Microsoft abbraccia il sistema decentralizzato d’identità basato sulla blockchain di bitcoin

Negli ultimi 12 mesi Microsoft ha lavorato sullo sviluppo delle idee intorno all’utilizzo della blockchain per creare un nuovo tipo d’identità digitale decentralizzata (DID). Spinto dalla necessità di portare al mondo un modello d’identità nel quale la privacy individuale e la sicurezza saranno migliorate, Microsoft ha messo al lavoro degli sviluppatori per esplorare la tecnologia blockchain.

Ankur Patel di Microsoft Identity Division scrive sul blog della corporazione che “è essenziale per gli individui di possedere e controllare tutti gli elementi della loro identità digitale”. Purtroppo, oggigiorno, gli utenti concedono un ampio consenso a innumerevoli applicazioni e servizi per la raccolta dati. Spesso lo fanno volontariamente, ma altre volte non hanno altra scelta che dare il consenso per il trattamento dei dati. Ci sono poi innumerevoli violazioni di questi dati e i furti d’identità che la tecnologia blockchain potrebbe risolvere con l’archiviazione decentralizzata e i protocolli di consenso.

Per supportare miliardi di utenti e organizzazioni, la tecnologia sulla quale sarà sviluppato un tale ecosistema d’identità decentralizzata deve essere capace di una grande scalabilità e velocità. Microsoft ha fatto delle ricerche sulle blockchain diverse trovando che la scalabilità fatta on-chain attraverso l’aumento della misura dei blocchi non potrà mai supportare milioni di transazioni al secondo, cosa di cui avrebbe bisogno un sistema in scala mondiale, come quello di ID Decentralizzate (DID). Anche se Microsoft non ha specificato di quale blockchain si tratta, c’è un’ovvia allusione al Bitcoin Cash.

La corporazione ha quindi deciso di concentrarsi sui protocolli di secondo livello che sono in grado di funzionare sulle blockchain pubbliche tipo Bitcoin, Ethereum, Livecoin e che possono raggiungere la scala globale. Il Lightning Network che è proprio un tale sistema di livello-2 ha le stesse caratteristiche a quelle desiderate da Microsoft.

Microsoft vuole integrare DID nella sua applicazione già esistente, Microsoft Authenticator. Con il consenso dell’utente, Microsoft Authenticator sarà in grado di gestire i dati d’identità e le chiavi crittografiche. In questo disegno, solo l’ID è radicato sulla catena mentre i dati d’identità sono archiviati in un hub ID crittografato fuori catena (che Microsoft non può vedere).

Una volta aggiunta questa funzionalità all’Microsoft Authenticator, le app e i servizi saranno in grado d’interagire con i dati dell’utente utilizzando un canale di messaggistica comune richiedendo il consenso granulare.

In un futuro decentralizzato, le compagnie avranno meno accesso ai dati personali degli utenti e Google e Facebook, che hanno cresciuto i propri business analizzando e applicando in modi differenti i dati dei propri utenti, possono sentirsi minacciate. Microsoft, abbracciando la tecnologia della blockchain sta cercando di portarsi avanti dei tempi e farsi uno spazio abbastanza grande da eliminare la competizione.

Se hai trovato in questo articolo delle informazioni utili, per favore, dona anche pochi centesimi e sostieni chi cerca di diffondere l’utilizzo delle criptovalute.

BTC    1P2tzCFVDUX6vCWuhRxhuxXHAWJ4ch26NV

QR bitcoin

ETH    0xFee4c613800ED48cee71A8c997Ad7FBE856F48f8

QR ethereum

Investire in Tron (TRX) per un futuro decentralizzato

Il progetto Tron con il suo token Tronix (TRX) è stato recentemente denominato una truffa. Dopo un periodo di euforia per questo progetto e per la sua criptovaluta che ha portato TRX da 0.00000005 BTC ad un massimo di 0.00002047 BTC in giro di un solo mese, Tron è stato chiamato uno scam per una serie di motivi più o meno validi. La fiducia nel progetto e nel team è stata persa e tanta gente ha venduto i suoi token, ma altri investitori continuano a crederci e hanno dei seri argomenti per questo.

In precedenza abbiamo già scritto sui motivi per i quali Tron viene considerato una truffa, ma adesso vi scriviamo perché crediamo che questo progetto è un investimento valido che addiritura si potrebbe rivelare molto redditizio per chi compra TRX adesso.

 

 

Che cos’è Tron

 

Tron è un progetto creato sulla visione di una rete libera dall’influenza dei colossi come Google, Apple, Facebook, Amazon che accumulano i dati personali e non solo da tutti gli utenti d’Internet e li utilizzano a loro insaputa e spesso allo svantaggio degli utenti stessi.

Justin Sun, il CEO di Tron, desidera di risolvere il problema della centralizzazione, della censura e del controllo creando un’ambiente decentralizzato nel quale gli utenti saranno liberi di creare i contenuti, controllarli ed essere i possessori di questi contenuti.

Il protocollo decentralizzato di Tron basato sulla blockchain sarà quindi un sistema gratuito e mondiale di contenuti d’intrattenimento.

 

tron token

 

Le partnership di Tron

 

  • Peiwo App

Peiwo App è un’applicazione il cui CEO è lo stesso CEO di Tron, Justin Sun. L’app consente ai suoi 10 milioni di utenti di pubblicare i contenuti vocali di qualità. L’integrazione di TRX nell’applicazione consente agli utenti di utilizzare TRX per premiare gli altri per i contenuti audio, per accedere ai contenuti a pagamento come chiamate, acquisti o per scambiarlo con altre altcoin.

 

  • Gifto/Uplive

Gifto è stato creata da Uplive (un’app di live streaming molto popolare) e raccoglie circa 20 milioni di utenti. Permette lo scambio dei regali virtuali che sono tanto popolari in Cina. Ogni mese vengono venduti circa 25 milioni di regali e Tron ha aperto una partnership con Gifto per monetizzare i suoi contenuti.

 

  • oBike

oBike è una compagnia con 10 milioni di utenti che guadagnano andando sulle bici di oBike. Più si pedala, più chilometri si  percorre e più si guadagna. oBike si basa sul protocollo Tron e il suo token è oCoin.

 

  • Game.com

Tron ha aperto una partnership con Game.com che sta creando una piattaforma di gioco globalizzata per le criptovalute. Con il grande successo di CryptoKitties su ethereum, Tron spera che un gioco simile, ma sviluppato meglio, chiamato Pet Planet/Love.Pet possa riscuotere un successo ancora maggiore. Il token di Game.com è GTC.

Tron dogs game

  • GSC

Global social Chain ha almeno 120 milioni di utenti che grazie alla cooperazione con Tron avranno l’accesso al Tron Network. GSC include Mico (una piattaforma social utilizzata da centinaia milioni di utenti in Asia), Yay ( un’app per i giovani americani utilizzata per commentare anonimamente), Waka (un’app popolare in Asia il cui corrispettivo sarebbe Music.ly), Kitty Live (live streaming app utilizzata da 20 milioni di utenti in Asia).

 

Con le partnership che raccolgono più di 160 milioni di utenti, Tron sta creando una rete con un potenziale enorme. Tutti questi partner potranno utilizzare un proprio token come ad esempio oCoin, GTC, ma che verrà subito convertito in TRX per essere speso all’interno del Tron Network.

Con tutte queste partnership importanti e con la prima versione beta di Tron che verrà lanciata il 31 marzo, il prezzo di Tronix vedrà sicuramente un brusco aumento. Nonostante gli ostacoli iniziali, Justin Sun e il suo team hanno saputo portare dei risultati validi e quantificabili. Sono uno dei pochi team che in così poco tempo hanno creato delle cooperazioni che potranno portare dei frutti in futuro non tanto lontano.

TRX intanto si può comprare su 27 exchange di criptovalute differenti (Livecoin, Binance, hitBTC, Cryptopia…) ma viene aggiunto sempre sui nuovi exchange.

 

Per favore, dona anche pochi centesimi e sostieni chi cerca di diffondere l’utilizzo delle criptovalute.

BTC    1P2tzCFVDUX6vCWuhRxhuxXHAWJ4ch26NV

QR bitcoin

ETH    0xFee4c613800ED48cee71A8c997Ad7FBE856F48f8

QR ethereum

Neon Meta Exchange (NEX) – piattaforma decentralizzata di trading dei token NEO

 

Neon Meta Exchange (NEX) è un progetto di un exchange decentralizzato che sarà costruito sulla blockchain NEO. NEX offrirà il trading crittograffato e la creazione dei servizi di pagamento grazie ai quali sarà facile acquistare i token basati sulla blockchain di NEO NEP-5 direttamente con le valute tipo FIAT. La ICO comincerà verso il 25 marzo 2018 e i NEX token potranno essere acquistati in cambio di NEO e GAS.

 

 

Che cos’è Neon Meta Exchange e come funziona?

 

Il progetto NEX è stato creato da quattro membri del Consiglio CoZ. City of Zion (CoZ) è una comunità globale di entusiasti dell’open source, con l’obiettivo condiviso di aiutare NEO a raggiungere il suo pieno potenziale.

Neon Meta Exchange sarà il primo exchange decentralizzato che si baserà sulla piattaforma per gli smart contracts – NEO. Sarà anche primo ad utilizzare NEO e GAS come principale valuta della piattaforma. Insieme al token NEX, queste tre formeranno le principali coppie di scambio dei token NEP-5.

NEX sarà costituito da un’applicazione di scambio di riferimento, che renderà più semplice per gli sviluppatori la costruzione degli exchange e dei servizi di pagamento da integrare con il protocollo NEX.

Questo progetto avrà un alto livello di innovazione basata sulla tecnologia di scambio superconduttivo. La performance del trading su NEX sarà molto migliore perché il motore d’abbinamento off-chain integrato con la blockchain NEO lo renderà più veloce del trading su un qualsiasi altro DEX.

Oltre alla velocità, NEX sarà capace di un’enorme scalabilità che gli permetterà di ricevere grandi volumi. Il servizio di pagamento di NEX permetterà agli smart contract di terze parti di ricevere le risorse globali come NEO e GAS come parte del loro calcolo. Neon Meta Exchange sarà unico sotto un altro aspetto ancora. NEX sarà capace di gestire gli ordini complessi come gli ordini di mercato e di limite.

Neon Meta Exchange sarà inizialmente costruito sulla blockchain di NEO, ma in futuro supporterà anche i token di ethereum ERC-20.

 

 

Quale problema risolve NEX?

 

Oggigiorno la maggior parte degli scambi di criptovalute avviene sugli exchange centralizzati dove i fondi vengono depositati sotto la custodia di una terza parte. Questo passaggio espone gli utenti al rischio di cadere vittime di attacchi hacker o dei dipendenti degli exchange stessi che, come la storia ci insegna, spesso sono malintenzionati.

Gli exchange decentralizzati vogliono restituire agli utenti il controllo sui proprio fondi eliminando la terza parte dall’intervento nella transazione che avviene fra due persone. Gli ordini vengono eseguiti dagli smart contract sulla blockchain. Questo non vuol dire che il problema è risolto perché eliminando gli exchange centralizzati di mezzo, gli smart contract da soli sono spesso troppo lenti per eseguire  la complessa logica di abbinamento degli ordini se comparati con gli exchange centralizzati ad alto volume. Questo perché l’operazione computazionale che sta dietro all’abbinamento degli ordini è la più costosa in tutto il processo dello scambio. È per questo che, per essere veloce, questa operazione ha bisogno di essere spostata in un servizio off-chain sicuro.

Neon Meta Exchange applica proprio un motore d’abbinamento off-chain che funziona allo stesso modo di un qualsiasi exchange centralizzato, ma che possiede il controllo soltanto degli ordini attivi ed esegue gli ordini off-chain senza un pieno l’accesso al bilancio dell’account utente. Questo sistema fa sì che c’è una minore opportunità per fare l’arbitraggio oltre a consentire gli ordini complessi. Per rendere le cose più trasparenti e per infondere fiducia nei traders, NEX fornisce un registro pubblico di tutti gli ordini. La performance è quindi comparabile agli exchange centralizzati con volumi enormi.

Ma per avere successo, NEX deve prima risolvere il problema dell’interazione con NEO e GAS ed è per questo che introduce il cosiddetto livello del servizio di pagamento (payment service layer) che converte NEO e GAS nei token smart contract che così possono facilmente interagire con gli smart contract sulla blockchain NEO. Per esempio: NEO viene convertito nel token XNEO. Lo stesso funzionamento lo troviamo nell’ecosistema 0x dove ETH viene convertito in WETH.

Neon Meta Exchange utilizzerà un wallet in un’estensione di Chrome per tenere le valute al di fuori dell’exchange, consentendo allo stesso tempo il trading immediato. Il co-fondatore Fabio Canesin ha descritto l’estensione del wallet come un’applicazione “MetaMask + NEON Wallet” che consentirà agli utenti di accedere all’exchange mantenendo al contempo la custodia dei token. Questo wallet sarà un grande  vantaggio perché i proprietari non dovranno spostare i loro token NEP-5  dall’exchange al wallet e viceversa per fare il trading.

 

 

Informazioni sulla ICO di NEX

 

La ICO di NEX partirà nel Q1 del 2018, ma la data specifica non è stata ancora rivelata. Neon Exchange emmetterà 50 milioni di token NEX che fruiranno ai detentori una quota dei profitti provenienti dal servizio di pagamento e dalle funzionalità di scambio dei NEX. In questo modo, i detentori di NEX che mettono sul piatto i propri token beneficieranno direttamente dal successo dei servizi di scambio.

La roadmap di NEX nel 2018 comincerà con il rilascio del wallet NEX e subito dopo, ancora nel primo trimestre del 2018 è prevista una piattaforma nativa per ICO per i token NEP-5 e successivamente NEX implementerà la propria piattaforma bancaria decentralizzata, consentendo agli utenti di utilizzare le FIAT per acquistare direttamente i token NEP-5. Nel 2019 Neon Exchange integrerà anche i token ERC-20.

L’anno 2018 sarà il periodo nel quale verranno lanciati tanti exchange decentralizzati e NEX dovrà lottare con tanta concorrenza, sia con quella nuova, sia con quella già stabilita bene come Bitshares, Bisq o Stellar. La peculiarità di Neon Meta Exchange di accettare soltanto i token NEP-5 potrebbe però rivelarsi un vantaggio. In questo modo, quando i token ERC-20 saranno integrati, NEX potrebbe già avere una comunità solida.

 

Se hai trovato in questo articolo delle informazioni utili, per favore, dona anche pochi centesimi e sostieni chi cerca di diffondere l’utilizzo delle criptovalute.

BTC    1P2tzCFVDUX6vCWuhRxhuxXHAWJ4ch26NV

QR bitcoin

ETH    0xFee4c613800ED48cee71A8c997Ad7FBE856F48f8

QR ethereum

 

Visita il sito officiale di NEX

7 exchange per comprare bitcoin, criptovalute e token

Dove comprare bitcoin e altre criptovalute

 

Bitcoin, ethereum, litecoin, ripple e bitcoin cash sono le criptovalute più acquistate, anche se altre altcoin e token sono sempre più popolari. Bitcoin ed ethereum sono anche quelle più scambiate. Per comprare dei token tipo NEO, EOS, ADA, IOTA, TRX o un qualsiasi altro, bisogna prima procurarsi un po’ di bitcoin o di ethereum.

Ci sono degli exchange che permettono l’acquisto facile e veloce e ne elenchiamo alcuni di quelli più utilizzati e quindi con dei volumi maggiori.

Esistono anche degli exchange di criptovalute che possiedono bitcoin ed ethereum, ma non è possibile comprarli con le valute tipo fiat (euro, dollari, sterline, yen, won, ruble…). Su quest’ultimo tipo di exchange è possibile solamente scambiare le criptovalute con altre criptovalute o con dei token.

 

Exchange dove si può comprare bitcoin con euro

Exchange Tipo di deposito/prelievo Compra bitcoin
livecoin logo Capitalist, Payeer, Perfect Money, Advcash, Qiwi
Compra Bitcoin
cex.io logo

Carte di credito VISA e MasterCard, bonifico bancario, CryptoCapital

Compra Bitcoin
bitpanda logo

bonifico bancario SEPA, Euro Wallet, Skrill, Neteller, carte di credito Visa e MasterCard, bonifico Giropay/EPS

Compra Bitcoin
coinbase logo bonifico bancario,

carte di credito Visa e MasterCard

Compra Bitcoin
exmo logo

Payeer, OKPay, Perfect Money, MoneyPolo, Neteller, carte di credito Visa o MasterCard, bonifico bancario SEPA, BanContact, GiroPay, Payza, Advcash o Cryptocapital

Compra Bitcoin
bitstamp logo

bonifico bancario, AstroPay

Compra Bitcoin
bitfinex logo

bonifico bancario

Compra Bitcoin

 

Exchange centralizzati per comprare bitcoin, ethereum e altre criptovalute con euro o dollari:

Livecoin.net

Livecoin è una piattaforma di trading adatta sia per i principianti che per gli esperti. Su Livecoin si può comprare sia bitcoin, ethereum, litecoin sia altre altcoin o token in cambio di euro o dollari.

Un grosso vantaggio di questo bitcoin exchange è che è in italiano come anche in inglese e in altre lingue. Gli Italiani possono quindi stare tranquilli se la loro conoscenza dell’inglese non è molto buona.

Livecoin è stato fondato nel 2013 da Delta e-commerce Ltd di Londra, mentre i server sono basati negli USA. Su Livecoin si può creare un account senza nessuna verifica. A discapito di quasi tutti gli exchange centralizzati, Livecoin non richiede di fornire documenti o dei dati personali. Non applica le cosiddette polizze KYC (Know Your Customer) e AML (Anti Money Laundering). L’unica cosa che serve per aprire l’account è un’email, un username e una password.

I metodi di pagamento accettati sono Capitalist, Payeer, Perfect Money, Advcash e Qiwi. Il trasferimento di fondi da noi utilizzato è Payeer e sia il deposito che il prelievo richiedono solo pochi minuti. Non c’è l’importo minimo di deposito mentre il prelievo minimo è di 10 EUR/USD o 100 RUR mentre per il bitcoin è 0.002 BTC.

Le commissioni sul deposito attraverso gli e-wallet sono: Payeer 5%, Perfect Money 2%, Capitalist 0%, AdvCash 10%, Qiwi 30% EUR/USD, 10% RUR. Le criptovalute vengono depositate gratis.

I costi di prelievo sono: Payeer 0.2% EUR, 0.5% USD, 5% RUR, Perfect Money N/A, Capitalist 2% EUR/USD, 3% RUR, Qiwi 3%. Per il prelievo di criptovalute si deve pagare per esempio 0.001 BTC, 0.02 LTC, 0.01 ETH. La commissione sulla singola transazione è di 0.18% che cala se si superano 100 mila dollari in un mese.

Livecoin, come tutte le piattaforme di trading di criptovalute reputabili, ci tiene alla salvaguardia della sicurezza dei suoi clienti e per questo invia sempre le email di conferma sia di deposito che di prelievo, attua l’autenticazione 2FA tramite l’app Google Authenticator come anche il codice pin e la password personale.

Acquistare bitcoin e altre criptovalute su Livecoin è veramente facile e veloce e la grande quantità di criptovalute disponibile per il trading con euro o dollaro rendono questo exchange il più competitivo sotto questo aspetto. Grazie a questo numero elevato di altcoin/EUR o altcoin/USD, si risparmia sul numero delle transazioni che uno è costretto a fare per comprare una data criptovaluta.

Livecoin non ha ancora l’applicazione per iOS o per Android, ma il sito è responsive e funziona bene sul cellulare. Livecoin non è mai stato vittima di un attacco hacker. Un’altra cosa a vantaggio di Livecoin e alla quale molti non pensano affatto è il fatto che Livecoin utilizza il denaro reale (EUR, USD, RUR) mentre alcuni dei suoi competitor utilizzano sopratutto Tether e cioè il corrispettivo di dollaro – USDT. VISITA LIVECOIN

 

livecoin exchange
Livecoin.net exchange

 

Cex.io

Cex.io opera dal 2013 e ha la sede a Londra. È un sito web reputatile dove è possibile comprare bitcoin, ethereum, ripple a nominarle solo alcune con euro o dollari. Cex.io ha il sito in italiano, inglese, russo, cinese, portoghese e in spagnolo.

La creazione dell’account è veloce, ma certe volte le nuove registrazioni vengono sospese per troppo traffico. Cex.io applica le polizze KYC (Know Your Customer) e AML (Anti Money Laundering) quindi dopo che si crea un nuovo account, bisogna verificarlo. La verifica dura circa 15 minuti. Bisogna fornire i dati di un documento d’identità,  i dati personali, l’indirizzo e le foto del documento e di qualche bolletta per confermare la residenza.

I metodi di deposito accettati sono: carta di credito VISA o MasterCard, bonifico bancario o CryptoCapital. È possibile depositare valute fiat (USD, EUR, GBP, RUB) e bitcoin.

Cex.io prende una commissione del 3.5% + 0.24€ per il deposito in fiat mentre i depositi in criptovalute sono gratuiti (bitcoin, bitcoin cash, bitcoin gold, ethereum, dash, zcash, ripple).

Su ogni prelievo in fiat viene applicata la commissione di 3.50€ e per i prelievi di criptovalute, Cex.io prende 0.001. La sicurezza dell’account viene garantita dalla password e l’autenticazione 2FA.

Su Cex.io si può comprare bitcoin, ethereum, bitcoin gold, bitcoin cash, zcash, dash, ripple ed è anche possibile fare il trading di GHS (gigahashes per second). La piattaforma permette il margin trading, ma questo tipo di trading è consigliato solo ai più esperti. Il margin trading offre una leva del 1:2 e 1:3.

Lo scambio semplificato sulla piattaforma si basa su ordini di tipo Fill-or-Kill (FOK) e cioè gli ordini o vengono eseguiti integralmente o non vengono eseguiti affatto. L’ordine potrebbe essere eseguito anche a condizioni più favorevoli. Cex.io si prende il 7% per questo tipo di servizio. Invece il trading sulla piattaforma Cex.io è un po’ diverso. Gli ordini vengono eseguiti istantaneamente e il prezzo non viene bloccato come in FOK. Cex.io offre l’applicazione mobile sia per iOS che per Android. Cex.io non usa USDT ma il dollaro reale. VISITA CEX

 

cex.io exchange
Cex.io exchange

Bitpanda.com

BitPanda è l’exchange di criptovalute fondato nel 2014 da una start-up austriaca Coinimal GmbH.

Su BitPanda è possibile acquistare bitcoin, ethereum, dash, ripple, litecoin e bitcoin cash con i seguenti metodi di pagamento: bonifico bancario Sepa, Euro Wallet, Skrill, Neteller, carte di credito Visa e MasterCard, bonifico Giropay/EPS. Il prezzo di bitcoin dipende dal tipo di pagamento che si sceglie. SEPA, EPS, Giropay e Sofort comportano le commissioni più basse mentre Skrill e Neteller hanno le commissioni più alte. Le commissioni non sono chiaramente pubblicate sul sito web soltanto incluse già nel prezzo.

Aprendo l’account su BitPanda, bisogna verificarlo per poter effettuare le transazioni. Il livello più basso di verifica richiede soltanto il numero di telefono. Questo permette di comprare bitcoin per 50€ al mese fino a 600€ totali. I livelli più alti di verifica richiedono un documento d’identità e una bolletta che possa confermare l’indirizzo di residenza. La verifica è instantanea.

Il sito web di BitPanda è molto facile in uso e anche gli utenti più inesperti lo troveranno intuitivo. BitPanda non è disponibile in lingua italiana, utilizza soltanto euro come valuta fiat ed è disponibile soltanto per i residenti in Europa. VISITA BITPANDA

 

bitpanda exchange
BitPanda

 

Coinbase.com

Coinbase è uno dei più grossi exchange di criptovalute dove è possibile comprare bitcoin, bitcoin cash, ethereum e litecoin. Ha la sede a San Francisco e parecchi grossi investitori. Il sito è disponibile in italiano ed è molto facile in uso e intuitivo.

Coinbase vanta più di 4 milioni di utenti e spesso ha dovuto chiudere le nuove registrazioni perché non riusciva più a gestire l’influsso massiccio di gente. Se qualcuno ci riesce ad aprire un account, deve fare la verifica ed essere preparato ad aspettare anche alcune settimane per avere l’esito della verifica.

Coinbase è regolamentato negli USA e applica le polizze AML (Anti Money Laundering) e KYC (Know Your Customer). Per verificare l’account l’utente deve inviare le copie dei documenti d’identità, una prova dell’indirizzo della residenza sotto forma di qualche bolletta e fornire i dati personali.

La sicurezza dell’account applicata da questo exchange è simile a tanti altri competitori. Bisogna immettere la password, verificare il numero di telefono e abilitare l’autenticazione tramite un’app Google Authenticator. 

I metodi di deposito e di prelievo disponibili dall’Italia includono il bonifico bancario e le carte di credito Visa/MasterCard. Per operare su questo exchange di criptovalute bisogna prima connettere il conto bancario. Il limite di deposito con carte di credito è di 1.000€ a settimana.

Le commissioni su Coinbase sono abbastanza alte. Il market taker (l’utente che prende degli ordini automatici) paga il 0.25% su ogni transazione mentre il market maker (l’utente che crea un ordine che non viene immediatamente accoppiato) non paga commissioni.

In genere questo era uno degli exchange più raccomandati, ma negli ultimi mesi la sua reputazione ha sofferto tanto. Coinbase è uno dei più utilizzati per comprare le principali altcoin e sulla piattaforma di trading GDAX, alla quale si accede con lo stesso account utente, è possibile fare il trading con queste 4 criptovalute, ma la scelta è molto limitata e di solito, chi compra su Coinbase, trasferisce le altcoin su altri exchange criptovalute (Binance, Cryptopia) che hanno una vasta scelta di token.

Coinbase possiede l’applicazione mobile per il suo wallet. Chi utilizza Coinbase per comprare bitcoin per poter giocare al casinò o scommettere deve stare molto attento perché l’exchange può tracciare i movimenti e chiudere l’account. VISITA COINBASE

 

compra bitcoin su coinbase
Coinbase

 

Exmo.me

Exmo è un exchange molto popolare trai tarders perché permette l’acquisto e la vendita di tante criptovalute in cambio di valute fiat tipo euro, dollaro, ruble, zloty o in cambio di altre altcoin.

Exmo è trai primi dieci migliori exchange al mondo e il primo exchange europeo. Ha la sede nel Regno Unito e il suo team è composto da esperti di tutto il mondo. Il 26 febbraio 2018 la compagnia lancerà il proprio token EXO che darà agli investitori la possibilità di guadagnare dei dividendi.

È possibile trasferire le criptovalute da un wallet esterno subito dopo la registrazione. È anche possibile comprare bitcoin, ethereum, litecoin o altre altcoin con le valute fiat e senza verifica dell’account se si deposita con Payeer, OKPay, Perfect Money, e MoneyPolo.

Per utilizzare altri metodi di pagamento come Neteller, carte di credito Visa o MasterCard, il bonifico bancario SEPA, BanContact, GiroPay, Payza, Advcash o Cryptocapital bisogna necessariamente fare la verifica. La verifica del conto è richiesta per via di Anti-Money Laundering (AML) ed è uguale come per gli altri exchange.

Ciascuno di questi metodi di pagamento ha le commissioni e i limiti differenti, ma Exmo è sicuramente uno di questi exchange che da ai suoi clienti una vasta scelta nei termini di deposito e prelievo.

Exmo applica una commissione del 0.2% sia sui depositi che sui prelievi di valute fiat mentre la commissione sul prelievo di bitcoin è 0.001 BTC.

Proprio come i suoi competitor, anche Exmo attua delle misure di sicurezza mirate a proteggere i fondi degli utenti. È quindi possibile impostare l’autenticazione tramite l’app Google Authenticator, la conferma del codice inviato per sms, la protezione tramite l’indirizzo IP.

La piattaforma di Exmo è facile in uso, ma  il grafico del prezzo è piccolo e vi mancano degli strumenti per fare l’analisi. Accanto al grafico, vi è una chatbox generale ed è anche possibile inviare dei messaggi privati a tutti gli utenti di Exmo.

Gli ordini possono essere piazzati aspettando che qualcuno li prenda oppure si possono piazzare e realizzare in modo istantaneo al prezzo di mercato attuale. La piattaforma di trading è disponibile in molteplici lingue tra cui anche in italiano. VISITA EXMO

 

exmo
Exmo.me exchange

Bitstamp.net

Bitstamp è un exchange creato da un gruppo di ragazzi sloveni che nel 2011 hanno visto la necessità di avere un’alternativa a Mt. Gox. Dopo che Mt. Gox è collassato, Bitstamp è diventato uno dei più grossi exchange al mondo. La sede dell’exchange è stata poi cambiata due volte: prima Londra e poi il Lussemburgo dove ha ottenuto la licenza e che l’ha fatto diventare il primo exchange regolamentato in Europa.

Bitstamp applica le regole Know Your Customer (KYC) e Anti-Money Laundering (AML) e per questo è tassativo verificare il conto fornendo tutti i documenti necessari, ma questo exchange spesso si spinge un po’ oltre dei suoi competitor e fa delle domande che potrebbero anche significare la violazione della privacy.

La verifica del conto dura circa tre giorni ed è necessaria anche se si desidera trasferire solamente le criptovalute. I metodi di deposito e di prelievo sono: bonifico bancario o AstroPay. Non ci sono le commissioni sui depositi tramite bonifico bancario SEPA e la commissione sul bonifico internazionale è del 0.05% (comm. min = 7.5USD/EUR, comm. max = 300USD/EUR). La commissione sul prelievo è del 0.90€ e 0.09% (comm. min 15USD/EUR) rispettivamente. Bitstamp può applicare delle salate commissioni sul processamento non-standard. I depositi e i prelievi di criptovalute non comportano commissioni. Bitstamp applica la commissione del 0.25% su ogni ordine effettuato.

Sull’exchange è possibile fare il trading e scambiare 5 criptovalute; bitcoin, ethereum, litecoin, bitcoin cash e ripple. Bitstamp, di solito viene utilizzato per comprare i bitcoin per poi trasferirli su altri exchange (Binance, hitBit, Cryptopia) e usarli per comprare altre altcoin o token.

Purtroppo, Bitstamp ha ricevuto negli ultimi mesi tanta pubblicità negativa per il fatto che i depositi di valute fiat venivano accettati anche dopo una settimana e i prelievi ritardavano di alcune settimane. Altri problemi riguardavano l’impossibilità di accedere alla piattaforma.

Bitstamp possiede l’applicazione mobile per i sistemi iOS e Android.

Anche se Bitstamp utilizza i soliti metodi di sicurezza che riguarda lato cliente, lo stesso exchange è caduto vittima di due attacchi hacker. Uno nel 2014 quando è stato fatto un attacco DoDo’s e l’altro nel 2015 quando i hacker hanno utilizzato Skype e l’email per comunicare con i dipendenti di Bitstamp per poi introdurre un virus nel sistema dell’exchange. Così facendo, gli hacker sono entrati nel hot wallet della compagnia rubando 19.000 bitcoin. VISITA BITSTAMP

 

Bitstamp
Bitstamp exchange

 

 

Bitfinex.com

Bitfinex è un exchange con la sede a Hong Kong. Aprire l’account per scambiare le criptovalute che possiedi già è facile e veloce, ma per comprare bitcoin o altre altcoin con le valute fiat devi verificare l’account in quanto Bittrex applica le polizze KYC e AML. La verifica richiede l’invio di un documento d’identità e una bolletta che provi l’indirizzo della residenza.

Su Bitfinex è possibile depositare e prelevare soltanto attraverso bonifico bancario.

Al contrario di tutti gli altri exchange, Bitfinex applica delle commissioni sui depositi di criptovalute. Queste commissioni vengono applicate ai depositi piccoli e cioè ai depositi per la cifra l’equivalente a meno di 1.000$. Oltre a queste commissioni c’è la commissione sul deposito tramite bonifico bancario che è pari a 0.1% ma con un minimo di 20USD/EUR. Lo stesso vale per i prelievi. La commissione sugli ordini è del 0.1% per i market maker e del 0.2% per i market taker. La commissione sui prelievi di criptovalute è uguale come per i depositi.

Su Bitfinex è possibile fare il trading sul margine. Bitfinex ha 28 criptovalute e token differenti che partono da quelle più conosciute a quelle ancora nella fase di ICO. Tra queste c’è EOS, 0x, OmiseGo, Iota.

Nonostante le commissioni alte Bitfinex ha il primato riguardo ai volumi di criptovalute scambiate ogni giorno. Questo si traduce nel spread minore e quindi più conveniente per il trader. Anche se non si compra su Bitfinex, vale la pena monitorare il prezzo perché di solito è l’exchange che “trascina” i prezzi su tutti gli altri exchange di criptovalute.

Nel 2016 Bitfinex ha subito un attacco hacker importante. Sono stati portati via 120.000 bitcoin e, nonostante solo una parte degli account fosse affetta da questo ciberatacco, Bitfinex ha deciso di spalmare le perdite su tutti gli utenti di Bitfinex.

