Bitcoin: le carte di debito per i pagamenti in criptovaluta disponibili in Europa

La banca di criptovalute Wirex ha lanciato le prime carto di debito per i pagamenti con bitcoin. Le carte sono state lanciate inizialmente nel Regno Unito, ma alla fine di marzo dovrebbero essere disponibili nel resto della Comunità Europea.

Esiste un piano di lancio in Italia, Francia e Germania con la data fissata al 20 marzo e il 27 marzo Wirex espanderà l’attività anche al resto dell’Europa tranne l’Ukraina e la Russia.

Gli account saranno disponibili nelle tre valute principali: euro, dollaro e sterlina e in bitcoin.

Le carte di debito verranno presentate in due forme: nella forma plastica e in quella virtuale. Ci sarà anche una carta prepagata con le stesse funzioni delle prima. Le carte di debito supporteranno inizialmente la sterlina e in un secondo momento l’euro, mentre con le carte prepagate si potrà pagare anche in altre valute.

Chi vuole avere una carta di debito Wirex, può entrare sul sito della compagnia, registrarsi e accedere istantaneamente alla propria carta virtuale. Le carte vituali sono gratuite. Ordinare una carta di plastica richiede attualmente l’adesione a una lista di attesa. Secondo Wirex Community Manager, le persone su quella lista avranno la priorità.

Nonostante le carte offrano i pagamenti di criptovalute, vengono supportate da Visa e Wirex sostiene che è attualmente l’unico fornitore che offre agli europei l’opportunità di pagare dei beni e i servizi convertendo la criptovaluta.  Le carte supporteranno le transazioni 3D sicure “Verified by Visa”.

“La nostra azienda è l’unico fornitore in Europa che offre carte di debito che fanno delle criptovalute parte della tua vita quotidiana. Le spese nei negozi, l’acquisto di beni su Internet o il prelievo di denaro dagli sportelli automatici sono diventati molto più semplici. Siamo i primi al mondo a introdurre tali carte e ora siamo i primi ad integrare i conti in criptovaluta con carte di debito VISA senza contatto”

I titolari degli account Wirex potranno trasferire bitcoin tra di loro a costo zero. La società dice che la crittografia è stata migliorata e i commercianti possono godere di una maggiore libertà d’azione con un rischio di frode ridotto.

Successivamente, Wirex vuole espandere la propria attività anche all’Asia.

Wirex ha ricevuto un investimento di 3 milioni di dollari dall’investitore istituzionale giapponese – SBI Group che è anche l’investitore in Ripple.

 

Leggi la nostra guida su dove comprare le criptovalute con EUR o USD senza dover verificare l’account

Puoi acquistare EOS su degli exchange tipo LivecoinExmoBinance o HitBTC.

 

Qubit Hacker cerca scrittori capaci con una buona conoscenza delle criptovalute, della blockchain o del quantum computing. Contattaci: qubithacker@gmail.com

Pubblicato da

Francesco Chiparo

L'evangelista del bitcoin e delle criptovalute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *