Come funziona Binance e come comprare bitcoin e token ICO

Binance è uno dei maggiori e più sicuri exchange di criptovalute, utilizzato da milioni di investitori in tutto il mondo e anche dalla maggior parte della crypto community italiana.

L’exchange è stato creato a luglio del 2017 dal developer Changpeng Zhao. La società di Zhao, la Beijie Technology, ha creato la piattaforma di trading di criptovalute dopo un successo della loro Initial Coin Offering (ICO) che ha raccolto 15 milioni di dollari e adesso, anche se tanto giovane, è proprio Binance a ospitare un impressionante numero di token ICO e ad essere la destinazione preferenziale dei traders internazionali.

Su Binance non puoi comprare le criptovalute con le valute tipo fiat e cioè con euro, dollari o un’altra valuta nazionale. Binance è un exchange esclusivamente cripto per cripto che vuol dire che puoi comprare i token o le criptovalute soltanto se ne possiedi già qualcuna.

Questa guida ti mostrerà come comprare bitcoin con dollari, come metterli su Binance, come comprare dei token con questi bitcoin e come prelevarli.

Perché scegliere Binance?

Binance è uno degli exchange più utilizzati al mondo e questo vuol dire che è il migliore per il trading di criptovalute. Le commissioni del 0.1% (che ulimamente sono state dimezzate al 0.05%) sono nettamente più basse rispetto ad altri exchange (Livecoin 0.18%, Coinbase 0.25%) e se si utilizza il token di Binance BNB per fare il trading, le commissioni vengono tagliate del 50%. Questo è molto importante per chi fa il trading intensivo perché permette di tagliare sul costo totale del trading. Le commissioni sul deposito sono pari allo zero mentre quelle sul prelievo delle criptovalute vengono aggiornate in accordo con le condizioni della blockchain. Su Binance puoi comprare non solo bitcoin e altre criptovalute principali, ma anche centinaia di token ICO.

Binance è considerato uno dei migliori exchange anche perché risponde tempestivamente alle preoccupazioni da parte dei clienti. Il CEO di Binance è molto attivo su Twitter e fornisce sempre gli aggiornamenti sugli sviluppi della piattaforma come anche sulle problematiche.

Binance è un exchange centralizzato e come tale rischia di essere soppiazzato dagli exchange decentralizzati (DEX) che sono sempre più popolari nella comunità dei criptotraders. Per ovviare a questo problema, Binance ha deciso di creare un proprio DEX sulla propria blockchain Binance Chain.

Come si usa Binance exchange?

Adesso ti mostreremo passo per passo come si usa Binance, come si deposita bitcoin, come si comprano le criptovalute con bitcoin e come si prelevano.

Vai su binance.com assicurandoti che è sempre questo l’indirizzo inserito. Dovresti vedere una schermata come questa. Per aprire l’account su questo exchange di criptovalute vai su “Create Account” o su “Register”

La pagina principale di Binance exchange di criptovalute

 

Vedrai la pagina della registrazione dove devi inserire l’indirizzo email, la password e poi devi confermare la password. Seleziona la casella “I agree to Binance’s Term of Use” e premi “Register”.

Registrazione account su Binance exchange di criptovalute

 

Vedrai che apparirà una finestra come questa qui sotto. È un puzzle che serve da sicurezza dell’account. Binance deve sapere che non sei un bot e invece del solito Captcha ti fa fare il puzzle.

Registrando l’account su Binance bisogna risolvere un puzzle

 

Bisogna trascinare il cerchio e mettere il puzzle nella posizione giusta.

Trascina il puzzle per entrare su Binance

 

Dopo che il puzzle viene piazzato al suo posto, appare un messaggio dove c’è scritto che bisogna confermare l’email che è stata inviata all’indirizzo email precedentemente fornito.

L’email di conferma dell’apertura dell’account su Binance exchange di criptovalute

 

Nell’email ci sono delle indicazioni su come evitare che qualcuno entri nel tuo account.

  • non bisogna dare la tua password a nessuno
  • non bisogna chiamare nessuno che dice di essere del Supporto Clienti di Binance
  • non bisogna inviare dei soldi a nessuno che dice di essere un membro di Binance
  • bisogna abilitare l’autenticazione 2FA per una maggiore sicurezza dell’account
  • bisogna fare l’attenzione se si visita www.binance.com e non un altro sito con un nome simile

Di seguito ti faremo vedere come si abilita l’autenticazione 2FA tramite l’applicazione Google Authenticator

Una volta che premi il bottone “Verify Email” potrai fare il “Login” nel tuo account Binance.

Fai il login al tuo trading account su Binance

 

Una volta che fai il “Login” dovrai di nuovo rifare il puzzle e sarà così ogni volta che vorrai accedere al tuo acount. Se fai il login dal cellulare ricordati di premere velocemente due volte il bottone giallo del login altrimenti il puzzle non apparirà.

Dopo il login vedrai di nuovo una schermata con delle avvertenze riguardanti la sicurezza del tuo account. Purtroppo gli exchange di criptovalute cadono spesso vittime degli attacchi hacker e gli investitori vengono continuamente sottoposti ai tentativi di phishing quindi Binance ti avverte di non installare dei plug-in che dicono di essere associati con Binance, di non dire a nessuno la tua password, il codice dell’autenticazione SMS o la chiave del Google Authenticator e di non fidarti di nessuno che dice di far parte di Binance.

L’avvertimento dei tentativi di phishing

 

Per depositare i fondi devi andare nella pagina dei “Funds” che si trova nella parte superiore della schermata.

Deposito fondi su Binance

 

Per fare il trading su Binance devi essere già in possesso delle criptovalute o dei token perché sono gli unici che puoi depositare. Binance non accetta le valute nazionali. Se non hai mai acquistato una criptovaluta, ti consigliamo di leggere questa guida agli exchange di criptovalute dove è possibile comprare bitcoin senza la verifica dell’account. Abbiamo anche una guida dedicata al funzionamento di uno di questi exchange – Livecoin.net.

Parliamo sempre dell’acquisto di bitcoin perché tutte le criptovalute e tutti i token ICO sono sempre in coppia con bitcoin quindi bitcoin ti servirà per comprare altre criptovalute e token ICO.

Una volta che hai acquistato bitcoin su un’altro exchange, dal menù a tendina devi scegliere bitcoin come valuta da depositare. Vedrai l’indirizzo alfanumerico al quale devi inviare bitcoin da un’altro exchange a Binance.

Deposito bitcoin su Binance exchange

 

Una volta che avrai fatto il deposito, puoi verificare se hai recevuto i tuoi fondi andando nei “Funds” e poi “Deposit/Withdrawal History”. La transazione in bitcoin non è istantanea e qualche volta ci vorrà qualche ora prima che appaia sul tuo account.

Lo storico dei depositi su Binance

 

Una volta che hai ricevuto bitcoin puoi cominciare a comprare altre criptovalute o token ICO. Devi andare su “Exchange” che si trova vicino al logo Binance e poi “Basic”.

La schermata principale del trading view

 

Adesso devi scegliere la criptovaluta o token ICO che vuoi comprare. Sulla tua destra vedrai quattro possibili coppie di criptovalute. Le coppie con BTC, ETH, BNB e con USDT. Non tutti i token esistono in tutte e quattro coppie. Ad esempio litecoin è in coppia sia con bitcoin che con ethereum, bread e con il dollaro. (LTC/BTC, LTC/ETH, LTC/BNB, LTC/USDT).

Noi scegliamo di comprare il token EOS quindi andiamo su EOS/BTC perché lo compreremo con bitcoin. Se avevamo ethereum dovevamo scegliere la coppia EOS/ETH. Una volta scelta la coppia, apparirà anche il grafico e il libro degli ordini alla sinistra dello schermo.

Acquistare un token con bitcoin su Binance

 

Esistono due metodi d’acquisto sull’exchange di criptovalute Binance:

  1. L’acquisto “Limit” – è un ordine che stabilisce il massimo o il minimo al quale si è disposti ad acquistare o vendere una determinata valuta.
  2. L’acquisto “Market” – il tuo ordine d’acquisto verrà eseguito contro l’ordine di prezzo di vendita più basso disponibile sul mercato in quel punto per quella determinata quantità. Consente di comprare una criptovaluta istantaneamente.

Come piazzare un ordine Limit Buy o Sell su Binance

Comprare EOS su Binance con l’ordine Limit Buy

 

In questo specifico caso presentato sull’immagine qui sopra, l’ultimo prezzo di scambio di 1 EOS è pari a 0.00080230 BTC. Se sei convinto che il prezzo di EOS sta per andare su, allora devi effettuare un ordine d’acquisto “Limit” al prezzo  0.00080336 BTC che è superiore dell’ultimo prezzo negoziato e del prezzo di mercato. L’ordine verrà eseguito quando incontrerà un ordine di corrispondenza o migliore (vendita) per la quantità specificata.

Allo stesso modo, possiamo porre un ordine di vendita limitato “Limit Sell” a 0,00080336 BTC che è superiore dell’ultimo prezzo negoziato e del prezzo di mercato. L’ordine verrà eseguito quando incontrerà un ordine di abbinamento o migliore (acquisto) per la quantità specificata.

L’ordine potrebbe non essere eseguito immediatamente e fino a quando non verrà eseguito è mostrato nella scheda “Open Orders” nella quale può essere annullato in qualsiasi momento.

Diversamente dall’ordine di mercato in cui non abbiamo alcun controllo sul prezzo al quale l’ordine verrà eseguito, l’ordine Limit garantisce che noi paghiamo/riceviamo esattamente lo stesso importo o migliore di quello che abbiamo dichiarato e che l’ordine non verrà eseguito finché non trova un abbinamento/ordine migliore.

 

Come piazzare un ordine Market Buy su Binance

Acquisto dei token EOS con l’opzione Market Buy

 

Nella situazione di cui sopra, se piazzi un ordine d’acquisto di 100 EOS al prezzo di mercato vuol dire che andrai a comprare:

24 EOS al prezzo 0.00080122 BTC

46 EOS al prezzo 0.00080127 BTC

30 EOS al prezzo 0.00080133 BTC

Il prezzo medio dell’acquisto di 100 EOS sarà 0.00080127 BTC.

 

Come piazzare un ordine Market Sell su Binance

Vendita di EOS con l’opzione Market Sell su Binance exchange

 

Nell’opzione Marker Order, il tuo ordine “Sell” verrà eseguito rispetto all’ordine di prezzo di offerta più alto disponibile sul mercato in quel punto per quella determinata quantità.

Nella situazione vista sull immagine di sopra, per vendere 100 EOS dovrai venderli nel modo seguente:

9 EOS al prezzo 0.00079982 BTC

7 EOS al prezzo 0.00079961 BTC

84 EOS al prezzo 0.00079902 BTC

Il prezzo medio della vendita dei tuoi 100 EOS sarà 0.0007996 BTC.

Inviare un ordine di mercato è il metodo più veloce per l’esecuzione di una transazione. È vantaggioso per i traders che prevedono di tenere i token per i periodi lunghi perché in tal caso pochi punti di differenza nel prezzo non hanno un grande impatto sul prezzo.

Questo è lo strumento meno preferito per i traders giornalieri in quanto fornisce un controllo minimo o inesistente sul prezzo a cui verranno eseguite le transazioni e pochi punti nel prezzo possono avere un effetto enorme.

 

Come impostare un ordine Stop-Limit

 

L’impostazione dei limiti Sell su Binance

 

La volatilità nel mercato delle criptovalute è talmente alta che un cambio brusco nel prezzo potrebbe portare a una grossa perdita del capitale iniziale che hai inserito.

Per garantire la sicurezza del capitale iniziale o per impostare un importo minimo di un profitto c’è l’opzione Stop limit.

Uno Stop limit order o meglio conosciuto come lo Stop-Loss nel mercato azionario è uno strumento inestimabile per sfuggire alle incertezze del mercato.

Se prendiamo in considerazione la situazione visibile sull’immagine, vedremo che l’ultimo prezzo scambiato è 0.0007999 EOS/BTC. Se tu in precedenza hai acquistato EOS e vuoi assicurare il tuo capitale contro il calo del prezzo eccessivo, dovrai impostare un prezzo minimo al quale i tuoi token dovranno essere venduti. Per fare questo devi impostare lo “Stop” al di sotto del prezzo al quale hai acquistato EOS.

Possiamo fissare il prezzo limite sopra o sotto il prezzo ‘Stop’ come dalla tua comprensione e l’analisi del mercato. Ciò garantirà certezza di profitti e capitale in un mercato ribassista.

 

Come si prelevano i fondi da Binance

Se sei un nuovo utente su Binance e vuoi fare il prelievo dei tuoi fondi, devi impostare prima un’autenticazione a due fattori la cosidetta 2FA. Questo serve per la sicurezza del tuo account e siccome Binance ci tiene alla sua reputazione, ogni utente è forzato a impostare un secondo livello di sicurezza oltre alla password. Puoi scegliere se vuoi fare la 2FA tramite un’applicazione di Google Authenticator o tramite un SMS. Noi riteniamo che l’autenticazione tramite l’app di Google è più sicura e per questo ti guideremo alla sua impostazione.

Binance ti ricorda che bisogna mettere al sicuro i tuoi fondi

 

Una volta che avrai premuto Google Authenticator, vedrai una finestra che ti invita a fare il download dell’applicaziano sul tuo telefono.

 

Scarica l’applicazione Google Authenticator per impostare l’autenticazione 2FA

 

L’applicazione è molto semplice in uso. Basta che fai + per aggiungere un nuovo codice e poi piazzi la tua videocamera di fronte al codice QR visualizzato su Binance. Google Authenticator farà lo scan del codice QR e aggiungerà un nome “Binance”. Vedrai 6 numeri che si cambieranno ogni minuto. Per adesso non devi fare nulla con quei numeri.

Scannerizza il codice QR visualizzato su Binance utilizzando l’app Google Authenticator

 

Devi scrivere la chiave di Google Authenticator in un blocco note o in un altro posto sicuro. Questo codice ti servirà nel caso perdessi il telefono o l’accesso all’applicazione. Questo codice è molto importante quindi bada bene ad averlo salvato in un posto sicuro.

Scrivi in un blocco note la chiave di Google Authenticator

 

Nell’ultima schermata dovrai scrivere la chiave che hai appena visto, la password del tuo account e il codice a 6 cifre che vedi nell’applicazione Google Authenticator. Ogni volta che accederai al tuo account dovrai inserire 6 nuove cifre che ti verranno date da Google Autheticator.

Imposta il Google Authenticator per il tuo account su Binance

 

Adesso puoi prelevare i tuoi fondi. Devi scegliere il token o la criptovaluta che vuoi prelevare, inserire l’indirizzo di destinazione che può essere un wallet o un altro exchange e la quantità dei token da prelevare. Fai “Submit” e la tua transazione verrà eseguita.

Prelievo dei token EOS da Binance

 

Tutto ciò che è stato descritto in questa guida serve come base per comprare e vendere i token ICO e le criptovalute sull’exchange Binance. Se vuoi, puoi anche utilizzare il grafico avanzato con degli strumenti di analisi tecnica che serve sempre per vedere la direzione del trend e per avere dei segnali su un possibile punto d’entrata o d’uscita.

Binance è intuitivo e una volta che ci prenderai la mano tutto diventerà facile e anche l’utilizzo di altri exchange non sarà più un problema.

Binance è l’exchange di scambio di criptovalute con criptovalute più consigliato in tutto il mondo e ultimamente ha anche annunciato che vuole trasferire la sua sede a Malta per poter accettare i pagamenti nelle valute fiat.

 

Leggi la nostra guida su dove comprare le criptovalute con EUR o USD senza dover verificare l’account

Puoi acquistare EOS, bitcoin e altre criptovalute e token su degli exchange tipo LivecoinExmoBinance o HitBTC.

 

Qubit Hacker cerca scrittori capaci con una buona conoscenza delle criptovalute, della blockchain o del quantum computing. Contattaci: qubithacker@gmail.com

Guida: Come comprare bitcoin e le criptovalute su un exchange

Comprare bitcoin o altre criptovalute non è una cosa facile per qualcuno che non l’ha mai fatto e per questo abbiamo creato questa guida che vi spiega passo per passo come e dove acquistarli.

Scegliere un exchange di criptovalute appropriato è un passo importante perché influisce sul costo totale delle vostre transazioni. Una piattaforma di scambio di criptovalute deve essere sicura, ma ci sono anche altri fattori che influiscono sulla scelta.

Cosa prendere in considerazione quando si sceglie un exchange?

  1. La verifica dell’account
  2. I metodi di pagamento
  3. Le commissioni e lo spread
  4. Il prezzo di criptovalute
  5. La quantità di criptovalute
  6. Le coppie di criptovalute

 

  1. La verifica dell’account è la parte più noiosa di tutto il processo che porta all’acquisto di bitcoin o di altre criptovalute. Oggigiorno, quasi tutti gli exchange chiedono un documento d’identità, un documento che possa provare l’indirizzo della residenza e certe volte anche un foglio che attesti il possesso di un conto bancario. Ci sono tanti exchange trai quali scegliere e quelli che riteniamo i migliori sono elencati nella nostra guida agli exchange di criptovalute, ma se non vuoi fare la verifica dell’account che, non solo è noiosa, ma certe volte dura anche due mesi, ti consigliamo uno di questi exchange dove è possibile comprare le criptovalute senza documenti e senza nessuna verifica. Li abbiamo provati, li usiamo e sono tutti validi.
  2. Il metodo di pagamento è importante perché ti permette di entrare ed uscire con le valute tipo fiat (euro, dollaro, sterline, ruble…) con facilità. La velocità del finanziamento dell’account è da prendere sotto considerazione in quanto il prezzo potrebbe cambiare di molto se si aspetta un bonifico per uno o due giorni. Oltre ai bonifici bancari sono disponibili i pagamenti con le carte di credito o con gli e-wallet tipo Skrill, PayPal etc. È bene scegliere l’exchange che ha diversi metodi di pagamento. BitPanda ne ha diversi (bonifico bancario SEPA, Euro Wallet, Skrill, Neteller, carte di credito Visa e MasterCard, bonifico Giropay/EPS) e la verifica dell’account è istantanea, ma l’offerta delle criptovalute è limitata a quelle con la capitalizzazione del mercato più alta.
  3. Le commissioni sono più o meno uguali su diversi exchange e dipendono dal tipo di token o di criptovaluta che si compra. Se sei quello che compra a lungo termine, la commissione non ha tanta differenza, ma se vuoi fare il trading intensivo, conviene scegliere l’exchange con le commissioni più basse possibili. In quel caso anche lo spread (la differenza tra il prezzo dell’acquisto e il prezzo della vendita) deve essere il più basso possibile. Gli exchange raramente contano le commissioni sui depositi, ma le applicano ai prelievi. Gli exchange grossi come Binance o Coinbase riescono a mantenere lo spread basso perché i volumi delle transazioni sono alti, mentre quelli più piccoli cercheranno magari di attirare i clienti con le commissioni vicine allo zero, ma lo spread talmente alto da rendere il trading giornaliero molto costoso.
  4. Il prezzo di criptovalute su un exchange può essere visto in due modi. Il prezzo di bitcoin basso può essere un vantaggio o uno svantaggio e dipende tutto da ciò se si vuole vendere o comprare bitcoin. Di solito si cerca una piattaforma che offre il prezzo d’acquisto minore rispetto alle altre, ma quando si vende anche il prezzo di vendita è minore. La cosa migliore da fare è comprare bitcoin lì dove il prezzo è più conveniente (Coinbase, Binance o Livecoin) e vendere su un exchange dove il prezzo è più alto di tutti (LocalBitcoins, HitBTC, Exmo o Cex.io). La differenza nel prezzo al momento della scrittura di questo articolo è di 300$ ma può essere anche di 1000$ e se si vende su LicalBitcoins la differenza è ancora più marcata perché può essere superiore anche a 2000$. Questa attività di compravendita su vari exchange viene denominata arbitraggio ed è un fenomeno molto comune nel mondo delle criptovalute.
  5. L’exchange di prima scelta per l’acquisto di bitcoin con le valute fiat è Coinbase, ma è molto limitato perché offre soltanto bitcoin, bitcoin cash, litecoin ed ethereum. È per questo che gli investitori interessati in compravendita di altre criptovalute o altri token preferiscono spostare poi i fondi o su Binance, HitBTC, Livecoin o su Cryptopia. Queste tre piattaforme di trading offrono centinaia di token differenti e hanno i volumi alti permettendo il trading veloce e fluido.
  6. La differente disponibilità delle principali coppie di criptovalute gioca un ruolo importantissimo perché permette di ridurre il numero delle transazioni per comprare un dato token, ridurre il costo delle commissioni e dello spread e di scegliere la coppia più conveniente. Ad esempio Livecoin è il migliore sotto questo aspetto perché é l’unico exchange che offre l’acquisto di bitcoin nelle seguenti coppie fiat: BTC/USD, BTC/EUR, BTC/RUR. Oltre al bitcoin, sono state create anche le coppie di ethereum, litecoin, monero e altre.

 

In questo articolo andremo a mostrare come utilizzare un exchange di criptovalute e come comprare bitcoin. L’acquisto di altri token sarà poi un percorso molto simile con la differenza che bisognerà scegliere la coppia desiderata. L’exchange di nostra scelta è Livecoin.net.

Su Livecoin si può comprare le criptovalute o con euro o con dollari e senza dover verificare l’account. La registrazione è istantanea e si può cominciare a comprare subito. La commissione sulla transazione è del 0.18% che è nettamente più bassa rispetto a quella di Coinbase (0.25%). Ci sono tante coppie differenti e centinaia di token trai quali scegliere. I metodi di pagamento sono: Capitalist, Payeer, Perfect Money, Advcash e Qiwi e quello utilizzato da noi è Payeer. Livecoin ha lo spread che è più alto rispetto a Coinbase, ma nettamente più basso rispetto a Kraken o altri exchange. È un exchange che per tanti aspetti è una via di mezzo mentre per altri è superiore e più vantaggioso. Già il solo fatto che ci si può registrare senza dover fornire i documenti è un vantaggio enorme. Se vuoi sapere di più su Livecoin o su altri exchange da noi consigliati, ti invitiamo a leggere: 7 exchange per comprare bitcoin, criptovalute e token.

Come comprare bitcoin su un exchange di criptovalute

Adesso ti guideremo passo per passo all’acquisto di bitcoin a cominciare dalla registrazione dell’account su Livecoin fino al prelievo. Se preferisci comprare ethereum, litecoin o un’altra criptovaluta i passaggi saranno uguali.

La registrazione dell’account su Livecoin è facile e veloce proprio perché non serve verificare il conto attraverso l’invio dei documenti. L’unica cosa di cui avrai bisogno sarà la tua username, la password e l’email. La password deve avere almeno 12 caratteri, almeno una lettera maiuscola, almeno una lettera minuscola e almeno un numero.

 

La registrazione dell’account su Livecoin.net

 

Dopo che compili i campi riceverai un’email di conferma con un codice. Bisogna copiare questo codice e incollarlo nella casella di testo.

 

Il codice di conferma va inserito in questo campo

 

Successivamente ti verrà chiesto un codice pin. Bisogna scegliere un pin a 4 cifre e scriverlo in un posto sicuro per non dimenticarlo e per avere l’accesso all’exchange nel caso si dimenticasse la password.

 

 

Una volta che avrai completato tutti i passaggi, verrai portato alla schermata principale dove saranno visibili tutte le criptovalute e il grafico.

 

La schermata principale di Livecoin exchange

 

Adesso bisogna caricare l’account con delle valute fiat (euro o dollari). Vai su “Deposit”o posizionato nella parte superiore della schermata.

É possibile caricare tre valute fiat (euro, dollari e ruble) e le criptovalute. Noi abbiamo i dollari e quindi depositiamo quelli segliendo “Depositi” sulla linea di USD.

 

Deposito di valute tipo fiat su Livecoin

 

Si aprirà una pagina dove vedrai i principali metodi di deposito: Capitalist, Payeer, Perfect Money, Advcash, Quiwi. Ciascuno di questi metodi ha una commissione sul deposito differente. Bisogna aprire un account su uno di questi e-wallet. Apertura dell’account è facile e veloce e il conto può essere caricato utilizzando una carta di credito o tramite un bonifico bancario. Noi utilizziamo Payeer e quindi nell’apposito campo inseriamo la cifra con la quale vogliamo caricare il nostro conto su Livecoin.

 

Su Livecoin è possibile depositare con Payeer

 

Payeer si prende il 3% di commissione su ogni deposito. Quando premi “Paga ora”, si aprirà una pagina come questa qui sotto. Devi poi premere sul bottone “PAYEER”, scegliere EUR e confermare.

 

Il pagamento con Payeer su Livecoin

 

Per vedere i soldi sull’account Livecoin bisogna aspettare alcuni minuti. Puoi controllare guardando in alto della schermata la dicitura “Saldo equivalente in USD”. Una volta arrivati i fondi potrai comprare i tuoi primi bitcoin.

Vai su “Compra/Vendi” per andare sulla pagina del trading. Scegli la coppia BTC/EUR e vedrai il grafico del prezzo di bitcoin e due campi sotto: uno di acquisto e uno di vendita. Andiamo sul campo dell’acquisto di bitcoin.  Nel primo campo vuoto devi soltanto inserire la quantità di bitcoin che riesci a comprare con i soldi che hai sul conto. Il calcolo verrà fatto in automatico quindi non devi fare nessuna conversione. Noi carichiamo 100€ e con questa cifra possiamo comprare (commissioni incluse) 0.013 BTC al prezzo come quello sull’immagine. Premi “Acquista BTC” ed ecco che hai comprato i bitcoin.

 

Su Livecoin puoi comprare bitcoin con euro

 

Adesso puoi utilizzare bitcoin per comprare altri token, puoi tenerli sull’exchange che non è mai consigliato oppure poi spostarli nel tuo wallet offline. Per prelevare i bitcoin da Livecoin devi andare su “Saldo”.

 

Il saldo del tuo portafoglio su Livecoin.net

 

Vai sulla linea di “Bitcoin” e poi seleziona la voce “Prelievo”. Ti apparirà una finestra come questa:

 

Il prelievo di bitcoin da Livecoin exchange

 

Inserisci la quantità di bitcoin da prelevare e l’indirizzo del portafoglio bitcoin che hai installato sul tuo pc o di un LedgerNanoS o se preferisci, l’indirizzo bitcoin di un’altro exchange di criptovalute. Quando premi “Invia un pagamento” l’operazione sarà finita e dovrai aspettare un po’ di tempo prima che i tuoi bitcoin appaiano in un altro wallet.

 

Invia bitcoin da Livecoin a un’altro indirizzo bitcoin

 

Avendo bitcoin è facile comprare qualsiasi token. Se il token che desideri comprare non figura su Livecoin, puoi prelevare bitcoin e inviarli su un exchange dove si trova il token desiderato. Binance, Cryptopia sono exchange exchange dove non è possibile versare le valute tipo fiat quindi se vuoi utilizzarli dovrai per forza avere una criptovaluta. Il passaggio da fare per fare il trading su quegli exchange è: versare le valute fiat su Livecoin, comprare bitcoin, prelevare bitcoin e inviarli su Binance o Cryptopia, comprare il token desiderato con bitcoin.

Purtroppo, il meccanismo d’acquisto di token differenti è ancora molto convoluto e all”inizio può risultare difficile da capire, ma con il crescere dell’industria delle criptovalute, anche gli exchange si evolvono e tutto diventa più facile.

Se desideri di vedere una guida su un dato argomento, faccelo sapere nei commenti e provvederemo a crearla.

Comprare bitcoin con l’euro senza verificare l’account su un exchange

Comprare bitcoin con le valute tipo FIAT (euro, dollari, streline …) senza verificare l’account su un exchange di criptovalute e cioè senza dover inviare tutti i dati e i documenti è un compito sempre più arduo.

Sempre più stati si muovono per regolamentare l’investimento in bitcoin, altcoin e token e gli exchange sono quindi costretti di attuare le polizze KYC (Know Your Customer) e AML (Anti Money Laundering) per evitare problemi di conformità con le leggi.

Ci sono però delle borse di scambio di criptovalute che hanno la sede nei paesi privilegiati sotto l’aspetto legislativo e non devono attuare queste polizze, permettendo ai suoi utenti di comprare bitcoin e altre altcoin senza dover fare delle verifiche o con le verifiche dell’account minime.

 

Bisogna aggiungere che gli exchange di criptovalute si dividono in due categorie:

  • gli exchange che accettano le FIAT
  • gli exchange che accettano soltanto le criptovalute

 

La prima categoria sono gli exchange dove si può comprare bitcoin e altre altcoin con le valute tipo FIAT (euro, dollari, sterline…) e prelevare sia le valute FIAT sia le criptovalute. La seconda categoria sono gli exchange che permettono di scambiare le criptovalute già in possesso. È ovvio però, che per avere una qualsiasi criptovaluta bisogna comprarla con gli euro (a meno che non ti è stata regalata) e per questo ci serve un exchange che accetta le valute FIAT come prima cosa e solo successivamente, se si vuole comprare dei token particolari, si può aprire l’account su un exchange tipo Binance, che accetta esclusivamente le criptovalute e che permette il trading di tantissimi token, anche quelli più sconosciuti.

Qui sotto descriviamo alcune di queste borse di criptovalute online che permettono di acquistare bitcoin e token in modo facile e veloce.

 

 

Dove comprare bitcoin e criptovalute senza verificare l’account 

Livecoin

Livecoin è forse il più conosciuto exchange di criptovalute che non fa la verifica dell’account se si vuole comprare bitcoin con gli euro o con i dollari. Questo exchange ha anche i volumi alti e i prezzi medi. La commissione sulla transazione è 0.18% ed è tra le più basse sul mercato mentre per il prelievo di bitcoin è 0.001 BTC che è in accordo con la maggioranza degli exchange. Per registrarti su Livecoin avrai bisogno soltanto di un’email. I metodi di deposito e di prelievo sono: Capitalist, Payeer, Advcash, Perfect Money e Qiwi. Noi utilizziamo sempre Payeer e le transazioni richiedono solo pochi minuti e tutto il processo e facile e veloce. Livecoin ha tantissimi token e le coppie principali comprendono EUR, USD, BTC, ETH, RUR, XMR, DASH e alcune altre.


Visita Livecoin

Indacoin

Indacoin è cresciuto moltissimo in giro di pochi mesi e oltre al bitcoin vende altre 200 altcoin. Su Indacoin è possibile comprare istantaneamente con una carta di credito Visa o MasterCard. Quando compri su Indacoin per la prima volta, puoi comprare da 50€ a 200€ e poi i limiti aumentano. Indacoin non chiede documenti per poter comprare le criptovalute.


Visita Indacoin

comprare bitcoin su indacoin
Acquistare bitcoin con una carta di credito su Indacoin

LocalBitcoins

LocalBitcoins è un exchange P2P che vuol dire che gli utenti postano le loro offerte e tu puoi scegliere quale prendere e con quale metodo di pagamento pagare. Vengono accettati sia bonifici bancari, sia le carte di credito Visa/MasterCard, sia le carte prepagate sia gli e-wallet tipo Skrill, PayPal, Neteller e tanti altri. Lo scambio può essere fatto anche di persona e pagato con i contanti. I prezzi su LocalBitcoin variano e di solito sono più alti rispetto che sugli exchange, ma questo dipende anche dalla giornata. Alcuni utenti ti chiederanno un documento d’identità per fare lo scambio, ma ce ne sono tanti che non lo richiedono.


Visita LocalBitcoins

Paxful

Paxful è un exchange di criptovalute P2P, molto simile a LocalBitcoin con la differenza che Paxful, oltre ai metodi di pagamento tradizionali tipo bonifico bancario, carta di credicto Visa/MasterCard, carte prepagate, Skrill, PayPal, PostePay accetta anche dei voucher come metodi di deposito. Se per esempio ti è stato regalato un buono di Amazaon o di iTunes o qualche altro, lo puoi depositare su Paxful e comprare bitcoin da un’altra persona. Anche qui è possibile mettersi d’accordo con un altro utente per comprare bitcoin in contanti.


Visita Paxful

Kraken

Kraken è un exchange molto conosciuto nell’Eurozona perché permette di comprare bitcoin con l’euro. Kraken chiede la verifica dei documenti soltanto sopra una certa soglia. Se vuoi scambiare le altcoin, non devi fare nulla. Kraken ha 5 livelli di verifica. Fornendo dei dati personali come nome e cognome, la data di nascita, il numero di telefono, l’indirizzo di residenza è possibile depositare fino a 10.000$ al mese. Su Kraken è possibile depositare e prelevare euro soltanto tramite il bonifico bancario. Questa è una grossa limitazione in quanto i bonifici ci mettono spesso da 2 a 7 giorni.


Visita Kraken

Kraken verifica account
Livelli di verifica account su Kraken exchange di criptovalute

BitPanda

BitPanda è un exchange austriaco che permette di comprare bitcoin, ethereum, dash, litecoin, bitcoin cash e ripple. Puoi comprare queste criptovalute senza verifica dei documenti, ma soltanto per un valore di 50€. Se vuoi comprare di più, BitPanda ti farà fare una verifica istantanea del documento d’identità davanti ad una webcam. BitPanda accetta Skrill, Neteller, bonifico bacario e le carte di credito Visa o MasterCard come anche dei voucher. È un exchange sicuro e con delle recensioni molto positive.


Visita BitPanda

Quali exchange di criptovalute non fanno la verifica account

 

Una volta che hai comprato bitcoin o altcoin utilizzando uno degli exchange di cui sopra, puoi spostarli su uno degli exchange di criptovalute tipo Binance o Cryptopia perché hanno un enorme quantità di token. Questo, ovviamente, per chi volesse comprare dei token particolari, non listati su altri exchange qui elencati.

 

 

Consigli

 

Se compri bitcoin su Kraken, che spesso ha i prezzi più bassi rispetto agli altri exchange, per venderli, vai sempre su Exmo.me che ha il prezzo più alto comparato con le altre borse di scambio di criptovalute. Certe volte, la differenza nel prezzo è anche di 1000€. In questo modo potrai guadagnare senza far nulla. Basta che fai il prelievo di bitcoin su Kraken e inserisci l’indirizzo di deposito bitcoin preso da Exmo. Per qualsiasi domanda, lasciaci un commento e risponderemo in pochi minuti.

 

Se hai trovato in questo articolo delle informazioni utili, per favore, dona anche pochi centesimi e sostieni chi cerca di diffondere l’utilizzo delle criptovalute.

BTC    1P2tzCFVDUX6vCWuhRxhuxXHAWJ4ch26NV

QR bitcoin

ETH    0xFee4c613800ED48cee71A8c997Ad7FBE856F48f8

QR ethereum

7 exchange per comprare bitcoin, criptovalute e token

Dove comprare bitcoin e altre criptovalute

 

Bitcoin, ethereum, litecoin, ripple e bitcoin cash sono le criptovalute più acquistate, anche se altre altcoin e token sono sempre più popolari. Bitcoin ed ethereum sono anche quelle più scambiate. Per comprare dei token tipo NEO, EOS, ADA, IOTA, TRX o un qualsiasi altro, bisogna prima procurarsi un po’ di bitcoin o di ethereum.

Ci sono degli exchange che permettono l’acquisto facile e veloce e ne elenchiamo alcuni di quelli più utilizzati e quindi con dei volumi maggiori.

Esistono anche degli exchange di criptovalute che possiedono bitcoin ed ethereum, ma non è possibile comprarli con le valute tipo fiat (euro, dollari, sterline, yen, won, ruble…). Su quest’ultimo tipo di exchange è possibile solamente scambiare le criptovalute con altre criptovalute o con dei token.

 

Exchange dove si può comprare bitcoin con euro

Exchange Tipo di deposito/prelievo Compra bitcoin
livecoin logo Capitalist, Payeer, Perfect Money, Advcash, Qiwi
Compra Bitcoin
cex.io logo

Carte di credito VISA e MasterCard, bonifico bancario, CryptoCapital

Compra Bitcoin
bitpanda logo

bonifico bancario SEPA, Euro Wallet, Skrill, Neteller, carte di credito Visa e MasterCard, bonifico Giropay/EPS

Compra Bitcoin
coinbase logo bonifico bancario,

carte di credito Visa e MasterCard

Compra Bitcoin
exmo logo

Payeer, OKPay, Perfect Money, MoneyPolo, Neteller, carte di credito Visa o MasterCard, bonifico bancario SEPA, BanContact, GiroPay, Payza, Advcash o Cryptocapital

Compra Bitcoin
bitstamp logo

bonifico bancario, AstroPay

Compra Bitcoin
bitfinex logo

bonifico bancario

Compra Bitcoin

 

Exchange centralizzati per comprare bitcoin, ethereum e altre criptovalute con euro o dollari:

Livecoin.net

Livecoin è una piattaforma di trading adatta sia per i principianti che per gli esperti. Su Livecoin si può comprare sia bitcoin, ethereum, litecoin sia altre altcoin o token in cambio di euro o dollari.

Un grosso vantaggio di questo bitcoin exchange è che è in italiano come anche in inglese e in altre lingue. Gli Italiani possono quindi stare tranquilli se la loro conoscenza dell’inglese non è molto buona.

Livecoin è stato fondato nel 2013 da Delta e-commerce Ltd di Londra, mentre i server sono basati negli USA. Su Livecoin si può creare un account senza nessuna verifica. A discapito di quasi tutti gli exchange centralizzati, Livecoin non richiede di fornire documenti o dei dati personali. Non applica le cosiddette polizze KYC (Know Your Customer) e AML (Anti Money Laundering). L’unica cosa che serve per aprire l’account è un’email, un username e una password.

I metodi di pagamento accettati sono Capitalist, Payeer, Perfect Money, Advcash e Qiwi. Il trasferimento di fondi da noi utilizzato è Payeer e sia il deposito che il prelievo richiedono solo pochi minuti. Non c’è l’importo minimo di deposito mentre il prelievo minimo è di 10 EUR/USD o 100 RUR mentre per il bitcoin è 0.002 BTC.