Nessun exchange centralizzato è sicuro. Per avere la sicurezza bisogna utilizzare exchange decentralizzati. VISITA BITFINEX

Bitfinex commissioni
Bitfinex – Commissioni sui depositi e sui prelievi

 

 

Exchange per scambiare le criptovalute che già possiedi:

 

Binance.com

Binance è l’exchange che è cresciuto maggiormente negli ultimi mesi raggiungendo 6 milioni di utenti volenterosi a comprare le criptovalute. Binance ha la sede a Hong Kong ed è uno dei più utilizzati per scambiare criptovalute con criptovalute.

È molto popolare perché sulla sua piattaforma lista un numero elevatissimo di token ICO più ricercati, ma anche quelli meno conosciuti. I trader cercano su Binance dei token come Tron TRX, OmiseGo OMG, EOS, Stratis STRAT, Lisk LSK, POE, ENJ, NEO e tanti altri. Binance aggiunge tempestivamente sempre dei nuovi token ed è sicuramente uno di quei posti dove comprarli.

Binance applica su ogni ordine una commissione del 0.1%, ma se si usa BNB (il token di Binance) allora si riceve uno sconto del 50%. La commissione sul deposito non viene applicata, mentre la commissione sul prelievo di bitcoin è 0.001 BTC e per l’ethereum è 0.01 ETH. Non c’è la commissione sul prelievo di NEO o GAS.

L’account su Binance non deve essere verificato, soltanto quando si ritirano 2 bitcoin al giorno, bisogna verificarlo inviando una foto del documento d’identità.

Quando si deposita le criptovalute, bisogna andare nel Funds -> Depositi-> selezionare la criptovaluta scelta e fare il deposito utilizzando l’indirizzo che viene visualizzato o il codice QR. Per scambiare le criptovalute bisogna andare in Exchange e scegliere quelle che ci interessano.

Binance è facile in uso e ha un’ottima reputazione. VISITA BINANCE

 

Binance
Binance exchange

Cryptopia.co.nz

Cryptopia è uno di quegli exchange che lista i token più giovani. È un exchange insolito perché contiene anche un Marketplace dove si può comprare qualsiasi cosa in cambio di criptovalute. Su Cryptopia è possibile listare anche un proprio token. Se si vuole sapere dove verrà listato un token di una ICO appena cominciata o addirittura di una pre-ICO, allora sarà sicuramente su Cryptopia. È un exchange con la sede in Nuova Zelanda.

La valuta principale della piattaforma è il dollaro neozelandese, ma questo exchange viene di solito utilizzato per scambiare bitcoin o ethereum con altre altcoin o dei token. La verifica dell’account non è necessaria se non si vuole depositare NZD.

Creare l’account è facile e veloce e lo stesso vale per i depositi. Per depositare bisogna andare sul segno di bitcoin B vicino al nome utente, poi andare nei Deposits, selezionare il token che si vuole depositare e utilizzare l’indirizzo o il codice QR che viene visualizzato.

Una caratteristica davvero competitiva è la possibilità di trasferire gratis le criptovalute con gli altri utenti di Cryptopia. Se due utenti si mettono d’accordo riguardo al trasferimento di fondi, possono utilizzare la voce Transfer e nessuno dei due pagherà la commissione.

Cryptopia offre anche Coin Info che è una sezione dedicata alle informazioni riguardanti tutte le coin listate sull’exchange. Cryptopia è un exchange peer-to-peer quindi si possono trovare delle offerte molto buone, a prezzi competitivi, come anche quelle dove il valore della transazione sarà basso.

Cryptopia supporta più criptovalute e token di un qualsiasi altro exchange. Vi si può trovare Electroneum ETN, CryptoJacks CJ, ProCurrency PROC, Reddcoin RDD, DeepOnion ONION, Komodo KMD e quasi 600 altre coin. VISITA CRYPTOPIA

 

Cryptopia exchange
Cryptopia

 

Alternative agli exchange di criptovalute

 

Ci sono altri posti dove è possibile comprare bitcoin e tra questi c’è un exchange P2P chiamato LocalBitcoins. Anche se offre un alto livello di privacy, ha i prezzi più alti rispetto a tutti gli altri exchange sopra elencati. Bitcoin si può comprare anche con Indacoin e senza fornire dei documenti. È il modo più facile per acquistare bitcoin, ethereum e altre 200 criptovalute semplicemente utilizzando una carta di credito Visa o MasterCard. Indacoin è partito offrendo l’acquisto di solo bitcoin ma in giro di pochissimi mesi è cresciuto esponenzialmente.

 

Prima di comprare bitcoin, bisogna tenere in mente che gli exchange centralizzati sono il target principale degli attacchi hacker e bisogna sempre prendere delle precauzioni per mantenere i propri fondi al sicuro. Spostare i fondi nel proprio wallet è il minimo.

 

Se hai trovato in questo articolo delle informazioni utili, per favore, dona anche pochi centesimi e sostieni chi cerca di diffondere l’utilizzo delle criptovalute.

BTC    1P2tzCFVDUX6vCWuhRxhuxXHAWJ4ch26NV

QR bitcoin

ETH    0xFee4c613800ED48cee71A8c997Ad7FBE856F48f8

QR ethereum