

Bloomberg riporta che Davis ha, però, proibito ai dipendenti della CFTC di scambiare le criptovalute a margine e di astenenersi dall’insider trading traendo dei vantaggi da alcune delle informazioni privilegiate acquisite nel corso del loro lavoro presso l’agenzia di regolamentazione.

“Tenete presente che dovete sforzarvi di evitare le azioni che creino l’apparenza di violazione della legge o del governo e delle norme etiche della commissione”.

È vietato anche l’investimento nei contratti future di Bitcoin perché rientrano nell’ambito di competenza dell’agenzia di regolamentazione.

“Il presidente ha chiarito che i membri dello staff che possiedono Bitcoin non dovrebbero partecipare a questioni relative a Bitcoin, in quanto presenta un conflitto di interessi”, ha detto Erica Richardson, il portavoce del presidente della CFTC J. Christopher Giancarlo.

Mentre l’agenzia non ha l’autorità per sorvegliare gli scambi di criptovalute ha la supervisione diretta dei mercati dei futures su criptovalute statunitensi, la CBOE con la sede a Chicago e la CME. Le autorità di regolamentazione della CFTC possono anche indagare su frodi e manipolazioni nei mercati, e l’agenzia ha già denunciato diverse truffe di investimenti di criptovalute. CFTC ha anche rilasciato un avvertimento riguardante i cosidetti schemi pump-and-dump. Queste truffe, ha spiegato la CFTC, non sono nuove, ma spesso sfruttano l’hype che circonda le tecnologie nascenti.

“Come per molte frodi online, questo tipo di truffa non è una novità: implementa semplicemente una tecnologia emergente per capitalizzare l’interesse pubblico nei confronti delle risorse digitali”, ha affermato Erica Elliott Richardson, il direttore degli affari pubblici della CFTC. “Gli schemi di pump-and-dump precedono di molto l’invenzione delle valute virtuali, e in genere evocano l’immagine delle penny stock boiler rooms [sale di mercato che vendono le azioni che non valgono nulla], ma i clienti dovrebbero sapere che queste frodi si sono evolute e sono prevalenti online”.

L’agenzia è stata criticata per il suo approccio “rilassato” alla regolamentazione delle criptovalute, mentre il presidente Giancarlo ha guadagnato il rispetto di molti investitori di criptovalute, in gran parte a causa dei commenti che ha fatto in una recente audizione del senato americano.

Giancarlo ha detto che la tecnologia DLT (distributed ledger technology) non esisterebbe se Bitcoin non fosse stato inventato e ha anche ammesso che i suoi figli sono dei possessori di Bitcoin.

“…dobbiamo a questa nuova generazione il rispetto per il loro entusiasmo per le valute virtuali con una risposta premurosa ed equilibrata, non una sprezzante“.

Puoi acquistare le criptovalute su LivecoinBitPandaExmoBinance o HitBTC.

Su Livecoin puoi acquistare le criptovalute con USD o EUR e senza la verifica dell’account.

Qubit Hacker cerca scrittori capaci con una buona conoscenza delle criptovalute, della blockchain o del quantum computing. Contattaci: qubithacker@gmail.com

Bill Gates dice che le criptovalute hanno causato delle morti

Bill Gates il co-fondatore di Microsoft Corp. ha scritto delle parole forti riguardo alle criptovalute durante un AMA (chiedetemi qualsiasi cosa) sul popolare sito di discussione Reddit.

Un utente di Reddit, Askur1337, ha domandato: “Qual’è la tua opinione sulle criptovalute?” e Bill Gates ha risposto:

“La caratteristica principale delle criptovalute è il loro anonimato. Non penso che questa sia una buona cosa. La capacità dei governi di trovare il riciclaggio di denaro sporco, l’evasione fiscale e il finanziamento del terrorismo è una buona cosa. In questo momento le criptovalute vengono utilizzate per acquistare fentanyl e altre droghe, quindi è una tecnologia rara che ha causato morti in modo abbastanza diretto. Penso che l’ondata speculativa attorno alle ICO e alle criptovalute sia super rischiosa per chi va lungo.”

 

 

La sua posizione sulle criptovalute sembra che si sia completamente rivolta in quanto, nel 2014, Gates ha detto che il Bitcoin era eccitante e “migliore della valuta in quanto non è necessario essere fisicamente nello stesso posto”.

Sempre continuando la stessa discussione, un altro utente di Reddit ha risposto a Gates che il fentanyl può essere acquistato con i contanti a cosa Gates ha detto: “Sì, per questo tipo di cose si usa il denaro anonimo, ma bisogna essere fisicamente presenti per trasferirlo, il che rende le cose come il pagamento per il rapimento  più difficile.”

Nel passato, Gates ha commentato le criptovalute più di una volta. Ha parlato specificamente di Bitcoin e della sua volatilità:

“Non usiamo bitcoin specificamente per due motivi. Uno è che i poveri non dovrebbero avere una valuta il cui valore va su e giù di molto rispetto alla loro valuta locale. In secondo luogo, se viene commesso un errore in chi paga, è necessario poterlo invertire in modo che l’anonimato non funzioni.”

Gates ha ragione nel dire che Bitcoin ha reso più facile trarre profitto da certi tipi di crimine. Ad esempio, è più facile prendere un riscatto elettronico piuttosto che doversi presentare di persona.

Considerando ciò che Gates dice dell’anonimato può essere applicato specificamente alle criptovalute tipo Monero, ZCash o Dash in quanto è pressoché impossibile arrivare all’identità del utente, mentre Bitcoin è pseudonimo e le transazioni possono essere rintracciabili e quindi attribuibili a un utente specifico.

I report recenti che arrivano dal Regno Unito o dal Giappone dicono che il Bitcoin è utilizzato sempre meno per le attività illecite. Sono arrivati invece dei report di una banca indiana che ha fatto la frode per circa 2 miliardi di dollari.

 

Puoi acquistare le criptovalute su degli exchange tipo LivecoinBitPandaExmoBinance o HitBTC.

Su Livecoin puoi acquistare Bitcoin con BTC, USD o EUR e senza la verifica dell’account.

Qubit Hacker cerca scrittori capaci con una buona conoscenza delle criptovalute, della blockchain o del quantum computing. Contattaci: qubithacker@gmail.com

“Bitcoin deve adottare un nuovo Proof of Work ibrido” dice Cobra, il proprietario di Bitcoin.org e Bitcointalk

Il 24 febbraio il co-fondatore del forum Bitcointalk e di Bitcoin.org ha proposto di cambiare il meccanismo di consenso Proof of Work (PoW) sul quale si basa la blockchain di Bitcoin. La proposta ha creato una certa agitazione nella comunità intorno al Bitcoin perché il PoW è uno dei fondamenti della sua blockchain.

Il proprietario di Bitcointalk e di Bitcoin.org che utilizza il pseudonimo Cobra ha scritto una lettera aperta, diretta alla comunità di Bitcoin, chiedendo di cambiare il meccanismo di consenso Proof of Work che, ritiene, non è più sicuro. Scrive nella sua lettera che Bitcoin sta diventando sempre meno decentralizzato. Cobra colpevolizza la centralizzazione del mining e sopratutto Jihan Wu, il proprietario di Bitmain Technologies basato in Cina.

“Fintanto che [Bitmain] controlla la maggior parte dell’hashrate, l’unico modo per mantenere la rete sicura è la minaccia di un hard fork al nuovo PoW, ma questo funzionerà solo fino a quando la comunità è ragionevolmente piccola e condivide in modo schiacciante gli stessi morali per un Bitcoin decentralizzato”

Cobra ritiene che la competizione con la quale deve combattere Bitmain è insignificante e che il mining è monopolizzato da Jihan Wu. Nella sua lettera, Cobra si spinge oltre e scrive che Bitmain “ha una discutibile fedeltà a Bitcoin, nella migliore delle ipotesi, sembrano più interessati a supportare Bitcoin Cash”.

Cobra dice anche che la localizzazione geopolitica di Bitmain potrebbe influenzare la sicurezza del network.

“I minatori sono in una posizione in cui il governo cinese può prendere la loro attrezzatura in qualsiasi momento; qualcosa che farà senza dubbio se Bitcoin crescerà abbastanza da permettere loro di usare il loro controllo sull’hashrate per spingere l’agenda geopolitica cinese.”