Le commissioni sul deposito attraverso gli e-wallet sono: Payeer 5%, Perfect Money 2%, Capitalist 0%, AdvCash 10%, Qiwi 30% EUR/USD, 10% RUR. Le criptovalute vengono depositate gratis.

I costi di prelievo sono: Payeer 0.2% EUR, 0.5% USD, 5% RUR, Perfect Money N/A, Capitalist 2% EUR/USD, 3% RUR, Qiwi 3%. Per il prelievo di criptovalute si deve pagare per esempio 0.001 BTC, 0.02 LTC, 0.01 ETH. La commissione sulla singola transazione è di 0.18% che cala se si superano 100 mila dollari in un mese.

Livecoin, come tutte le piattaforme di trading di criptovalute reputabili, ci tiene alla salvaguardia della sicurezza dei suoi clienti e per questo invia sempre le email di conferma sia di deposito che di prelievo, attua l’autenticazione 2FA tramite l’app Google Authenticator come anche il codice pin e la password personale.

Acquistare bitcoin e altre criptovalute su Livecoin è veramente facile e veloce e la grande quantità di criptovalute disponibile per il trading con euro o dollaro rendono questo exchange il più competitivo sotto questo aspetto. Grazie a questo numero elevato di altcoin/EUR o altcoin/USD, si risparmia sul numero delle transazioni che uno è costretto a fare per comprare una data criptovaluta.

Livecoin non ha ancora l’applicazione per iOS o per Android, ma il sito è responsive e funziona bene sul cellulare. Livecoin non è mai stato vittima di un attacco hacker. Un’altra cosa a vantaggio di Livecoin e alla quale molti non pensano affatto è il fatto che Livecoin utilizza il denaro reale (EUR, USD, RUR) mentre alcuni dei suoi competitor utilizzano sopratutto Tether e cioè il corrispettivo di dollaro – USDT. VISITA LIVECOIN

 

livecoin exchange
Livecoin.net exchange

 

Cex.io

Cex.io opera dal 2013 e ha la sede a Londra. È un sito web reputatile dove è possibile comprare bitcoin, ethereum, ripple a nominarle solo alcune con euro o dollari. Cex.io ha il sito in italiano, inglese, russo, cinese, portoghese e in spagnolo.

La creazione dell’account è veloce, ma certe volte le nuove registrazioni vengono sospese per troppo traffico. Cex.io applica le polizze KYC (Know Your Customer) e AML (Anti Money Laundering) quindi dopo che si crea un nuovo account, bisogna verificarlo. La verifica dura circa 15 minuti. Bisogna fornire i dati di un documento d’identità,  i dati personali, l’indirizzo e le foto del documento e di qualche bolletta per confermare la residenza.

I metodi di deposito accettati sono: carta di credito VISA o MasterCard, bonifico bancario o CryptoCapital. È possibile depositare valute fiat (USD, EUR, GBP, RUB) e bitcoin.

Cex.io prende una commissione del 3.5% + 0.24€ per il deposito in fiat mentre i depositi in criptovalute sono gratuiti (bitcoin, bitcoin cash, bitcoin gold, ethereum, dash, zcash, ripple).

Su ogni prelievo in fiat viene applicata la commissione di 3.50€ e per i prelievi di criptovalute, Cex.io prende 0.001. La sicurezza dell’account viene garantita dalla password e l’autenticazione 2FA.

Su Cex.io si può comprare bitcoin, ethereum, bitcoin gold, bitcoin cash, zcash, dash, ripple ed è anche possibile fare il trading di GHS (gigahashes per second). La piattaforma permette il margin trading, ma questo tipo di trading è consigliato solo ai più esperti. Il margin trading offre una leva del 1:2 e 1:3.

Lo scambio semplificato sulla piattaforma si basa su ordini di tipo Fill-or-Kill (FOK) e cioè gli ordini o vengono eseguiti integralmente o non vengono eseguiti affatto. L’ordine potrebbe essere eseguito anche a condizioni più favorevoli. Cex.io si prende il 7% per questo tipo di servizio. Invece il trading sulla piattaforma Cex.io è un po’ diverso. Gli ordini vengono eseguiti istantaneamente e il prezzo non viene bloccato come in FOK. Cex.io offre l’applicazione mobile sia per iOS che per Android. Cex.io non usa USDT ma il dollaro reale. VISITA CEX

 

cex.io exchange
Cex.io exchange

Bitpanda.com

BitPanda è l’exchange di criptovalute fondato nel 2014 da una start-up austriaca Coinimal GmbH.

Su BitPanda è possibile acquistare bitcoin, ethereum, dash, ripple, litecoin e bitcoin cash con i seguenti metodi di pagamento: bonifico bancario Sepa, Euro Wallet, Skrill, Neteller, carte di credito Visa e MasterCard, bonifico Giropay/EPS. Il prezzo di bitcoin dipende dal tipo di pagamento che si sceglie. SEPA, EPS, Giropay e Sofort comportano le commissioni più basse mentre Skrill e Neteller hanno le commissioni più alte. Le commissioni non sono chiaramente pubblicate sul sito web soltanto incluse già nel prezzo.

Aprendo l’account su BitPanda, bisogna verificarlo per poter effettuare le transazioni. Il livello più basso di verifica richiede soltanto il numero di telefono. Questo permette di comprare bitcoin per 50€ al mese fino a 600€ totali. I livelli più alti di verifica richiedono un documento d’identità e una bolletta che possa confermare l’indirizzo di residenza. La verifica è instantanea.

Il sito web di BitPanda è molto facile in uso e anche gli utenti più inesperti lo troveranno intuitivo. BitPanda non è disponibile in lingua italiana, utilizza soltanto euro come valuta fiat ed è disponibile soltanto per i residenti in Europa. VISITA BITPANDA

 

bitpanda exchange
BitPanda

 

Coinbase.com

Coinbase è uno dei più grossi exchange di criptovalute dove è possibile comprare bitcoin, bitcoin cash, ethereum e litecoin. Ha la sede a San Francisco e parecchi grossi investitori. Il sito è disponibile in italiano ed è molto facile in uso e intuitivo.

Coinbase vanta più di 4 milioni di utenti e spesso ha dovuto chiudere le nuove registrazioni perché non riusciva più a gestire l’influsso massiccio di gente. Se qualcuno ci riesce ad aprire un account, deve fare la verifica ed essere preparato ad aspettare anche alcune settimane per avere l’esito della verifica.

Coinbase è regolamentato negli USA e applica le polizze AML (Anti Money Laundering) e KYC (Know Your Customer). Per verificare l’account l’utente deve inviare le copie dei documenti d’identità, una prova dell’indirizzo della residenza sotto forma di qualche bolletta e fornire i dati personali.

La sicurezza dell’account applicata da questo exchange è simile a tanti altri competitori. Bisogna immettere la password, verificare il numero di telefono e abilitare l’autenticazione tramite un’app Google Authenticator. 

I metodi di deposito e di prelievo disponibili dall’Italia includono il bonifico bancario e le carte di credito Visa/MasterCard. Per operare su questo exchange di criptovalute bisogna prima connettere il conto bancario. Il limite di deposito con carte di credito è di 1.000€ a settimana.

Le commissioni su Coinbase sono abbastanza alte. Il market taker (l’utente che prende degli ordini automatici) paga il 0.25% su ogni transazione mentre il market maker (l’utente che crea un ordine che non viene immediatamente accoppiato) non paga commissioni.

In genere questo era uno degli exchange più raccomandati, ma negli ultimi mesi la sua reputazione ha sofferto tanto. Coinbase è uno dei più utilizzati per comprare le principali altcoin e sulla piattaforma di trading GDAX, alla quale si accede con lo stesso account utente, è possibile fare il trading con queste 4 criptovalute, ma la scelta è molto limitata e di solito, chi compra su Coinbase, trasferisce le altcoin su altri exchange criptovalute (Binance, Cryptopia) che hanno una vasta scelta di token.

Coinbase possiede l’applicazione mobile per il suo wallet. Chi utilizza Coinbase per comprare bitcoin per poter giocare al casinò o scommettere deve stare molto attento perché l’exchange può tracciare i movimenti e chiudere l’account. VISITA COINBASE

 

compra bitcoin su coinbase
Coinbase

 

Exmo.me

Exmo è un exchange molto popolare trai tarders perché permette l’acquisto e la vendita di tante criptovalute in cambio di valute fiat tipo euro, dollaro, ruble, zloty o in cambio di altre altcoin.

Exmo è trai primi dieci migliori exchange al mondo e il primo exchange europeo. Ha la sede nel Regno Unito e il suo team è composto da esperti di tutto il mondo. Il 26 febbraio 2018 la compagnia lancerà il proprio token EXO che darà agli investitori la possibilità di guadagnare dei dividendi.

È possibile trasferire le criptovalute da un wallet esterno subito dopo la registrazione. È anche possibile comprare bitcoin, ethereum, litecoin o altre altcoin con le valute fiat e senza verifica dell’account se si deposita con Payeer, OKPay, Perfect Money, e MoneyPolo.

Per utilizzare altri metodi di pagamento come Neteller, carte di credito Visa o MasterCard, il bonifico bancario SEPA, BanContact, GiroPay, Payza, Advcash o Cryptocapital bisogna necessariamente fare la verifica. La verifica del conto è richiesta per via di Anti-Money Laundering (AML) ed è uguale come per gli altri exchange.

Ciascuno di questi metodi di pagamento ha le commissioni e i limiti differenti, ma Exmo è sicuramente uno di questi exchange che da ai suoi clienti una vasta scelta nei termini di deposito e prelievo.

Exmo applica una commissione del 0.2% sia sui depositi che sui prelievi di valute fiat mentre la commissione sul prelievo di bitcoin è 0.001 BTC.

Proprio come i suoi competitor, anche Exmo attua delle misure di sicurezza mirate a proteggere i fondi degli utenti. È quindi possibile impostare l’autenticazione tramite l’app Google Authenticator, la conferma del codice inviato per sms, la protezione tramite l’indirizzo IP.

La piattaforma di Exmo è facile in uso, ma  il grafico del prezzo è piccolo e vi mancano degli strumenti per fare l’analisi. Accanto al grafico, vi è una chatbox generale ed è anche possibile inviare dei messaggi privati a tutti gli utenti di Exmo.

Gli ordini possono essere piazzati aspettando che qualcuno li prenda oppure si possono piazzare e realizzare in modo istantaneo al prezzo di mercato attuale. La piattaforma di trading è disponibile in molteplici lingue tra cui anche in italiano. VISITA EXMO

 

exmo
Exmo.me exchange

Bitstamp.net

Bitstamp è un exchange creato da un gruppo di ragazzi sloveni che nel 2011 hanno visto la necessità di avere un’alternativa a Mt. Gox. Dopo che Mt. Gox è collassato, Bitstamp è diventato uno dei più grossi exchange al mondo. La sede dell’exchange è stata poi cambiata due volte: prima Londra e poi il Lussemburgo dove ha ottenuto la licenza e che l’ha fatto diventare il primo exchange regolamentato in Europa.

Bitstamp applica le regole Know Your Customer (KYC) e Anti-Money Laundering (AML) e per questo è tassativo verificare il conto fornendo tutti i documenti necessari, ma questo exchange spesso si spinge un po’ oltre dei suoi competitor e fa delle domande che potrebbero anche significare la violazione della privacy.

La verifica del conto dura circa tre giorni ed è necessaria anche se si desidera trasferire solamente le criptovalute. I metodi di deposito e di prelievo sono: bonifico bancario o AstroPay. Non ci sono le commissioni sui depositi tramite bonifico bancario SEPA e la commissione sul bonifico internazionale è del 0.05% (comm. min = 7.5USD/EUR, comm. max = 300USD/EUR). La commissione sul prelievo è del 0.90€ e 0.09% (comm. min 15USD/EUR) rispettivamente. Bitstamp può applicare delle salate commissioni sul processamento non-standard. I depositi e i prelievi di criptovalute non comportano commissioni. Bitstamp applica la commissione del 0.25% su ogni ordine effettuato.

Sull’exchange è possibile fare il trading e scambiare 5 criptovalute; bitcoin, ethereum, litecoin, bitcoin cash e ripple. Bitstamp, di solito viene utilizzato per comprare i bitcoin per poi trasferirli su altri exchange (Binance, hitBit, Cryptopia) e usarli per comprare altre altcoin o token.

Purtroppo, Bitstamp ha ricevuto negli ultimi mesi tanta pubblicità negativa per il fatto che i depositi di valute fiat venivano accettati anche dopo una settimana e i prelievi ritardavano di alcune settimane. Altri problemi riguardavano l’impossibilità di accedere alla piattaforma.

Bitstamp possiede l’applicazione mobile per i sistemi iOS e Android.

Anche se Bitstamp utilizza i soliti metodi di sicurezza che riguarda lato cliente, lo stesso exchange è caduto vittima di due attacchi hacker. Uno nel 2014 quando è stato fatto un attacco DoDo’s e l’altro nel 2015 quando i hacker hanno utilizzato Skype e l’email per comunicare con i dipendenti di Bitstamp per poi introdurre un virus nel sistema dell’exchange. Così facendo, gli hacker sono entrati nel hot wallet della compagnia rubando 19.000 bitcoin. VISITA BITSTAMP

 

Bitstamp
Bitstamp exchange

 

 

Bitfinex.com

Bitfinex è un exchange con la sede a Hong Kong. Aprire l’account per scambiare le criptovalute che possiedi già è facile e veloce, ma per comprare bitcoin o altre altcoin con le valute fiat devi verificare l’account in quanto Bittrex applica le polizze KYC e AML. La verifica richiede l’invio di un documento d’identità e una bolletta che provi l’indirizzo della residenza.

Su Bitfinex è possibile depositare e prelevare soltanto attraverso bonifico bancario.

Al contrario di tutti gli altri exchange, Bitfinex applica delle commissioni sui depositi di criptovalute. Queste commissioni vengono applicate ai depositi piccoli e cioè ai depositi per la cifra l’equivalente a meno di 1.000$. Oltre a queste commissioni c’è la commissione sul deposito tramite bonifico bancario che è pari a 0.1% ma con un minimo di 20USD/EUR. Lo stesso vale per i prelievi. La commissione sugli ordini è del 0.1% per i market maker e del 0.2% per i market taker. La commissione sui prelievi di criptovalute è uguale come per i depositi.

Su Bitfinex è possibile fare il trading sul margine. Bitfinex ha 28 criptovalute e token differenti che partono da quelle più conosciute a quelle ancora nella fase di ICO. Tra queste c’è EOS, 0x, OmiseGo, Iota.

Nonostante le commissioni alte Bitfinex ha il primato riguardo ai volumi di criptovalute scambiate ogni giorno. Questo si traduce nel spread minore e quindi più conveniente per il trader. Anche se non si compra su Bitfinex, vale la pena monitorare il prezzo perché di solito è l’exchange che “trascina” i prezzi su tutti gli altri exchange di criptovalute.

Nel 2016 Bitfinex ha subito un attacco hacker importante. Sono stati portati via 120.000 bitcoin e, nonostante solo una parte degli account fosse affetta da questo ciberatacco, Bitfinex ha deciso di spalmare le perdite su tutti gli utenti di Bitfinex.

Nessun exchange centralizzato è sicuro. Per avere la sicurezza bisogna utilizzare exchange decentralizzati. VISITA BITFINEX

Bitfinex commissioni
Bitfinex – Commissioni sui depositi e sui prelievi

 

 

Exchange per scambiare le criptovalute che già possiedi:

 

Binance.com

Binance è l’exchange che è cresciuto maggiormente negli ultimi mesi raggiungendo 6 milioni di utenti volenterosi a comprare le criptovalute. Binance ha la sede a Hong Kong ed è uno dei più utilizzati per scambiare criptovalute con criptovalute.

È molto popolare perché sulla sua piattaforma lista un numero elevatissimo di token ICO più ricercati, ma anche quelli meno conosciuti. I trader cercano su Binance dei token come Tron TRX, OmiseGo OMG, EOS, Stratis STRAT, Lisk LSK, POE, ENJ, NEO e tanti altri. Binance aggiunge tempestivamente sempre dei nuovi token ed è sicuramente uno di quei posti dove comprarli.

Binance applica su ogni ordine una commissione del 0.1%, ma se si usa BNB (il token di Binance) allora si riceve uno sconto del 50%. La commissione sul deposito non viene applicata, mentre la commissione sul prelievo di bitcoin è 0.001 BTC e per l’ethereum è 0.01 ETH. Non c’è la commissione sul prelievo di NEO o GAS.

L’account su Binance non deve essere verificato, soltanto quando si ritirano 2 bitcoin al giorno, bisogna verificarlo inviando una foto del documento d’identità.

Quando si deposita le criptovalute, bisogna andare nel Funds -> Depositi-> selezionare la criptovaluta scelta e fare il deposito utilizzando l’indirizzo che viene visualizzato o il codice QR. Per scambiare le criptovalute bisogna andare in Exchange e scegliere quelle che ci interessano.

Binance è facile in uso e ha un’ottima reputazione. VISITA BINANCE

 

Binance
Binance exchange

Cryptopia.co.nz

Cryptopia è uno di quegli exchange che lista i token più giovani. È un exchange insolito perché contiene anche un Marketplace dove si può comprare qualsiasi cosa in cambio di criptovalute. Su Cryptopia è possibile listare anche un proprio token. Se si vuole sapere dove verrà listato un token di una ICO appena cominciata o addirittura di una pre-ICO, allora sarà sicuramente su Cryptopia. È un exchange con la sede in Nuova Zelanda.

La valuta principale della piattaforma è il dollaro neozelandese, ma questo exchange viene di solito utilizzato per scambiare bitcoin o ethereum con altre altcoin o dei token. La verifica dell’account non è necessaria se non si vuole depositare NZD.

Creare l’account è facile e veloce e lo stesso vale per i depositi. Per depositare bisogna andare sul segno di bitcoin B vicino al nome utente, poi andare nei Deposits, selezionare il token che si vuole depositare e utilizzare l’indirizzo o il codice QR che viene visualizzato.

Una caratteristica davvero competitiva è la possibilità di trasferire gratis le criptovalute con gli altri utenti di Cryptopia. Se due utenti si mettono d’accordo riguardo al trasferimento di fondi, possono utilizzare la voce Transfer e nessuno dei due pagherà la commissione.

Cryptopia offre anche Coin Info che è una sezione dedicata alle informazioni riguardanti tutte le coin listate sull’exchange. Cryptopia è un exchange peer-to-peer quindi si possono trovare delle offerte molto buone, a prezzi competitivi, come anche quelle dove il valore della transazione sarà basso.

Cryptopia supporta più criptovalute e token di un qualsiasi altro exchange. Vi si può trovare Electroneum ETN, CryptoJacks CJ, ProCurrency PROC, Reddcoin RDD, DeepOnion ONION, Komodo KMD e quasi 600 altre coin. VISITA CRYPTOPIA

 

Cryptopia exchange
Cryptopia

 

Alternative agli exchange di criptovalute

 

Ci sono altri posti dove è possibile comprare bitcoin e tra questi c’è un exchange P2P chiamato LocalBitcoins. Anche se offre un alto livello di privacy, ha i prezzi più alti rispetto a tutti gli altri exchange sopra elencati. Bitcoin si può comprare anche con Indacoin e senza fornire dei documenti. È il modo più facile per acquistare bitcoin, ethereum e altre 200 criptovalute semplicemente utilizzando una carta di credito Visa o MasterCard. Indacoin è partito offrendo l’acquisto di solo bitcoin ma in giro di pochissimi mesi è cresciuto esponenzialmente.

 

Prima di comprare bitcoin, bisogna tenere in mente che gli exchange centralizzati sono il target principale degli attacchi hacker e bisogna sempre prendere delle precauzioni per mantenere i propri fondi al sicuro. Spostare i fondi nel proprio wallet è il minimo.

 

Se hai trovato in questo articolo delle informazioni utili, per favore, dona anche pochi centesimi e sostieni chi cerca di diffondere l’utilizzo delle criptovalute.

BTC    1P2tzCFVDUX6vCWuhRxhuxXHAWJ4ch26NV

QR bitcoin

ETH    0xFee4c613800ED48cee71A8c997Ad7FBE856F48f8

QR ethereum

 

15 exchange decentralizzati per investire in criptovalute in modo sicuro e anonimo

Nel 2017 le criptovalute hanno avuto il loro boom maggiore con il prezzo del bitcoin che ha sfiorato 20.000$ e che tanti prevedono è destinato a salire a 40.000$ nell’arco di un anno. I principali exchange di criptovalute hanno avuto così tante registrazioni che i loro server erano sovraccarichi e spesso creavano delle difficoltà ai siti web costringendo le compagnie a limitare l’accesso per parecchie ore e a sospendere le registrazioni per alcune sttimane. Binance, il migliore exchange centralizzato, ha dovuto gestire milioni di registrazioni alla settimana prima di chiudere le porte e fare l’upgrade del sistema.

Fin dai primi anni dell’esistenza di bitcoin, gli exchange avevano tanto successo raccogliendo milioni di gente volenterosa a scambiare le valute digitali con delle altre o con quelle tipo fiat (dollari, euro, yen…). Uno dei primi più grossi exchange era Mt. Gox che negli anni 2010 – 2014 disponeva del 70% del mercato bitcoin mondiale e che era anche il primo exchange ad avere subito un attacco hacker. Dopo che Mt. Gox è stato derubato di 850.000 bitcoin, è stato chiuso e altri exchange hanno preso il suo posto. Bitcoinica, Bitfloor, Flexcoin, Poloniex, Bitstamp, Bitfinex, Youbit, Bithumb sono solo alcuni di una lunga lista degli exchange che hanno subito un attacco hacker.

 

exchange centralizzato

 

Chi vuole acquistare bitcoin o altre criptovalute oggi si registra su uno di questi exchange tanto popolari, spesso inconsapevole del fatto che tanti erano già stati vittima di un attacco cibernetico. Non sa nulla delle misure di sicurezza prese dalle compagnie per proteggere i fondi degli utenti e nemmeno del fatto che nella maggior parte dei casi l’exchange non rimborserà nulla se i soldi dovessero sparire. Tutto ciò succede perché il mercato delle criptovalute è talmente nuovo che mancano delle leggi che lo regolamentano. L’unico che ha fatto qualcosa è stato il Giappone che ha riconosciuto bitcoin come metodo di pagamento legale e ha messo in atto delle leggi per regolamentare lo scambio.

Gli oppositori di criptovalute dicono che questi tipi d’investimento sono da sprovveduti e tutti i torti non ce l’hanno. Chi vuole comprare bitcoin deve avere una grande fiducia nell’onestà di questi exchange e la speranza che tutto vada sempre bene. Ma un’alternativa c’è e basta informarsi per sapere che è meglio non fidarsi di nessuno ed è meglio assicurarsi quando si investe.

Binance, Kraken, Coinbase, the Rock Trading, Bitpanda, cex.io, Bittrex, hitBTC , Livecoin sono solo alcuni degli exchange che muovono la maggior parte del mercato delle criptovalute, ma il problema è che sono centralizzati e cioè che tutte le transazioni che avvengono sulla piattaforma passano dall’exchange che funge da mediatore. Per svolgere questa funzione, si prende delle commissioni sia da chi compra sia da chi vende.

Il vantaggio principale di questi exchange è facilità d’uso e una grande liquidità ed è per questo che riscuotono tanto successo.

Exchange decentralizzati però, sono il futuro e l’anno 2018 sarà l’anno dei DEX.

 

Svantaggi degli exchange centralizzati:

  1. Possono andare in bancarotta
  2. Esposti agli attacchi hacker
  3. Offrono poca o nessuna trasparenza
  4. Operano su riserve frazionarie
  5. Possono fingere il volume delle transazioni
  6. Requisiti di KYC / AML onerosi
  7. Prelievi inviati in ritardo o trattenuti per diversi problemi
  8. Partecipano in insider trading
  9. Limitazioni e trattamento preferenziale delle monete aggiunte
  10. Ricatto di delisting ed enlisting
  11. Caduta dei server e l’inaccessibilità della piattaforma
  12. Commissioni alte

 

Gli exchange decentralizzati sono quelli dove nessuna terza parte è coinvolta nella transazione tra due persone e cioè non esiste un mediatore. Tutte le transazioni avvengono direttamente tra due persone (peer-to-peer o P2P) e tutto il processo è automatico. In un DEX, le criptovalute non lasciano mai i wallet degli utenti finché non viene creato uno smart contract di acquisto/vendita.

 

exchange decentralizzati

Due modi di funzionamento dei DEX

  • Un modo è quello di creare dei token proxy (una risorsa che rappresenta la valuta fiat o cripto).
  •  Un altro modo è utilizzare un sistema decentralizzato di deposito a garanzia multi-firma (multi-signature escrow).

 

Questo crea un sistema dove non viene implicata la fiducia che vuol dire che l’utente non deve affidare i suoi fondi a nessuna terza parte per poter effettuare la transazione. È l’utente che ha il pieno controllo dei fondi e quindi non è a rischio di attacchi hacker. Oltre a questo, l’utente non è obbligato a fornire dei dati personali per poter fare il trading perché gli exchange decentralizzati sono anonimi. Oltretutto, alcuni di questi exchange adottano la tecnologia degli atomic swaps che rende le transazioni istantanee.

La maggior parte di questi exchnage sono dei progetti nella fase di sviluppo, altri esistono già e delle funzioni verranno aggiunte a breve, altri ancora sono già stati messi in funzione diversi anni fa.

 

Elenco exchange decentralizzati DEX:

1. Altcoin.io

Altcoin.io DEX è sviluppato sulla blockchain di bitcoin, ma grazie ai suoi atomic swaps off-chain è possibile scambiare qualsiasi token con un qualsiasi altro, istantaneamente e con le commissioni vicine allo zero. Altcoin.io è sicuro, anonimo e facile in uso e, una volta che tutti gli sviluppi saranno terminati, sarà il candidato principale per essere il più utilizzato di tutti gli exchange decentralizzati. Anche se anche alcuni altri DEX adottano gli atomic swaps, solo altcoin.io porta questa tecnologia a livello superiore adottando gli atomic swaps tra diverse blockchain in modo che tutti i token di ethereum e di bitcoin blockchain possono essere scambiati e l’accoppiamento automatico off-chain degli ordini rende tutto il sistema istantaneo.

 

altcoin.io dex

2. Barter Dex

Barter Dex è un exchange di Komodo che implementa i cross-chain atomic swaps nelle transazioni. Il token principale della piattaforma è KMD. Barter DEX s’integra con Agama wallet creato sempre da Komodo. Barter DEX è uno degli exchange più promettenti. Non bisogna scaricare tutta la blockchain sul computer.

3. Waves Platform

Waves Platform – la piattaforma fondata nel 2016 ha un wallet multi-valute, l’exchange decentralizzato e uno strumento per rilasciare i token. Ogni utente ha un wallet personale e riceve una certa percentuale sul bilancio totale del proprio portafoglio. Waves prende una piccola commissione fissa su ogni ordine effettuato. In autunno, Waves rilascerà un hardware wallet mentre gli atomic swaps saranno implementati entro estate. Waves permette anche di creare un proprio blockchain token e scambiarlo sulla piattaforma. Waves collabora con Deloitte a partire dal 2017. Al giorno d’oggi, Waves DEX permette di scambiare 72 criptovalute differenti. La piattaforma permette di minare Waves, è facile in uso e utilizza i gateway che consentono il deposito e il prelievo di valute fiat. Gli ordini vengono accoppiati automaticamente in modo da rendere lo scambio veloce.

4. Kyber

Kyber Network è un DEX designato per fare il trading e la conversione di bitcoin, ethereum e dei token ICO. Gli scambi avvengono on-chain con una sola conferma. La liquidità è alta perché viene mantenuta una riserva di tutti i token che contribuisce anche all’accuratezza del prezzo dei token. Kyber permette anche il trading dei derivati come anche di prestare le monete ad una percentuale fissa guadagnando con questo dei profitti sulle monete che vengono tenute nel portafoglio per un lungo periodo. Nel 2019 Kyber supporterà anche il cross-chain trading.

5. Bitshares

Bitshares utilizza le smartcoins e cioè bitUSD, bitEUR, bitCNY e altre. Questi token digitali rappresentano lo stesso valore della risorsa fisica sottostante. Quindi 1 bitUSD in questo portafoglio vale 1$ e può essere riscattato in quanto tale. Ognuno di questi token è supportato dalle azioni della società di BitShares (BTS) bloccate come garanzia e disponibili per scambio al prezzo corrente. BitShares ha le commissioni basse, contate in frazioni di BTS, bassi costi di prelievo come anche il trading sui derivati, ma i volumi e la liquidità sono ancora bassi.