Come soluzione del problema, Cobra propone un nuovo Proof of Work ibrido, possibilmente con la combinazione di Proof of Stake e scegliendo degli algoritmi per i quali sarà facile costruire gli ASIC.

Il proprietario anonimo di Bitcointalk e Bitcoin.org non esita di finire la sua lettera accusando i miners di supportare le altcoin che minacciano Bitcoin e di avere appoggiato ogni tentativo ostile di conquistare la rete.

 

Compra bitcoin con le valute tipo fiat senza verifica account

Scrivi nei commenti cosa ne pensi del cambio del meccanismo del conseso PoW.

Le criptovalute e la blockchain sotto il microscopio del Regno Unito

I parlamentari del Regno Unito hanno lanciato un’inchiesta sulle criptovalute e sulla tecnologia blockchain sulla quale sono sviluppate.

Un esplosione di interesse pubblico e di investimenti sempre maggiori, ha costretto il Comitato del Tesoro di guardare da più vicino sia i rischi sia i benefici del denaro digitale.

Verrà investigato il ruolo delle criptovalute nel Regno Unito, compreso l’impatto sui consumatori e sulle imprese.

Il bitcoin e la sua tecnologia non si possono più ignorare e nonostante le criptovalute abbiano attirato tante critiche, la blockchain è stata elogiata.

Nicky Morgan, il presidente del comitato, ha detto che i parlamentari esamineranno in che modo i consumatori e l’infrastruttura finanziaria della Gran Bretagna potrebbero essere protetti meglio, senza soffocare l’innovazione.

La signora Morgan ha dichiarato: “Le persone stanno diventando sempre più consapevoli delle criptovalute come bitcoin, ma potrebbero non essere consapevoli del fatto che attualmente non sono regolamentate nel Regno Unito e che non esiste alcuna protezione per i singoli investitori. Il Comitato del Tesoro esaminerà i potenziali rischi che le valute digitali potrebbero generare per consumatori, imprese e governi, compresi quelli relativi alla volatilità, al riciclaggio di denaro e alla criminalità informatica. Esamineremo anche i potenziali benefici delle criptovalute e la tecnologia che li sostiene, come possono creare opportunità innovative e in che misura potrebbero interrompere l’economia e sostituire i tradizionali mezzi di pagamento”.

La sicurezza degli exchange suscita maggiori dubbi. Dall’inizio dell’anno c’è stato un attacco hacker all’exchange di criptovalute Coincheck durante il quale sono stati rubati 530 millioni di dollari, in Italia, un presunto errore del codice ha lasciato che un hacker portasse via 170 millioni di dollari in NANO, mentre in Giappone, una finestra di 20 minuti ha lasciato che gli utenti dell’exchange Zaif comprassaero bitcoin con zero yen.

Con l’inchiesta, il comitato vuole anche comprendere meglio il problema della volatilità che, effettivamente, è la caratteristica principale del mercato delle criptovalute ed è anche quella che ha attirato tanti speculatori.

Il presidente Morgan non vuole, però, ostacolare la tecnologia blockchain, ma piuttosto trovare un giusto equilibrio tra la regolamentazione e la protezione.

La data della prima sessione non è stata ancora fissata, ma le questioni che verranno discusse sono già state svelate:

  • Le valute digitali sono in definitiva in grado di sostituire i tradizionali mezzi di pagamento?
  • In quale misura le valute digitali possono disturbare l’economia e il funzionamento del settore pubblico?
  • Quali rischi e quali benefici potrebbero generare le criptovalute per i consumatori, per le imprese e per i governi?
  • La regolamentazione potrebbe avvantaggiare le start-up della moneta digitale migliorando la fiducia dei consumatori?
  • In che modo governi e i regolatori di altri paesi si stanno avvicinando alle valute digitali e quali lezioni può imparare il Regno Unito dall’estero?

Il governatore della Bank of England, Mark Carney, ha dichiarato che bitcoin ha fallito come valuta, ma che la tecnologia sottostante che registra e verifica la catena di transazioni potrebbe rivelarsi utile.

La Finlanda mette in asta 2.000 bitcoin confiscati da Silk Road

La Finlanda si prepara a vendere in una serie di aste 2.000 bitcoin confiscati ai trafficanti di Silk Road. Al valore attuale del mercato i 2.000 BTC valgono circa 21,4 milioni di dollari.