6. OmiseGo

OmiseGo è una tecnologia finanziaria basata sull’ethereum che comprende OmiseGo SDK (Software Development Kit), un exchange decentralizzato e una blockchain OmiseGo. OmiseGo implementa una tecnologia chiamata Plasma il cui scopo è risolvere il problema della scalabilità che appare quando milioni di utenti effettuano delle transazioni e che permette di scambiare fiat e criptovalute. Il wallet supporta una vasta gamma di valute fiat e di criptovalute mentre la tecnologia SDK permette interoperabilità dei wallet. I token OMG sono la valuta nativa della blockchain OmiseGo e vengono utilizzati per premiare chi mantiene la blockchain. Il principale scopo di OmiseGo è quello di connettere diversi sistemi di pagamento con il DEX in modo da permettere di scambiare qualsiasi valuta, in qualsiasi parte del mondo, a basso costo e senza troppi passaggi.

7. CounterParty

CounterParty è la prima piattaforma di trading peer-to-peer decentralizzata, creata sulla blockchain di bitcoin che permette lo scambio di criptovalute senza un mediatore e senza rischio. L’ordine creato sulla piattaforma ha una data di scadenza. CounterParty possiede anche la possibilità di scommettere su degli eventi sportivi e il mercato dei derivati. Sul DEX è possibile scambiare qualsiasi token direttamente dal wallet CounterWallet. XCP è il token della piattaforma. Siccome le transazioni avvengono sulla blockchain di bitcoin richiedono un po’ di tempo prima di essere confermate e anche le commissioni si avvicinano a quelle delle transazioni sugli exchange normali. CounterParty però, ha implementato la tecnologia dei canali di pagamento (Payment Channels)  che permette di inviare e ricevere bitcoin velocemente e con le commissioni basse anche sui pagamenti molto piccoli. CounterParty sta lavorando sull’implementazione di atomic swaps e di Lightning Network

8. Omega One

Omega One ha un wallet con non-custodial smart contracts che significa che i trader non sono esposti al rischio che l’exchange faccia da controparte nelle transazioni e adotta anche l’accoppiamento automatico degli ordini. Omega One DEX permetterà gli atomic swaps e il trading di token sviluppati su diverse blockchain in modo da poter scambiare qualsiasi token con un qualsiasi altro. Il token della piattaforma è OMT e può essere utilizzato per pagare le commissioni. Quelli in possesso di tanti OMT avranno l’accesso preferenziale nel trattamento della liquidità e le commissioni sulle transazioni scontate. Omega One garantirà alta sicurezza e liquidità.

8. Air Swap

Air Swap è un DEX peer-to-peer per scambiare i token ERC20 sulla blockchain ethereum. È un modello P2P rivoluzionario che non prevede account utente perché le identità saranno nascoste e non ci sarà nemmeno una parte centrale coinvolta nelle transazioni.

9. Bisq (BitSquare)

Bisq (BitSquare) è un exhange P2P decentralizzato costruito sulla blockchain di bitcoin. Permette di comprare e vendere le valute nazionali in cambio di bitcoin o di altre altcoin. È anonimo in quanto non serve un account per fare il trading, tutti i dati vengono conservati localmente e tutte le comunicazioni sono crittografate e passano da Tor. È ottimo se l’anonimato è tutto ciò che conta, ma certe volte la liquidità è bassa. Bisq supporta 126 criptovalute differenti

 

 

10. CryptoBridge 

CryptoBridge DEX è stato costruito sulla blockchain di graphene, la stessa utilizzata da Bitshares. Supporta il trading decentralizzato di tutte le altcoin più popolari. CryptoBridge si differenzia da Bitshares per l’utilizzo di un software getaway multi-signature che opera in più continenti e che consente l’emmissione e il ritro delle monete supportate in modo sicuro. Bitshares invece ha solo un getaway centrale quindi i depositi e i prelievi dipendono da Bitshares. CryptoBridge possiede un proprio token BridgeCoin BCO. Ogni utente trae 50% di profitto attraverso Profit Staking. Questo token è minabile e permette anche di risparmiare sulle commissioni quando si usa BCO nel trading. Per registrare l’account serve solamente un username e la password. CryptoBridge supporta per adesso 21 criptovalute differenti.

 

CryptoBridge dex

11. Stellar

Stellar è una criptovaluta sviluppata sulla blockchain di stellar ed è anche un exchange decentralizzato StellarDEX. Ci sono 6 criptovalute presenti su questo DEX. Per attivare l’account e cominciare a fare il trading l’utente viene chiesto un deposito di 20 Stellar Lumen.

12. Bancor Network

Bancor Network è stato sviluppato sulla blockchain di ethereum. La valuta della piattaforma è Bancor Network Token BNT e può essere scambiata con un qualsiasi altro token presente sul DEX. Il wallet di Bancor Network può conservare qualsiasi token ERC20. È possibile convertire tutti i token direttamente dal wallet, in modo istantaneo e al prezzo calcolato matematicamente e in modo trasparente. Bancor funziona con wallet Web3.

 

bancor network dex

13. 0x

0x è un exchange decentralizzato che assomiglia molto a EtherDelta. Non viene adottato accoppiamento automatico degli ordini, ma piuttosto viene creato un ordine e un contrordine che vengono sottoscritti e inviati alla blockchain. Lo smart contractor esegue la transazione trasferendo i fondi tra due utenti che hanno preso parte in questa transazione. 0x utilizza dei token ZRX per pagare le commissioni sulle transazioni e per la governance del sistema. La mancanza di accoppiamento automatico consente l’arbitraggio in-market, cosa che rende la piattaforma poco attrattiva agli utenti onesti. La mancanza di accoppiamento automatico rende le transazioni troppo esposte all’influenza di 0x stesso. Un altro limite di 0x è che supporta solamente i token basati sulla blockchain di ethereum quindi non è possibile scambiare bitcoin, litecoin o altri token sviluppati sulla blockchain di bitcoin.

14. BitBay

BitBay è l’exchange decentralizzato che utilizza atomic swaps, smart contract infrangibili e permette il trading fiat/criptovalute senza un getaway o derivati. BitBay elimina completamente le commissioni perché le transazioni avvengono tra due persone. La transazione è assicurata dal deposito a garanzia che ogni utente deve fare. Questo sitema di double deposit trustless escrow elimina completamente il rischio dalla transazione.

15. EtherDelta

EtherDelta può essere scaricato da GitHub. È un DEX molto popolare perché permette di comprare e vendere i token ICO, molti dei quali sono basati sull’ethereum, ma il processamento degli ordini è abbastanza lento e questo ritardo aumenta il rischio che più trader competono per lo stesso ordine. Solo un trader può “vincere” questa competizione e tutti gli altri devono pagare i costi sotto forma di gas. EtherDelta, supporta solamente i token basati sulla blockchain di ethereum quindi non è possibile scambiare bitcoin o litecoin.

Non importa quanto si ama bitcoin e criptovalute in generale, il denaro è ancora il re ed è difficile aggirarlo. Tutti gli exchange decentralizzati consentano agli utenti di scambiare criptovalute per criptovalute, il sistema è praticamente isolato dalle valute legali e solo alcuni integrano i getaway per permettere l’entrata e l’uscita di valute tipo fiat. Alcuni progetti come Waves, Barter DEX, Bitshares offrono token a tasso fiat che si possono trasformare in denaro reale (e viceversa) ma richiede sempre un gateway centralizzato.

Exchange completamente Peer-to-Peer come LocalBitcoins e Paxfull permettono agli utenti di creare velocemente l’account e scambiare criptovalute sia di persona sia utilizzando i più svariati metodi di pagamento come carte di credito e di debito, Skrill, Neteller, PostePay, bonifici bancari e altri.

Se il pagamento avviene sulla piattaforma, viene tenuto in un deposito a garanzia e i bitcoin vengono rilasciati al compratore. Su LocalBitcoins è possibile comprare solamente bitcoin mentre Qvolta platform ha anche ether, monero e altri.

Gli exchange P2P sono sicuri, ma può capitare che un utente malintenzionato sfrutti PayPal, Skrill o altri metodi di pagamento rimborsabili per tenere sia i bitcoin che i soldi.

Oltre allo scambio su delle piattaforme lo scambio di criptovalute avviene tramite dei gruppi Facebook dedicati. Le persone postano la quantità di bitcoin che possono comprare o vendere, negoziano il prezzo e lo scambio avviene o di persona o tramite metodi di pagamento più svariati.

Gli exchange centralizzati sono destinati a scomparire, anche se non sarà una cosa istantanea. Non è neanche detto che i DEX prendano subito il loro posto. Lo scenario più probabile è la coesistenza di exchange P2P e DEX. Gli exchange P2P saranno la via preferenziale per scambiare le valute fiat con criptovalute, ma lo scambio di diverse criptovalute avverrà poi direttamente sui DEX. Solo quando l’adozione delle valute virtuali diventerà diffusa i DEX saranno i principali attori nel trading delle criptovalute.

 

Se hai trovato in questo articolo delle informazioni utili, per favore, dona anche pochi centesimi e sostieni chi cerca di diffondere l’utilizzo delle criptovalute.

BTC    1P2tzCFVDUX6vCWuhRxhuxXHAWJ4ch26NV

QR bitcoin

ETH    0xFee4c613800ED48cee71A8c997Ad7FBE856F48f8

QR ethereum

Se abbiamo omesso qualche exchange, per favore, faccelo sapere nella sezione dedicata ai commenti.