La maggior parte dei bitcoin e cioè 1.666, sono stati confiscati a Lasse Juhani Kärkkäinen a giugno del 2016 quando il loro prezzo oscillava sui 600 dollari. L’imputato nel caso ha ricevuto 10 anni e 6 mesi di carcere a seguito di una condanna per aver venduto sul mercato del dark web ormai scomparso, denominato Silk Road, gli stupefacenti e delle droghe che aumentano le prestazioni.

“Raccomandiamo l’asta pubblica per la [vendita dei] bitcoin. Un’asta può essere utilizzata per accertare l’acquirente e se lo stato riceve un pagamento. Inoltre, i rischi associati alla gestione dei bitcoin saranno trasferiti all’acquirente nell’asta “, ha dichiarato Mikko Kangaspunta, il capo della divisione tesoreria statale del governo.

Kangaspunta sottolinea che la vendita in asta è un modo trasparente per il governo di trasformare la criptovaluta in una moneta ufficiale come l’euro. Bitcoin o altre criptovalute non sono strumenti di pagamento ufficiali in Finlandia.

Non si sa ancora come e quando verrà organizzata l’asta, ma i bitcoin verranno venduti a scaglioni in più aste per raggiungere un livello di prezzo migliore.

Da un report della CCN risulta che il governo ha recentemente rilasciato delle nuove linee guida che disciplinano la gestione delle criptovalute confiscate. Nell’ambito del nuovo quadro, ai funzionari è proibito archiviarle nei wallet online. Devono quindi adottare i cold wallet e questo impedisce di smaltire le criptovalute confiscate vendendole su un exchange.

La Finlandia non è il primo governo a mettere all’asta i bitcoin confiscati dagli arresti del Silk Road. Il servizio US Marshals americano ha venduto in una serie di aste nel 2014 e 2015 144.336 BTC appartenenti all’operatore di Silk Road, Ross Ulbricht e ne ha ricavato 48 milioni di dollari.

Un utente vende bitcoin per 20 trilioni di dollari su un exchange giapponese

L’exchange di criptovalute Zaif ha sofferto la settimana scorsa un problema al sistema. I clienti dell’exchange potevano acquistare bitcoin gratuitamente, anche se nessuno è stato in grado di trarre profitto dall’errore.

Zaif è un exchange registrato dal governo e gestito da Tech Bureau Corp con la sede a Osaka.

Un problema di natura tecnica ha permesso a sette clienti di acquistare bitcoin senza spendere nemmeno uno yen durante una finestra della durata di 20 minuti che si è aperta il 16 febbraio. Un cliente ha fatto un ordine dell’acquisto di bitcoin per il valore di 20 trilioni di dollari e subito dopo ha provato a venderli sullo stesso exchange.

L’exchange si è accorto dell’accaduto e ha cancellato le transazioni correggendo poi i bilanci dei clienti, ma sta ancora cercando di risolvere la situazione con un utente che ha cercato di ritirare i bitcoin dalla piattaforma.

Tech Bureau Corp si è scusato per questo incidente, ma adesso sarà sottoposto all’investigazione da parte dei regolatori che, peraltro, è già stata fatta il poche settimane fa.

Dopo il recente attacco hacker all’exchange giapponese di criptovalute Coincheck, l’Agenzia dei Servizi Finanziari (FSA) è stata incaricata dal governo per fare i controlli necessari sui 16 exchange senza una licenza.

Da un raporto risulta che 16 exchange stanno cercando di formare un’organizzazione autoregolamentata e registrata presso FSA.

Lo scopo dell’organizzazione sarà stabilire le regole su questioni come la sicurezza dello scambio e la pubblicità e stabilire sanzioni per i membri che non seguono le polizze.

Nel 2017 il Giappone è stato il primo a lanciare il sistema di sorveglianza delle borse di scambo di criptovalute nel tentativo di proteggere i clienti ed eliminare gli usi illegali delle criptovalute, mentre cerca di coltivare questo settore giovane e promettente.

Il regolatore ha optato per regole relativamente leggere per favorire l’industria per lo più popolata da start-up. La rapina a Coincheck ha però, esposto i difetti del sistema e, per alcuni esperti, queste regole dovrebbero essere riviste e rafforzate.